Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Nasce a Roma l’associazione nazionale avvocati italiani. Una sezione anche ad Ariano Irpino.

Pubblicato

-

 

 

 

 

 

 

Nasce l’Associazione nazionale avvocati italiani (A.N.A.I.) che raccoglie il disagio di professionisti giovani e meno giovani con più di cento sedi in tutta Italia. A presiedere la nuova associazione è Maurizio De Tilla, i vice presidenti sono Mario Coluzzi, Claudio Acampora, Stefano Nardini e Michele Riggi; segretario nazionale Domenico Monterisi e il tesoriere Maria Andretta. “L’Associazione nasce per tutelare i valori morali e civili della professione forense – ha dichiarato il presidente De Tilla – per difendere l’indipendenza, l’autonomia ma soprattutto la dignità e il decoro dell’avvocato e della sua attività, duramente messe alla prova con gli ultimi provvedimenti legislativi. Lotteremo contro ogni visione mercantilistica della professione forense e contro le ingerenze dei poteri forti. La campagna mediatica scatenata contro gli avvocati ha fatto parlare a sproposito di casta ma i numeri parlano chiaro: i dati pubblicati dalla cassa forense dicono che la professione si sta impoverendo, di conseguenza si sta svilendo la stessa professionalità dell’avvocato. Con questa consapevolezza ci batteremo per il rispetto della nostra Costituzione che vuole non solo un avvocato indipendente e autonomo ma soprattutto l’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge, principio che può essere salvaguardato e tutelato solo con una professione forense degna di questo nome”.

Le linee programmatiche dell’A.N.A.I sono le seguenti:

• – la difesa anche giudiziaria dell’assetto territoriale della giustizia, contrastando qualsiasi ipotesi indiscriminata ed illegittima di revisione della geografia giudiziaria;

• – la lotta contro qualsiasi legge o regolamento che tenti di reintrodurre l’obbligatorietà della mediaconciliazione;

• – conseguentemente ampio ricorso alla mediazione facoltativa, a dimostrazione del fatto che l’avvocato non vuole allungare i tempi processuali o ingolfare inutilmente il sistema giustizia, ma garantire semplicemente che la giustizia faccia il suo corso a tutela dei diritti;

• – l’attuazione di un giusto processo che garantisca la funzione costituzionale dell’avvocato e la tutela dei diritti dei cittadini;

• – la rappresentanza anche sindacale dell’avvocatura con il riconoscimento di parte sociale e con la stipula di contratti collettivi con i dipendenti degli studi professionali;

• – l’attuazione di un processo civile e penale che non ostacoli la difesa del cittadino, eliminando quelle forme illegittime di selezione delle impugnative ma soprattutto eliminando esosi e sproporzionati aumenti dei contributi che di fatto ostacolano l’accesso alla giustizia ai cittadini meno abbienti;

• – la promozione di iniziative legislative per introdurre il numero programmato all’Università al fine di consentire una forte selezione all’accesso della professione;

• – difesa dell’autonomia normativa e gestionale della previdenza forense nonché della natura privata della Cassa forense;

• – iniziative legislative per migliorare la riforma della professione forense.

Questi i componenti del Direttivo nazionale dell’ANAI:

Amoroso Gaetano (Roma),
Capobianco Francesco (Ariano Irpino),
Carbone Gianfranco (Trieste),
Cavarretta Ercole (Bologna),
Chimento Lucio (Cosenza),
Colloca Marcello (Vibo Valentia),
Fratini Luigi (Roma),
Garofalo Alfredo (Bari),
Giovannelli Raffaella (Ancona),
La Bella Giovanna (Padova),
Lorenzi Barbara (Rovereto)
Marciante Filippo (Sciacca),
Mormando Vittorio (Lecce),
Orsini Patrizia (Cagliari),
Pecci Marzio (Rimini),
Pompeo Walter (Caltagirone)
Previti Giovanni (Messina),
Priotto Giovanni (Pinerolo)
Prosperetti Giulio (Roma)
Rechichi Domenico Massimo (Grosseto),
Renzella Roberto (Milano)
Roperto Luca (Lamezia Terme),
Ruberto Mario (Napoli),
Rubino Sammartano Mauro (Milano),
Stolfi Claudio (Livorno),
Stoppani Isabella (Roma).

Il collegio nazionale dei revisori è composto da Giuseppe Vaccaro, Nicola Ferraro e Roberta De Luca.

Il collegio nazionale dei Probiviri è composto da: Renato Laviani, Marcello Luparella, Caterina Cabiddu e Giuseppe Bonsegna.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Confesercenti, Marinelli: anche in Irpinia attività pronte a gestire novità Super Green Pass

Pubblicato

-

«Anche in Irpinia le imprese commerciali e di servizio sono pronte per l’introduzione della certificazione verde rafforzata, che può essere uno strumento per evitare nuove chiusure, soprattutto nelle festività natalizie, e salvaguardare la salute di tutti». Ad affermarlo è Giuseppe Marinelli, presidente della Confesercenti provinciale di Avellino.

«Con l’approvazione definitiva del provvedimento del governo – ha proseguito il dirigente dell’associazione di categoria –, teso a contrastare la nuova ondata della pandemia Covid, ci si attrezza per gestire al meglio le novità, continuando a garantire ai clienti la massima professionalità. E’ con questo spirito che Confesercenti ed i suoi associati affrontano il passaggio che ci troviamo di fronte, informando preventivamente operatori ed utenti. Le nuove misure, che entreranno in vigore dal 6 dicembre fino al 15 gennaio, in via straordinaria in tutta Italia, e successivamente soltanto nelle zone gialle e arancione,  prevedono sostanzialmente due importanti novità per le imprese:l’ampliamento delle attività consentite soltanto con Green Pass e l’introduzione del Super Green Pass, per l’accesso ad alcune tipologie di attività.  Il certificato infatti si sdoppia: ci sarà quello rafforzato, rilasciato solo alle persone vaccinate o guarite, e quello base rilasciato a chi si sottopone a un tampone molecolare (valido per 72 ore) o antigenico (valido per 48 ore). Chi possiede già un Green Pass valido per vaccinazione (almeno due dosi) o guarigione non deve scaricare un nuovo documento. Il Green Pass base sarà obbligatorio per accedere in alberghi e strutture ricettive, compreso il servizio di ristorazione per gli alloggiati. Stesso obbligo per palestre, centri benessere, piscine, sagre, fiere, convegni, sale gioco e sale scommesse. Il Super Green Pass sarà necessario invece per bar, ristoranti e locali pubblici al chiuso, teatri, cinema e per gli spettacoli all’aperto, oltre che per gare sportive, cerimonie pubbliche e discoteche. E’ bene ricordare, infine, che d’ora innanzi su tutti i mezzi di trasporto, anche locali, è previsto l’obbligo di Green Pass base. Sono esonerati da tali prescrizioni i minori di 12 anni e i soggetti esenti dalla campagna vaccinale. La durata della certificazione è di 9 mesi. Confermato l’obbligo della mascherina. In caso di passaggio in zona arancione, non scattano le restrizioni, ma alle attività possono accedere i soli detentori del Green Pass rafforzato. Nelle zone rosse, invece, non si può uscire dal Comune di residenza, se non per motivi di lavoro o necessità. Bar e ristoranti sono chiusi e restano attivi solo l’asporto e la consegna a domicilio. I negozi sono chiusi, tranne quelli di prima necessità». 

«Come sempre – ha concluso Marinelli – riteniamo che gli interessi della categoria debbano viaggiare di pari passo con quelli dell’intera comunità e che in una stagione così delicata occorra uno sforzo di responsabilità e di collaborazione da parte di tutti, per lasciarci alle spalle le difficoltà. Riteniamo, quindi, in linea con la Confesercenti nazionale, che si debba imprimere una accelerata alle somministrazioni delle terze dosi del vaccino, per scongiurare nuove ed insostenibili crisi».  

Continua a leggere

Attualità

Covid in Irpinia-47 persone positive in provincia

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 881 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 47 persone:
– 6, residenti nel comune di Ariano Irpino;
– 1, residente nel comune di Avella;
–  5, residenti nel comune di Avellino;
– 1, residente nel comune di Baiano;
– 1, residente nel comune di Candida;
– 1, residente nel comune di Castel Baronia;
– 1, residente nel comune di Cervinara;
– 1, residente nel comune di Gesualdo;
– 8, residenti nel comune di Grottaminarda;
– 3, residenti nel comune di Lioni;
–  4, residenti nel comune di Mercogliano;
– 2, residenti nel comune di Monteforte Irpino;
– 3, residenti nel comune di Montella;
– 1, residente nel comune di Montoro;
– 1, residente nel comune di Quadrelle;
– 3, residenti nel comune di San Martino Valle Caudina;
– 3, residenti nel comune di  Sperone;
– 1, residente nel comune di  Teora.
L’Azienda Sanitaria Locale ha avviato indagine epidemiologica sui contatti dei casi positivi.

Continua a leggere

Attualità

Nasce Noi di Centro, la nuova formazione politica di Clemente Mastella

Pubblicato

-

Il neo partito sarà presentato ufficialmente a Roma, il prossimo 4 
dicembre alle ore 10,00, presso il Teatro Brancaccio sito in via 
Merulana n. 244.

Una formazione politica che nasce dall’idea dell’ex ministro della 
giustizia di dare voce alle correnti centriste e moderate, esigenza che 
non può più essere ignorata.

Il progetto politico mastelliano prende le mosse dal movimento Noi 
Campani che ha ottenuto alle precedenti tornate elettorali un grande 
consenso, portando all’elezione di due consiglieri presso il consiglio 
regionale e alla nomina dell’assessore regionale al turismo e alla 
semplificazione amministrativa.

In Irpinia sono tante le adesioni verso questo nuovo partito che intende 
avanzare in tutte le future competizioni elettorali, sia locali che 
nazionali.

Guerino Gazzella

Continua a leggere

Più letti