Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Fondamentale contributo della ricerca Biogem alla sperimentazione clinica di un nuovo farmaco per la terapia del tumore ai polmoni

Pubblicato

-

Nei giorni scorsi, l’azienda Farmaceutica Portoghese TRET-U con la quale Biogem collabora, , ha ottenuto l’Orphan Drug Designation da parte dell’EMA ( European Medicines Agency) per l’inizio degli studi clinici nel Mesotelioma Maligno con il suo prodotto Pegasemp.

Questo risultato è stato ottenuto grazie agli studi condotti in Biogem, nell’area MIR (Medicinal Investigational Research) diretta dal Dr. Claudio Pisano, analizzando l’attività del nuovo farmaco prodotto dalla TREAT-U in modelli di mesotelioma pleurico umano sviluppati e caratterizzati in Biogem.

Il nuovo farmaco, Pegasemp, è stato sviluppo con l’intento di bersagliare specificamente tumori che esprimono selettivamente una proteina, la nucleolina. Il farmaco biotecnologico è costituito da nanoparticelle contenenti Doxorubicina e ingegnerizzate con un peptide che ha come target la Nucleolina. In Biogem, la ricerca condotta sui modelli di mesotelioma maligno, ha potuto stabilire che, questo tumore esprime altissimi livelli di nucleolina, il target del Pegasemp.

Successivamente, la ricerca condotta nel MIR di Biogem, in modelli in vivo di questo tumore, trattati con Pegasemp, ha dimostrato come il nuovo farmaco risulti essere estremamente più attivo, in questo tumore, sia in termini di efficacia antitumorale che di ridotta tossicità rispetto alle terapie standard utilizzate nei pazienti. I risultati di tali ricerche saranno presentati al congresso internazionale di oncologia dell’ American Association for Cancer Research (AACR) del prossimo Aprile a Washington.

I risultati della ricerca condotta in Biogem e presentati all’EMA hanno permesso l’ottenimento per il Pegasemp della designazione di “orphan Drug” e la sua autorizzazione per la sperimentazione clinica.

Il contributo di Biogem a tale ricerca ha sicuramente una notevole valenza scientifica ma soprattutto una valenza clinica in quanto l’autorizzazione alla sperimentazione clinica di Pegasemp potrebbe, nel prossimo futuro, dare maggiori speranze di vita ai pazienti affetti da mesotelioma e per i quali ad oggi non esistono cure.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti