Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Irpiniambiente ferma la raccolta dei rifiuti: ” I conti sono in rosso e i Comuni non pagano”.

Avatar

Pubblicato

-

 

 

I comuni non pagano per il servizio e Irpiniambiente ha i conti in rosso profondo: non ci sono più i soldi per pagare gli stipendi ai lavoratori e per acquistare il carburante per i mezzi.

Il buco tocca quota 40 milioni di euro. La società provinciale ha deciso così di applicare la linea dura. A partire da lunedì blocco del servizio nei comuni morosi. Proprio ieri i sindacati, vista la pesant situazione finanziaria, avevano annunciato proprio a partire da lunedì anche il blocco degli straordinari.

Intanto la Fp Cgil, la Fit Cisl, la Uil trasporti e l’Ugl, dopo l’incontro tenutosi martedì scorso, presso la società Irpiniambiente spa, hanno dovuto constatare, per ‘l’ennesima volta, che la delegazione societaria, seppur composta da valenti professionisti del diritto del lavoro, era sprovvista dei poteri di delega, per cui tale strategia ha impedito di avviare il procedimento dell’esame congiunto, per raggiungere e concertare quei risultati rivendicati ed attesi, oramai da tempi biblici, dai lavoratori. Tale strategia, non solo mette a ri schio il ruolo e la funzione del sindacato, ma rischia addirittura di aprire un conflitto duro, difficile da motivare e giustificare sul piano sociale, ma necessario per individuare le responsabilità di coloro che spingono al muro contro muro, per aprire altri scenari al momento ignoti. Le organizzazioni sindacali avvertono l’urgenza di dare forza e peso alle iniziative, in modo da ricercare quell’unità quale valore aggiunto, per rimettere al centro la gestione della spesa pubblica e le responsabilità sociali di chi è nominato a dirigere la Società. Tenuto conto della complessità dei temi che investono i rifiuti, a partire dalle normative poste in essere e della loro poco chiarezza nel recepirle ed osservarle, preoccupate del silenzio e dei luoghi deputati ad assumere delle decisioni, dichiarano il blocco degli straordinari a partire dal 04 marzo, e chiedono nel contempo al commissario della Provincia, unico organo di controllo sulla Società, di attivarsi per ricomporre un tavolo ed un luogo in cui è possibile creare le condizioni di ripresa nella massima trasparenza atte a ricercare soluzioni condivise di tenuta e certezze in prospettiva, onde evitare un conflitto cruente e dannoso per le responsabilità sociali cui le parti sono tenute a rispondere pubblicamente.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Covid in Irpinia-6 casi oggi in provincia

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 484 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 6 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Ciampi(M5S) :Alto Calore, la Regione dia seguito agli impegni presi. La maggioranza firmi la mia mozione

redazione

Pubblicato

-

Ho depositato una mozione al presidente del (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Covid in Irpinia-6 persone positive oggi in provincia

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 442 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 6 persone: (altro…)

Continua a leggere

Più letti