Mettiti in comunicazione con noi

News

Provincia – Gestione delle concessioni sulle strade provinciali – Attivato lo sportello telematico.

Pubblicato

-

Entra in funzione lo sportello telematico per la gestione delle concessioni sulle strade provinciali. La Provincia di Avellino si mette al passo con i tempi con l’avvio dello sportello S.I.C. (Sistema Informatizzato Concessioni).

Niente più lungaggini burocratiche e rischio errori per ottenere concessioni stradali dall’Ente. Ora è possibile espletare le pratiche direttamente dal proprio computer senza doversi recare presso gli uffici competenti. Semplificazione amministrativa, efficienza e razionalizzazione dei procedimenti, ma anche lotta all’abusivismo pubblicitario, tutela della legalità e sicurezza stradale.

Allo sportello telematico è dedicata un’apposita sezione del portale della Provincia (http://www.provincia.avellino.it), attraverso la quale è possibile on-line interfacciarsi con l’Ente, formulare domande, scaricare documenti e presentare la modulistica che riguarda tutte le concessioni. Lo sportello S.I.C. risponde alle esigenze di semplificazione e miglioramento nella gestione dei procedimenti e di adeguamento alle disposizioni contenute nel nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale.

Per accedere alla gestione on-line delle procedure riguardanti le concessioni che insistono sulle strade provinciali, occorre registrarsi presso il portale S.I.C., possedere una casella PEC e la firma digitale. L’accesso allo sportello consente ai professionisti interessati di utilizzare i modelli di richiesta adeguati agli standard nazionali e seguire le varie fasi di gestione delle pratiche che verranno evase in modo più celere. Le autorizzazioni, che è possibile richiedere on-line, sono molteplici: dalla cartellonistica pubblicitaria alle concessioni stradali per la realizzazione di accessi privati, dai lavori di allacciamento ai sottoservizi stradali, all’occupazione di suolo lungo le arterie di competenza. Il professionista abilitato compilerà un form on line, allegherà i documenti necessari e subito dopo saprà se l’istruttoria è stata attivata. Avrà a sua disposizione un numero di protocollo che gli consentirà di monitorare l’iter della pratica e riceverà comodamente via e-mail la comunicazione inerente l’esito dell’istruttoria.

La Provincia si sta adoperando per assicurare la disponibilità, la gestione, l’accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dei dati in modo digitale organizzandosi con le modalità più appropriate, con le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, per andare incontro alle esigenze della nostra comunità

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti