Mettiti in comunicazione con noi

Comune

Presentato questa mattina all’Auditorium comunale il progetto Recoil per la raccolta dell’olio vegetale esausto. Ariano si candida ad ospitare un cogeneratore.

Pubblicato

-

Nell’ambito del progetto Life Recoil, a partire dal prossimo mese, inizierà la raccolta domiciliare porta a porta dell’olio vegetale esausto. A darne notizia questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, sono stati Azzero CO2 (capo fila del progetto), Legambiente (partner di progetto) e il Comune di Ariano Irpino che hanno presentato il progetto Recoil ai cittadini, agli alunni di alcune classi scolastiche e ai media.

RecoilRECovered waste cooking OIL for combined heat and power production (Come recuperare l’olio esausto e trasformarlo in energia elettrica e termica) – è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE+ per realizzare e misurare un sistema ottimizzato per la raccolta porta a porta dell’olio vegetale esausto al fine di limitare i danni derivanti dalla sua dispersione nell’ambiente.

Nei mesi scorsi, nei due comuni pilota Ariano Irpino (Av) e Castell’Azzara (Gr), sono stati messi a punto un sistema di raccolta domiciliare porta a porta dell’olio usato, un sistema innovativo di monitoraggio e tracciabilità dell’intera filiera di raccolta che permetteranno, nei prossimi mesi, di seguire e valutare i risultati della raccolta sperimentale che durerà per un anno.

Nel corso dell’incontro, i soggetti promotori dell’iniziativa hanno sottolineato come la diffusione sistematica della raccolta dell’olio vegetale esausto possa avvenire attraverso una modifica della legge attuale, che non tiene in considerazione i rischi derivanti dalla dispersione dell’olio esausto vegetale nell’ambiente per la flora e la fauna, oltre ad una necessaria attività di sensibilizzazione e comunicazione che coinvolga i cittadini. Per questo motivo, nella mattinata, i volontari di Legambiente hanno coinvolto le classi scolastiche e hanno distribuito gli imbuti che, applicati sulle bottiglie di plastica, agevoleranno l’operazione di raccolta dell’olio esausto utilizzato in cucina.

 

Recoil è un progetto innovativo – ha dichiarato Ilaria Bientinesi di AzzeroCO2, presente all’appuntamento ad Ariano Irpinopoiché ha l’obiettivo di pianificare soluzioni tecnologicamente avanzate per affrontare il problema della dispersione nell’ambiente degli oli vegetali esausti e il riutilizzo per scopi energetici. Un obiettivo questo che diventa concreto grazie alle competenze specifiche dei partner del progetto”.

“Attraverso questo progetto si raggiunge un duplice vantaggio – ha dichiarato Michele Buonomo Presidente di Legambiente Campania poiché si riducono gli sversamenti degli oli nelle fognature che causano grossi problemi alla depurazione e si raccoglie una risorsa utile alla produzione di energia rinnovabile. È però fondamentale – ha aggiunto Michele Buonomo – procedere con un’attività di informazione e sensibilizzazione che coinvolga direttamente i cittadini nella gestione sostenibile dei rifiuti e, per questo motivo, in collaborazione con il Comune di Ariano Irpino vogliamo promuovere ulteriori azioni di informazioni e sensibilizzazione rivolte ai cittadini affinché si riconosca l’importanza della raccolta porta a porta dell’olio vegetale usato”.

“Con un certo orgoglio avviamo questa raccolta sperimentale ed innovativa – ha affermato l’Assessore all’Ambiente Manfredi D’Amato – Sentiamo forte la responsabilità di essere comune pilota; ci aspettiamo, quindi, una grande sensibilità e collaborazione da parte dei cittadini affinché la nostra esperienza, insieme a quella di Castell’Azzara, possa essere d’esempio a molti altri comuni d’Italia. Sarebbe auspicabile però completare del tutto la filiera nella nostra Città, è per questo che candidiamo l’area industriale di Ariano Irpino ad ospitare un cogeneratore che possa trasformare l’olio esausto in combustibile, attraverso un processo a bassa emissione, eliminando trasformazioni chimiche. In questo modo non solo produrremmo energia elettrica e termica pulita, ma abbatteremmo i costi per le imprese allocate a Camporeale e creeremmo anche qualche posto di lavoro. Mettiamo quindi a disposizione di Legambiente e degli eventuali investitori, il suolo a Camporeale a titolo gratuito”.

 

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Avviso di interruzione energia elettrica per martedì 28 giugno,queste le zone interessate

Pubblicato

-

Il Comune di Ariano Irpino ha ricevuto un avviso di interruzione di energia elettrica per martedì 28 giugno 2022 dalle ore 9,00 alle ore 16,45 da parte di e-distribuzione – zona Avellino-Benevento, per effettuare lavori sugli impianti.

Al fine di dare massima divulgazione alla comunicazione ricevuta, si allega il prospetto con le vie interessate.

Continua a leggere

Attualità

Distretto Urbano del Commercio di Ariano, pubblicato “Avviso di Manifestazione di Interesse”

Pubblicato

-

Con apposita deliberazione della Giunta Comunale, adottata nei giorni scorsi l’Amministrazione di Ariano ha approvato l’avviso pubblico di manifestazione d’interesse ai fini della costituzione del Distretto Urbano del Commercio (D.U.C.) di Ariano. Il Distretto Urbano del Commercio, istituito con la L.R. n°7 del 21 aprile 2020, è un organismo che persegue politiche organiche di riqualificazione del commercio per ottimizzare la funzione commerciale cittadina e dei servizi al cittadino. L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino, con la pubblicazione dell’avviso di manifestazione di interesse intende valorizzare la partecipazione di Enti, associazioni imprenditoriali, organizzazioni sindacali, associazioni di tutela dei consumatori, associazioni di volontariato, associazioni culturali, ricreative, sportive che saranno impegnati con risorse e idee a sostenere la nascita e lo sviluppo di questa nuova modalità di organizzazione del commercio urbano, una grande innovazione nella prospettiva di una valorizzazione dell’offerta urbana come azione collettiva di sistema in risposta alla crescente affermazione competitiva dei poli commerciali extraurbani. Il Comune di Ariano, con la pubblicazione dell’avviso, prova a dare un’accelerata alla costituzione del Distretto Urbano del Commercio, in modo da essere in regola per quando partiranno i finanziamenti previsti dalla Legge Regionale. Il consigliere comunale Andrea Melito, delegato al commercio, ha lavorato alacremente su questo tema e adesso spera di raccogliere nel piu’ breve tempo possibile le adesioni dei vari attori locali e delle associazioni con rilievo nazionale e regionale per giungere alla costituzione del DUC.

Continua a leggere

Attualità

La Minoranza:” Piano AMU: tutto da rifare”

Pubblicato

-


Il piano di risanamento AMU, approvato il 18 maggio, è già obsoleto, inutile, superato da fatti oggettivi e fino ad oggi trascurati, quale il pesante debito da contenzioso e, soprattutto, la pubblicazione del bando che individuerà in ottobre i gestori regionali, così mutando radicalmente lo scenario di riferimento.
È quanto emerso, in modo pressoché unanime, in un’importante riunione della Commissione Affari Generali, convocata dal Presidente Daniele Tiso e allargata a Sindaco, Giunta, capigruppo consiliari, amministratore AMU, Collegio Sindacale della società e del Comune, Comitato di controllo analogo.
Tutti assenti, tranne l’assessore Ninfadoro, i rappresentanti della maggioranza, che oltre a dimostrare il consueto deficit di sensibilità istituzionale hanno questa volta perso una buona occasione per approfondire, grazie alla presenza di esperti, una questione che fino ad oggi non pare stiano affrontando con la necessaria consapevolezza.
Come minoranza ci dispiace vedere confermate ed anzi ingigantite le nostre perplessità, più volte espresse e sempre ignorate, ma ciò ci induce ad andare avanti con rinnovato impegno nel tentativo di trovare una soluzione vera, e non solo apparente, ai problemi della nostra azienda di trasporti.
Ed è chiaro che la questione debba tornare immediatamente in Consiglio Comunale, dove ci sarà da prendere finalmente atto di una gestione della vicenda totalmente fallimentare, azzerare tutto e ripartire da una prospettiva di maggiore concretezza.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti