Mettiti in comunicazione con noi

News

Mobilitazione Province, a Roma la folta delegazione irpina guidata da Gambacorta

Pubblicato

-

“Il taglio che tu paghi”, con questo slogan l’Unione delle Province Italiane (Upi) ha aperto la manifestazione organizzata a Roma per denunciare i tagli subiti dagli enti intermedi e ha allertato i cittadini sul rischio di non garantire più i servizi essenziali: manutenzione di strade e scuole, tutela dell’ambiente.
All’iniziativa di Roma ha partecipato una folta delegazione di dipendenti di Palazzo Caracciolo, guidata dal presidente Domenico Gambacorta e dai consiglieri Enza Ambrosone e Gianluca Festa. L’allarme riguarda tutte le realtà italiane. I tagli sono stati pesanti: tre miliardi di euro in tre anni. “A cui bisogna aggiungere una riduzione degli investimenti dal 2013 del 62%”, denuncia il presidente Upi, Achille Variati, affiancato dai vicepresidente Carlo Riva Vercellotti e Marco Filippeschi, dal direttore generale Piero Antonelli. In sala decine di fasce blu, sindaci, amministratori, parlamentari.
“Se non intervengono modifiche al decreto legge 50/17 non riusciamo a redigere il bilancio 2017. Ma è soprattutto a rischio l’inizio dell’anno scolastico. Noi paghiamo luce, acqua, gas, telefono, internet e manutenzioni ordinarie per gli istituti superiori. A breve organizzeremo un incontro con i dirigenti scolastici, di concerto con l’Ufficio Scolastico Provinciale, per illustrare la situazione – annuncia il presidente Gambacorta – A ciò bisogna aggiungere lo stato in cui versano i 1.600 chilometri di strade di nostra competenza. Servono risposte da Governo e Parlamento, altrimenti ognuno si assumerà le proprie responsabilità”.
“Non stiamo parlando di tutelare una struttura burocratica, ma di garantire il govermo di servizi essenziali che sono in capo alla Provincia. È importante ricordare che la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade tocca alle Amministrazioni provinciali. Stesso discorso per le scuole. Tutti noi vogliamo scuole sicure, ma senza risorse è impossibile anche assicurare la sola apertura dei plessi”, sottolinea Enza Ambrosone.
“Sono necessari 650 milioni di euro alle Province. Lo dice la Sose, la società del Ministero dell’Ecomonia. E questo solo per partire. L’impegno nostro continuerà ad essere massimo, ma senza soldi non andiamo da nessuna parte”, conclude Gianluca Festa.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Disatro idrico a Cassano Irpino, esplode condotta causando la dispersione di migliaia di metri cubi di acqua

Pubblicato

-

Nelle zone rurali di Cassano Irpino è esplosa una condotta dell’acquedotto dell’Alto Calore, causando spavento tra i residenti i quali si sono subito resi conto della gravità del problema, allertando le autorità. Sul posto sono prontamente intervenuti tecnici della società insieme agli amministratori per cercare di individuare le cause e circoscrivere il danno. Notizie in aggiornamento

Continua a leggere

Attualità

Covid in Irpinia-84 positivi in provincia, 13 casi ad Avellino e 9 a Mercogliano

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria comunica che su 1.172 tamponi effettuati,sono risultate positive al Covid 84 persone:

– 6, residenti nel comune di Ariano Irpino;

– 2, residenti nel comune di Atripalda;

– 1, residente nel comune di Avella;

– 13, residenti nel comune di Avellino;

– 5, residenti nel comune di Caposele;

– 1, residente nel comune di Chiusano di San Domenico;

– 1, residente nel comune di Domicella;

– 4, residenti nel comune di Forino;

– 1, residente nel comune di Frigento;

– 2, residenti nel comune di Grottaminarda;

– 1, residente nel comune di Guardia Lombardi;

– 6, residenti nel comune di Lioni;

– 9, residenti nel comune di Mercogliano;

– 1, residente nel comune di Montecalvo Irpino;

– 3, residenti nel comune di Monteforte Irpino;

– 1, residente nel comune di Montella;

– 1, residente nel comune di Montoro;

– 1, residente nel comune di Mugnano del Cardinale;

– 1, residente nel comune di Nusco;

– 1, residente nel comune di Ospedaletto d’Alpinolo;

– 3, residenti nel comune di Pietradefusi;

– 5, residenti nel comune di Prata PU;

– 1, residente nel comune di Roccabascerana;

– 2, residenti nel comune di Rotondi;

– 2, residenti nel comune di San Martino Valle Caudina;

– 6, residenti nel comune di Serino;

– 1, residente nel comune di Teora;

– 1, residente nel comune di Torre delle Nocelle;

– 1, residente nel comune di Villamaina;

– 1, residente nel comune di Zungoli.

L’Azienda Sanitaria Lo indagine epidemiologica sui contatti dei casi positivi.cale ha avviato

Continua a leggere

Attualità

Giornata scientifica del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia-Valore strategico di tutela delle denominazioni d’origine

Pubblicato

-

La XIV edizione della giornata scientifica del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia si svolge il 10 dicembre 2021, presso l’aula magna del Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino. Tema della giornata sarà il valore strategico e le esigenze di tutela delle denominazioni d’origine.

Dopo poco più di 50 anni dai primi riconoscimenti in Italia dei vini a denominazione d’origine, il settore vitivinicolo italiano si presenta sul mercato nazionale e internazionale con 77 vini DOCG, 332 vini DOC e 118 vini IGT. Un patrimonio di identità che porta sul mercato l’88 dell’offerta nazionale. La giornata di studio di quest’anno vuole essere un’occasione di riflessione sul valore strategico delle denominazioni e sulle crescenti esigenze di tutela da minacce che, in un mercato sempre più caratterizzato dagli scambi internazionali, diventano sempre più frequenti e multiformi.

L’evento vedrà la partecipazione del Magnifico Rettore dell’Ateneo federiciano, il Prof. Matteo Lorito, dei Professori Danilo Ercolini – Direttore del Dipartimento di Agraria-, Angelita Gambuti – Coordinatrice dei Corsi di Laurea in Viticoltura ed Enologia e in Scienze Enologiche, Giuseppe Blaiotta – Presidente Sezione della Vigna e del Vino, Giuseppe Cringoli – Presidente della Scuola di agraria e veterinaria dell’Ateneo federiciano, Raffaele Coppola – Fondazione Italiana per gli Studi sul Vino, i dottori Roberto Di Meo – Presidente Assoenologi Campania, Angelo Frattolillo – Confagricoltura Avellino, Antonio Capone – Presidente Ordine agronomi e forestali di Avellino, Domenico Biancardi – Presidente della Provincia di Avellino.

Interverranno: il prof. Eugenio Pomarici – ordinario di Economia Agraria, Università degli studi di Padova, il dott. Michele Alessi – Direttore Ufficio PIVE VII Settore vitivinicolo -MIPAAF, la dott.ssa Simona Lamorte – MIPAAF, la dott.ssa Elvira Bortolomin – Presidente Consorzio del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG.

Il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino, oltre ad ospitare l’evento, curerà un intervento musicale dal vivo. Moderatore della giornata sarà il Prof. Boris Basile, Università Federico II. Il vino dell’Anno Accademico, uno shiraz, sarà presentato dal prof. Luigi Moio, Università Federico II.

Continua a leggere

Più letti