Mettiti in comunicazione con noi

Politica

Lorenzo Lo Conte commenta le riflessioni di Alessandro Ciasullo sulla politica distruttiva.

Pubblicato

-

Da Lorenzo Lo Conte riceviamo e pubblichiamo:

 

“Non posso esimermi da un breve commento giacchè, come riporta l’articolo di Ariano News, il Sig. Alessandro Ciasullo ha rivolto un pensiero al Movimento 5 Stelle, per il quale il sottoscritto simpatizza.
Questa frase del Sig. Alessandro Ciasullo mi ha impressionato in particolare; eccola:
«Una delle prime cose che ho imparato dai miei genitori e dai miei insegnanti è che tutti sono bravi a criticare e a distruggere quello che gli altri hanno creato in precedenza. Anche un bambino è in grado di farlo. Quello che è difficile, invece, è costruire e noi, con il progetto di Svolta Popolare, intendiamo proiettare tutti i nostri sforzi in questa direzione».
Ebbene io ho già avuto modo nel recente passato di esplicitare pubblicamente il mio pensiero sulle “facce toste” della politica arianese.

Il sig. Alessandro Ciasullo, da questo punto di vista, risulta eccezionalmente precoce, vista la sua giovane età.
E’ più che evidente la “scuola” dalla quale proviene e che ha preso a praticare con grande costanza (per scongiurare che vada persa ?), senza timore e senza vergogna.
Attribuire oggi al Movimento 5 Stelle di “distruggere quello che gli altri hanno creato in precedenza” è una “uscita” che definirla penosa è poco, ma oggi voglio fare economia anche di aggettivi.
“Distruggere quello che gli altri hanno creato in precedenza”…. dice il Sig. Ciasullo; e gli viene in mente il Movimento 5 Stelle. Possibile che è l’unica cosa che gli è venuta in mente parlando di “distruzione”??? Eppure è stato uno dei protagonisti della distruzione. Non lo sentivo urlare né quantomeno dissentire in qualità di segretario cittadino dei Popolari allorchè si portava avanti una gestione amministrativa vergognosa.
Allora non posso esimermi dal replicare che la “creazione” di cui parla, operata magistralmente dai suoi padri politici… tutti gli arianesi la stanno “ammirando” da oltre un decennio: la svendita di Ariano Irpino e del suo territorio. Questo è ciò che si è creato. Esisteva forse il Movimento 5 Stelle mentre si distruggeva tutto?
Ora, c’è rimasto forse qualcos’altro da distruggere qui ad Ariano???
Noi del Movimento 5 Stelle siamo arrivati tardi, gemt.mo Sig. Alessandro Ciasullo, perchè è stato già tutto distrutto. Non c’è rimasto più niente!
Glielo dice un piccolo, piccolissimo imprenditore che di economia vive da 40 anni e che simpatizza per il Movimento 5 Stelle al quale ha rivolto, come leggo, il Suo pensiero.
Glielo dice chi ha avuto l’occasione di “guardare” dentro l’Azienda Comune di Ariano e ha potuto constatare di persona lo “squallore amministrativo” di una classe pseudo politica nè competente nè bene “intenzionata” (continuo a fare economia di aggettivi).
Glielo dicono migliaia di arianesi stanchi delle chiacchiere.
Avete provveduto già, candidado Sindaco Sig. Ciasullo, a fare piazza pulita. Prima che arrivassero “quelli” del Movimento 5 Stelle.
Ora quello che il Movimento 5 Stelle potrebbe tentare di evitare è che voi che avete distrutto una città … provaste addirittura a ricostruirla.
Ci piacerebbe evitarlo perchè a noi il risultato appare già scontato in quanto la Vostra “scuola” non è capace nè immagina di fare altro se non le uniche cose che sa fare proprio bene: quelle stesse cose che hanno mandato in rovina Ariano.
Mi viene spontaneo un consiglio: perchè non lasciate stare per qualche annetto ??? Potreste soprassedere per il tempo necessario a dare una “rassettata” alla Città da parte di chi è capace di farlo, per esempio.
Almeno dopo avreste “materia” per applicare le Vostre “capacità” amministrative”.
Lorenzo Lo Conte
Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Ciampi(M5S):“Corse tagliate e treni in fiamme, via De Gregorio per risollevare il trasporto pubblico in Campania”

Pubblicato

-

Il consigliere regionale invoca le dimissioni del presidente Eav: “Unico responsabile di un disastro organizzativo senza fine”


“L’ennesimo taglio delle corse della Circumvesuviana in direzione Ponticelli e Volla, rappresenta uno schiaffo a una periferia e a una fetta di hinterland la cui popolazione supera quella di una città media italiana. Una beffa in piena regola, che si aggiunge al taglio delle fermate a villa delle Ginestre e via del Monte, sulla linea Napoli-Sorrento, con conseguenze inevitabili anche sul turismo. Senza dimenticare quanto sta accadendo in Valle Caudina dove, per lavori sulla linea ferrata che si sarebbero dovuti concludere lo scorso anno, il collegamento con Napoli è ancora interrotto e sostituito con i bus. Un disastro organizzativo senza fine che ha un solo responsabile, Umberto De Gregorio, l’uomo solo al comando del sistema del trasporto pubblico regionale, si chiama Umberto De Gregorio. Un uomo che non disdegna l’attività politica militante, al servizio di Vincenzo De Luca, tanto da essere continuamente nei pensieri del governatore, che lo voleva anche sindaco di Napoli”. Lo denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Ciampi. “È paradossale – prosegue Ciampi – continuare ad assistere a un vergognoso scaricabarile da parte di De Gregorio che, per coprire i fallimenti di una gestione caratterizzata da convogli che prendono fuoco, soppressioni all’ordine del giorno, ritardi che si accumulano fino a superare le due ore e linee ferroviarie mai completate, addossa le proprie responsabilità ai lavoratori. Arrivando addirittura a minacciarli, a mezzo stampa, di non consentire turni straordinari a chi lo richiede, ovemai dovessero rifiutare di farli oggi. Di fronte a un tale disastro, le dimissioni di De Gregorio rappresentano l’unica speranza per risollevare il trasporto pubblico in Campania”.

Continua a leggere

Attualità

Nomine manager della sanità-Le congratulazioni del presidente Buonopane ai dottori Pizzuti, Ferrante e Morgante

Pubblicato

-

“Desidero esprimere le più vive congratulazioni al dottore Renato Pizzuti, confermato alla guida dell’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati, e al dottore Mario Ferrante, designato alla direzione generale dell’Asl di Avellino”. E’ quanto dichiara il presidente della Provincia, Rizieri Buonopane. “Si tratta di due manager di grande esperienza, che hanno dimostrato con i risultati ottenuti le loro capacità – aggiunge il presidente Buonopane – Da parte mia e dell’ente che mi onoro di rappresentare, rivolgo loro l’augurio di buon lavoro, confermando sin da subito la massima disponibilità alla collaborazione. Congratulazioni e buon lavoro anche alla dottoressa Maria Morgante che dopo l’esperienza in Irpinia andrà a dirigere l’azienda ospedaliera San Pio di Benevento, altro importante punto di riferimento insieme al Moscati della sanità delle aree interne”.

Continua a leggere

Attualità

Cambio alla Direzione Asl di Avellino, Mario Ferrante subentra alla Morgante

Pubblicato

-

Il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha comunicato le nomine dei 13 Direttori generali di Asl Aziende Ospedaliere e Policlinici che entreranno in carica alla scadenza prevista dai contratti già in essere. All’Azienda Ospedaliera “Moscati” di Avellino, come da pronostico, è stato riconfermato l’attuale Manager Renato Pizzuti che proseguirà il suo lavoro alla guida di uno dei più importanti nosocomi regionali.Per il territorio di Avellino, l’unica novità consisterà nel cambio di guardia all’Azienda sanitaria locale. A via degli Imbimbo, infatti, è finita l’era di Maria Morgante e prenderà il via da luglio quella del dottor Mario Ferrante.

Queste le altre nomine in Campania:
Azienda Cardarelli: Antonio D’Amore
Azienda dei Colli: Anna Iervolino
Policlinico Federico II: Giuseppe Longo, d’intesa con il Rettore Matteo Lorito
Policlinico Vanvitelli: Ferdinando Russo, d’intesa con il Rettore Gianfranco Nicoletti
Asl Napoli 1: Ciro Verdoliva
Asl Napoli 2: Mario Iervolino
Asl Napoli 3: Giuseppe Russo
Azienda Moscati Avellino: Renato Pizzuti
Asl Avellino: Mario Ferrante
Azienda San Pio Benevento: Maria Morgante
Asl Benevento: Gennaro Volpe
Asl Caserta: Amedeo Blasotti
Asl Salerno: Gennaro Sosto.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti