Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

L’onorevole Del Basso De Caro presenta un’interrogazione sul comizio di Salvini ad Ariano

Pubblicato

-

L’on. Umberto Del Basso De Caro (PD), ha presentato un’interrogazione parlamentare sui fatti di sabato 12 settembre ad Ariano Irpino, per il comizio di Salvini, durante il quale è stato impedito a cittadini non graditi, di recarsi in Piazza Plebiscito. Durante il comizio, Salvini e altri esponenti della Lega sul palco, non hanno rispettato le norme anti-Covid . Di seguito l’interrogazione dell’onorevole Del Basso  De Caro:

Interrogazione a risposta scritta
Al Ministro dell’interno – Per sapere – premesso che:

sabato 12 settembre 2020, verso ore 9 e 30, il sen. Matteo Salvini si è recato a fare campagna elettorale ad Ariano Irpino (AV) dove si vota per il Comune e la Regione;

il sen. Salvini si è recato prima al carcere per fare propaganda elettorale con le guardie carcerarie, poi ha raggiunto Piazza Plebiscito dove ha tenuto un comizio a pochi Arianesi e, a parere dell’interrogante, ai molti militanti reclutati nella provincia;

già da venerdì 11 settembre è stato disposto l’impiego di un nutrito contingente di forze dell’ordine, compreso un elicottero che ha controllato Ariano Irpino dall’alto;

già prima del comizio erano presenti in piazza circa 20 automezzi tra blindati, autovetture e persino un’unità cinofila e il vice-questore di Ariano Irpino, dr.ssa Felicia Salerno;

sul palco, assieme a Matteo Salvini, erano presenti i 4 candidati alla Regione per la Lega nel collegio di Avellino: Generoso Cusano, già candidato 5 anni orsono per Forza Italia; Salvatore Vecchia, sindaco di Cassano e vice segretario provinciale della Lega; Biancamaria D’Agostino e Orsola De Stefano; erano presenti: il sen. Pasquale Pepe, l’avv. Marica Grande capolista per la Lega al Comune di Ariano, nonché Marco La Carità, candidato a sindaco di tutto il centrodestra;

caratteristica comune dei politici sul palco era quella di essere rigorosamente senza la mascherina di protezione contro il Covid-19 e, sotto al palco, i sostenitori erano accalcati tra loro e anch’essi senza mascherina;

in Piazza Duomo a decine di giovani arianesi è stato impedito di recarsi in Piazza Plebiscito, al comizio di Salvini, diversi cittadini sono stati identificati dalle forze dell’ordine e ad altri è stato impedito di entrare nella piazza dove si teneva il comizio perché considerati non favorevoli alla Lega:-

se sia a conoscenza di quanto esposto in premessa e quali ulteriori elementi di conoscenza intenda fornire, in particolare, in merito alla visita presso il carcere da parte dell’on. Salvini con riferimento alla normativa anti Covid;

se siano stati effettuati controlli, e con quale esito, riguardanti eventuali violazioni delle misure di contenimento anti Covid nel corso di tutta la manifestazione e, in caso di risposta negativa, per quali ragioni non siano state comminate le prescritte sanzioni, considerato il forte rischio di contagio in occasioni simili.

 

 

ON. UMBERTO DEL BASSO DE CARO

 

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti