Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Legge di Bilancio-Maraia (M5S):”Approvati provvedimenti importanti per le aree interne, quelle montane e per i piccoli comuni”

Pubblicato

-

In sede di approvazione del disegno di Legge di Bilancio annuale per il 2022 e pluriennale 2022-2024, sono stati introdotti importanti provvedimenti di varia natura, finalizzati non soltanto a limitare l’impatto della crisi pandemica sul tessuto sociale e produttivo, ma anche a porre le basi per una crescita economica di cui dovranno beneficiare soprattutto i ceti medio-bassi e le piccole e medie imprese.

Occorre in primo luogo sottolineare che, all’interno dell’attuale contesto politico ed istituzionale, è stato tutt’altro che semplice, da parte della rappresentanza parlamentare del Movimento 5 Stelle, portare avanti provvedimenti fondamentali per tutto il Paese e, soprattutto, per il Mezzogiorno.

In particolare, il comma 593 della Legge di Bilancio, al fine di promuovere e realizzare interventi per la salvaguardia e la valorizzazione della montagna, nonché misure di sostegno in favore dei comuni totalmente e parzialmente montani delle regioni e delle province autonome, istituisce un “Fondo per lo sviluppo delle montagne italiane”, con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2022 e 200 milioni di euro a decorrere dall’anno 2023. Questo Fondo sarà utilizzato per finanziare: a) interventi per la tutela e la promozione delle risorse ambientali dei territori montani; b) interventi che diffondano e valorizzino, anche attraverso opportune sinergie, le migliori iniziative in materia di tutela e valorizzazione delle qualità ambientali e delle potenzialità endogene proprie dell’habitat montano; c) attività di informazione e di comunicazione sui temi della montagna; d) interventi di carattere socio-economico a favore delle popolazioni residenti nelle aree montane; e) progetti finalizzati alla salvaguardia dell’ambiente e allo sviluppo delle attività agro-silvo-pastorali; f) iniziative volte a ridurre i fenomeni di spopolamento.

Inoltre, al comma 585, vengono incrementate le indennità di funzione per vicesindaci, assessori e presidenti dei consigli comunali dei comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti. Si tratta di una disposizione che intende tutelare alcune funzioni istituzionali che, nei piccoli comuni, si sono ritrovate ad affrontare numerosissime problematiche di varia natura nel corso della pandemia.

Ancora, al comma 589, nello stato di previsione del Ministero dell’Interno viene istituito un fondo con dotazione finanziaria pari a 5 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2022 al 2024, al fine di consentire agli enti locali l’adozione di iniziative per la promozione della legalità, nonché per misure di ristoro a favore degli stessi, o in favore di amministratori locali che abbiano subito atti di intimidazione connessi all’esercizio delle funzioni istituzionali esercitate.

Sul fronte delle infrastrutture in Campania, la mia azione si è focalizzata nuovamente sulla questione della “Strada Manna – Camporeale”, ottenendo l’approvazione alla Camera di un ordine del giorno sulla stessa Legge di Bilancio, con il quale il Governo si è impegnato a valutare di adottare provvedimenti al fine di garantire il prosieguo dei lavori della suddetta strada e la loro più celere conclusione, considerando tale opera non soltanto strategica per le aree interne della Campania e per i collegamenti fra i mari Tirreno ed Adriatico, ma anche imprescindibile per garantire l’intermodalità della nuova stazione “Hirpinia.

In sintesi, il Movimento 5 Stelle ha operato con ostinazione per proteggere alcune misure vitali, come il Reddito di Cittadinanza e il Superbonus, garantendone la proroga e il potenziamento. Sono state prorogate la maggior parte delle misure economiche del Governo Conte II come “Transizione 4.0”, i fondi per l’export, i fondi per sviluppo e ricerca, i bonus edilizi; vengono adeguate le pensioni dei Vigili del Fuoco a quelle delle forze di Polizia, sono messi a disposizione 3,8 miliardi di euro per affrontare il caro bollette, viene prorogata di tre mesi l’esenzione della tassa sui tavolini all’aperto per bar e ristoranti.

Sappiamo bene che su molteplici fronti l’azione del Parlamento e del Governo è stata insufficiente, ma l’impegno del Movimento 5 Stelle in direzione della crescita sostenibile e dell’equità sociale rimane immutato.

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti