Mettiti in comunicazione con noi

Cultura Eventi e Spettacolo

La Compagnia SulReale presenta: “A Christmas Carol”.

Pubblicato

-

Il 4 e 5 gennaio 2014 presso il Cine Oasi in Piazza Plebiscito ad Ariano Irpino:

La Compagnia SulReale, dopo lo straordinario successo con il musical Don Bosco, presenta un nuovo straordinario appuntamento con il teatro in collaborazione con il Centro Multidisciplinare D:N:A di Ariano Irpino e la Diocesi di Ariano Irpino – Lacedonia: A Christmas Carol il 4 e 5 Gennaio 2014 con tre spettacoli quotidiani ore 17:30, 18:45 e ore 20:00.

In un momento storico come il nostro, dove ad ogni angolo riusciamo a percepire solo notizie negative (dalla crisi economica, alle malattie e alle devastazioni della natura) ciò che cerchiamo di offrirvi è un angolino di mondo ove, pur se un breve lasso di tempo, la vostra anima viva momenti di tenerezza e amore. Quelle emozioni che ci danno la forza, l’attimo successivo, di affrontare con un piccolo sorriso questa realtà così opprimente.

Non è solo un’illusione, noi crediamo fermamente nella possibilità di offrirvi una “vista SulReale” del mondo reale, attraverso occhi diversi.

La magia di questo spettacolo è legata al fatto che il pubblico sarà a stretto contatto con gli attori, camminando al loro fianco e, pur osservando da terzi estranei, dopo qualche minuto sembrerà loro di essere i diretti destinatari degli avvertimenti dati dai 3 fantasmi. Vivranno in prima persona momenti della vita, passata e presente, del vecchio Ebenezer che, inevitabilmente, ricollegheranno alle proprie vite.

Così, alla fine di questo meraviglioso viaggio, ognuno porterà sicuramente dentro di un se un dono, un ricordo, un’emozione dimenticata, e speriamo un po’ della magia che il natale dovrebbe dare per affrontare il nuovo anno ossia la SPERANZA.


È la vigilia di Natale in una Londra di metà ‘800, il vecchio Ebenezer Scrooge, avaro e scorbutico proprietario di un negozio di cambio che mal sopporta il clima di festa e allegria che coinvolge la città, respinge a malo modo l’invito a cena da parte di suo nipote Fred, ed è restio a concedere al suo mal pagato collaboratore Bob Cratchit l’intera giornata di ferie in vista della festività del 25 dicembre.

Giunto l’orario di chiusura del negozio, dopo aver cacciato due uomini intenti a raccogliere donazioni per i poveri, Scrooge si reca solitario alla sua dimora, mentre consuma un frugale pasto prima di andare a dormire, riceve la visita di uno spirito, lo spirito di Jacob Marley, suo vecchio socio al negozio di cambio, morto esattamente sette anni prima, proprio la notte della vigilia di Natale.

Lo spirito di Marley appare a Scrooge contorniato da pesanti catene, forgiate in vita, come dice Marley stesso, conseguenza della sua avarizia e del suo egoismo; Scrooge spaventato, chiede al vecchio socio come poter evitare che gli accada la stessa sorte, così Marley rivela a Scrooge di essere ancora in tempo per mutare il suo destino e, prima di congedarsi, gli annuncia la prossima visita di altri tre spiriti, quello del Natale passato, del Natale presente e del Natale avvenire.

I tre spettri con flashback, realtà e premonizioni, riusciranno a mutare l’indole meschina di Scrooge, facendolo risvegliare la mattina di Natale con la consapevolezza che la ricerca del denaro e l’attaccamento alle sole cose materiali sono idoli sbagliati, mentre la carità e la fratellanza si faranno largo nel cuore del vecchio usuraio.


personaggi ed interpreti

regia Katia Cogliano

Scrooge –> Sergio Nocera
Narratrice –> Francesca Famiglietti
Spirito di Jacob Marley –> Alessandro Pagliaro
Spirito del passato –> Marianna Chiuchiolo
Spirito del presente –> Rossana Cardinale
Spirito del futuro –> Enza Pompeo
Nipote –> Cristina Santosuosso
Gentildonna –> Mara Vincelli
Scrooge junior –> Giuseppe Memoli
Fidanzata –> Ilaria Iuozzo
Impiegato –> Gerardo D’Addese
Moglie –> Carmela Pisano
Figlia –> Valentina Savino
Marta –> Lilia Sorrentino
Timmy –> Daniele Nocera
Usuraio –> Emanuela Cipriano
Signora Dilber –> Giulia Giorgione
Signora Bett –> Giulia Cardinale

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

ARIANO FOLKFESTIVAL 2022-domani con il gigante della controcultura inglese Don Letts, Joao Selva, Ladaniva, e tanti altri

Pubblicato

-

Dopo l’apertura con l’Orchestra Mendoza, e i Napalma e la seconda giornata con le sonorità orchestrali ed elettroniche di Will “Quantic” Holland, “il quartetto franco marocchino Bab L’Bluz e i suoni della tradizione portoghese mischiati all’elettronica moderna di Omiri, Ariano Folkfestival entra nel vivo presentando per il terzo giorno di programmazione un gigante della musica contemporanea: Don Letts. Dj, filmaker, musicista e conduttore di uno dei programmi più seguiti della BBC 6, Don Letts è una vera e propria leggenda della contro-cultura inglese della seconda metà degli anni ’70, noto per aver introdotto i ritmi jamaicani del reggae e della dub nella scena punk e new wave londinese. Questa sua scelta influenzò molti gruppi punk, tra i quali i Clash, che lo raffigureranno anche nella copertina di uno dei loro album. Alla carriera da dj, Don Letts ha affiancato quella da film maker, vincendo anche un Grammy nel 2003 per il documentario sui Clash “Westway to the World”. Don Letts chiuderà venerdì 19 agosto il Folkstage, che nella stessa sera accoglierà i Ladaniva, duo franco armeno a metà tra la chanson francese ed il folk armeno, unione della cantante armena Jacqueline Baghdasaryan e del polistrumentista francese Louis Thomas; e gli inglesi Mad Dog McCrea con la coinvolgente miscela di folk rock, pop, gypsy jazz, bluegrass, che racconta storie tradizionali di zingari, fate e pirati.

Protagonista del palcoscenico del Castel Stage sarà invece João Selva, con il suo tropicalismo, intriso di suoni funk, jazz e disco. Figlio di un pastore di Ipanema, João Selva è cresciuto a Rio de Janeiro in una comunità di ex prigionieri e artisti convertiti. Ha suonato le sue prime note su una chitarra sotto l’occhio vigile di Wanda Sá, una delle figure iconiche della Bossa Nova. Fin da subito ha cominciato ad approfondire la sua conoscenza della musica brasiliana, specializzandosi nella pratica della Capoeira Angola, Samba de Roda, Maracatu o Coco de Roda. All’età di 18 anni comincia la carriera di artista itinerante suonando spettacoli di music hall per bambini in Africa, Sud America e Caraibi, prima di stabilirsi nella città di Lione dove, inizia una vera carriera da solista.

Il venerdì sera dell’Ariano Folkfestival va avanti fino a notte fonda nella SonaZone con EL MAOUT. Artista francese a metà tra la musica e il teatro El Maout racchiude nella sua arte un linguaggio indecifrabile eppure comprensibile: una miscela musicale che rompe i codici consolidati attraverso una loop-station e altri strumenti, unendo l’hip hop alla musica elettronica e dando vita ad un groove basato sull’improvvisazione e sulla sovrapposizione di strati vocali.

Continua a leggere

Attualità

Ariano sotto le Stelle-Alla Taverna delle Monache serata di osservazione con telescopi professionali

Pubblicato

-

Ad Ariano Irpino, sabato 20 agosto presso Taverna delle Monache a partire dalle ore 20,00 con ingresso libero, ci sarà la possibilità di  osservare le stelle con telescopi professionali. Sarà un momento di divulgazione e conoscenza del cielo stellato, scoprendo galassie,annessi globuli e stellari,nebulose,materia oscura, con in opposizione Giove e Saturno. Osserveremo Giove con il suo occhio ciclonico e Saturno “il signore degli anelli”. Insomma una serata piena di emozioni stellari con l’astrofotografo Emanuele marrone.

Continua a leggere

Attualità

Rinvio dell’inaugurazione del Rione Tranesi e dell’evento “cretari”

Pubblicato

-

Si informa la cittadinanza che l’inaugurazione del rione Tranesi, fissata per domani 17 agosto 2022, insieme all’evento “Cretari” previsto per il 16 e il 17 agosto, sono  rinviati  per motivi tecnico-organizzativi a data da concordare, che verrà successivamente comunicata. 

Continua a leggere
Advertisement

Più letti