Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

ITS Antonio Bruno, pubblicato il bando per l’ammissione di 25 giovani

Pubblicato

-

L’ITS Fondazione “Antonio Bruno” di Grottaminarda ha pubblicato il bando di selezione per l’ammissione di 25 giovani diplomati al corso di “Tecnico Superiore per la Manutenzione secondo le tecnologie di Industry 4.0”.

Ci sarà tempo fino al 13 dicembre per inviare la domanda d’iscrizione e partecipare alle prove d’esame. In questo periodo di emergenza sanitaria, con la didattica completamente stravolta dalle nuove normative, l’ITS Fondazione “Antonio Bruno” dà un segnale di concretezza ed entusiasmo, rivolgendo la propria offerta formativa a tutti quei giovani che hanno voglia di entrare subito nel mondo del lavoro e sono attratti dall’innovazione tecnologica e dall’Industria 4.0.

Le aspettative delle aziende sono alte e sono numerose le richieste che arrivano all’ITS ‘Antonio Bruno’ per il reclutamento di diplomati che siano formati sulla manutenzione, l’automazione industriale, PLC, su macchine a controllo numerico e processi industriali avanzati”, dice il direttore tecnico dell’ITS di Grottaminarda, Carmine Tirri.

Il nuovo bando è alla ricerca di candidati che rispondano a tutte queste esigenze e, dopo la brillante chiusura del primo corso avviato nel 2018, la Fondazione è sicura che anche questa volta l’esito sarà favorevole. I neodiplomati sono stati letteralmente catturati dalle Aziende del nostro territorio continuaTirri che hanno creduto in questo tipo di istruzione ed hanno ulteriormente investito su di loro, ormai integrati completamente nel sistema produttivo Molte realtà irpine sono in fase di crescita e sono soprattutto orientate alle innovazioni tecnologiche ed all’applicazione delle discipline caratterizzanti l’Industry 4.0, l’ambito di interesse degli allievi che si iscrivono ai corsi ITS.

La didattica è strutturata in lezioni frontali e laboratori, da svolgersi in aula, e in 800 ore destinate allo svolgimento di tirocinio formativo presso le aziende partner. Aziende che sin dal primo momento hanno sostenuto la mission della Fondazione Bruno ed hanno risposto concretamente quando è arrivato il momento di coinvolgere gli studenti nelle loro dinamiche d’impresa.

Tutte le informazioni e il bando sono

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti