Mettiti in comunicazione con noi

News

Imu, firmato il decreto per il rimborso ai Comuni. Sbloccati 2,3 miliardi di euro

Pubblicato

-

Torna nelle casse dei Comuni la prima rata dell’Imu 2013. Graziano Delrio, ministro per gliAffari Regionali, ha annunciato di avere firmato il decreto che autorizza l’operazione. Il rimborsodell’imposta ammonta a 2,3 miliardi di euro. “Oggi è stata una buona giornata peri Comuni”, ha commentato l’ex presidente dell’Anci, al termine di una conferenza Stato-città tenutasi al Viminale.

Il provvedimento relativo al rimborso, ha spiegato il ministro, è già stato firmato dal ministro dell’Interno, Angelino Alfano, e sarà sottoscritto a breve anche dal titolare dell’Economia, Fabrizio Saccomanni. “Questo è un passo importante per la vita dei Comuni – ha sottolineato Graziano Delrio – e sono soddisfatto perché il governo ha tenuto fede a quanto promesso”. Il decreto prevede anche un fondo di solidarietà per i Comuni pari a 6,7 miliardi di euro, a cui sono stati aggiunti altri 120 milioni per costi aggiuntivi relativi agli immobili comunali. La notizia è stata confermata dal ministro degli Interni. “Ho appena firmato il decreto che attribuisce ai Comuni i soldi che compensano mancato introito dell’Imu”, ha annunciato Angelino Alfano su Twitter. “Tutto bene: i cittadini non pagano l’Imu, i Comuni continueranno tranquillamente ad erogare i loro servizi“.

“Attendiamo nelle prossime ore la firma del ministro dell’Economia, che consentirà la concreta erogazione ai Comuni delle somme dovute”, ha fatto sapere Piero Fassino, presidente dell’Anci. “Quanto alle proroghe dei termini per l’approvazione delle delibere di riequilibrio di bilancio e per l’utilizzo dell’anticipazione di tesoreria – continua il sindaco di Torino – sollecitiamo il governo ad intervenire al più presto, utilizzando per esempio, il decreto in materia di Iva in via di predisposizione”. E ancora: “Apprendiamo infine con favore la decisione della capigruppo della Camera che ha attribuito la procedura d’urgenza al ddl costituzionale sulle istituzioni territoriali”.

 

 

 

Fonte : “Il Fatto Quotidiano”

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

ATO RIFIUTI, SI DIMETTE BUONFIGLIO: NON CI SONO PIU’ LE CONDIZIONI PER PROSEGUIRE, LA PAROLA PASSI AI SINDACI

Pubblicato

-

Avellino, 6 dic – “La gestione dell’Ato rifiuti è sempre stata unitaria, condizione, questa, che è venuta meno con la riduzione del numero dei consiglieri di amministrazione e con la esigenza di eleggere un nuovo presidente. Non ci sono più le condizioni per tenere in vita un Consiglio di amministrazione di fatto paralizzato dal venir meno dell’equilibrio tra le forze politiche che ha fin qui consentito l’amministrazione dell’Ente.” E’ quanto scrive in una nota Michele Buonfiglio, componente del consiglio di amministrazione dell’Ato rifiuti irpino, che comunica di aver protocollato stamani le sue dimissioni dall’organismo. 

“In seguito alle elezioni amministrative dello scorso mese di novembre – aggiunge Buonfiglio – il consiglio di amministrazione dell’Ente si è ridotto da 12 a 8 membri. Tra i componenti decaduti c’era anche il Presidente. Il fatto che in quattro si siano candidati alla sua successione ha di fatto determinato la ingovernabilità dell’Ente e ha fatto maturare in alcuni di noi la necessità di rassegnare le dimissioni.”

“Considero, pertanto, concluso il mandato di questo Consiglio di amministrazione e ritengo necessario ridare la parola ai sindaci affinché ne eleggano uno nuovo”, chiude Buonfiglio.

Continua a leggere

Attualità

Forum dei Giovani di Ariano-Al via la seconda edizione di Arianopoly

Pubblicato

-



Continua a leggere

Attualità

Confesercenti, Marinelli: Salvi-Amo il Natale, un’iniziativa per promuovere il commercio irpino. Aperta la campagna di adesione

Pubblicato

-

«Salvi-Amo il Natale. È il nome della nuova campagna che ci apprestiamo a lanciare, per promuovere e rivitalizzare, in modo concreto, il commercio di prossimità in Irpinia, in occasione delle festività. Un’operazione per evitare che la pandemia e le grandi piattaforme digitali mettano nell’angolo negozi, ristoranti, alberghi e piccole botteghe. All’iniziativa possono aderire tutti gli operatori del territorio». Ad affermarlo è Giuseppe Marinelli, presidente della Confesercenti provinciale di Avellino.

«Le attività che decideranno di partecipare – ha proseguito il dirigente dell’associazione di categoria – potranno emettere dei buoni regalo, con una scontistica a propria scelta, per incentivare gli acquisti, ed affidare l’eventuale invio del regalo, sotto forma di voucher, al destinatario, tramite il nostro servizio di spedizione convenzionato. L’obiettivo è offrire agli esercizi del territorio l’opportunità di usufruire di un servizio moderno, che li ponga al passo con il commercio elettronico, valorizzando però le specificità locali e la relazione diretta tra operatori e clienti. L’adesione all’iniziativa è gratuita e consente un’ampia visibilità attraverso i social dedicati. Alla riuscita dell’operazione ovviamente concorreranno i consumatori e gli utenti, ai quali non possiamo che evidenziare l’utilità, ma anche l’innovatività di questa campagna, che salvaguarda l’economia locale e rappresenta il primo passo per un commercio territoriale più avanzato. A “Salvi-Amo il Natale” possono aderire negozi di tutte le categorie merceologiche, empori artigianali, bar, pizzerie, pub, enoteche, ristoranti, alberghi, agenzie viaggio e centri servizi, proponendo promozioni di qualunque tipo, concordate preventivamente. Per informazioni e adesionicontattare, in orari di ufficio, la sede provinciale di Confesercenti Avellino, sita in viale Italia n. 53, al numero di telefono 0825-679256 oppure al 393 9202600».

Continua a leggere

Più letti