Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

ESPERTI PORTOGHESI AL GENIO CIVILE DI AVELLINO PER SPERIMENTARE LA TECNICA DEL FUOCO PRESCRITTO

Pubblicato

-

QUANDO INCENDIARE IN MANIERA PROGRAMMATA PRODUCE VANTAGGI PER LA PREVENZIONE DEGLI INCENDI E PER LA GESTIONE AGRO-FORESTALE

 

Importante appuntamento internazionale organizzato dal Genio Civile di Avellino lunedi 23 aprile alle ore 10,00 presso la sala convegni della Protezione Civile Provinciale in via Serroni a Mercogliano, per divulgare l’applicazione del fuoco prescritto, quale tecnica non solo di prevenzione incendi, ma anche utile strumento a servizio della gestione agro-forestale.

Il Portogallo, infatti, è il paese europeo all’avanguardia nell’uso del fuoco prescritto e, pertanto, esperti portoghesi verranno in Irpinia e supporteranno le attività scientifiche curate da docenti del  Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche (DiSTABiF) della Università della Campania Luigi Vanvitelli.

L’evento è organizzato dal Genio Civile di Avellino in collaborazione con la Comunità Montana del Partenio Vallo di Lauro, l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali ed il Collegio dei Geometri della provincia di Avellino.

Una due-giorni dove non solo si presenterà la tecnica con i più importanti esperti a livello nazionale   ed europeo, ma si sperimenterà l’applicazione pratica con un cantiere-scuola presso la pineta di S. Anna a Mercogliano, gentilmente messa a disposizione dal Sindaco Carullo.

E’ importante essere consapevoli che Il fuoco non è solo un nemico dell’ambiente ma, quando è impiegato da personale abilitato e praticato in maniera scientifica, può essere una risorsa preziosa non solo per prevenire gli incendi ma anche per migliorare i pascoli e i foraggi, per preparare il terreno alla semina, per abbattere le cariche patogene presenti nei terreni, per rinnovare i boschi e le foreste e per controllare la vegetazione infestante.

Lo sapevano bene gli antichi agricoltori e pastori che usavano incendiare pascoli e sottobosco per ridare vigore ai terreni e migliorare i raccolti: una pratica oggi impiegata in modo non controllato o abusivo e che, spesso, produce, come conseguenza, l’innesco di violenti incendi che devastano ettari ed ettari di bosco.

Proprio per consentire l’applicazione del fuoco prescritto al mondo agricolo e forestale nella piena legalità, la Regione Campania si è dotata nel 2016 di un’apposita legge regionale che disciplina le modalità di espletamento del fuoco prescritto sia a fini agricoli che a fini scientifici o di prevenzione incendi.

 

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Covid in Irpinia-14 positivi in provincia, 3 casi a Serino

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 168 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 14 persone:

– 1, residente nel comune di Ariano Irpino;
– 1, residente nel comune di Atripalda;
– 1, residente nel comune di Avella;
–  4, residenti nel comune di Avellino;
– 1, residente nel comune di Cervinara;
– 1, residente nel comune di Montefredane;
– 1, residente nel comune di Santo Stefano del Sole;
– 3, residenti nel comune di Serino;
– 1, residente nel comune di Solofra.
L’Azienda Sanitaria Locale ha avviato indagine epidemiologica sui contatti dei casi positivi.
 

Continua a leggere

Attualità

ATO RIFIUTI, SI DIMETTE BUONFIGLIO: NON CI SONO PIU’ LE CONDIZIONI PER PROSEGUIRE, LA PAROLA PASSI AI SINDACI

Pubblicato

-

Avellino, 6 dic – “La gestione dell’Ato rifiuti è sempre stata unitaria, condizione, questa, che è venuta meno con la riduzione del numero dei consiglieri di amministrazione e con la esigenza di eleggere un nuovo presidente. Non ci sono più le condizioni per tenere in vita un Consiglio di amministrazione di fatto paralizzato dal venir meno dell’equilibrio tra le forze politiche che ha fin qui consentito l’amministrazione dell’Ente.” E’ quanto scrive in una nota Michele Buonfiglio, componente del consiglio di amministrazione dell’Ato rifiuti irpino, che comunica di aver protocollato stamani le sue dimissioni dall’organismo. 

“In seguito alle elezioni amministrative dello scorso mese di novembre – aggiunge Buonfiglio – il consiglio di amministrazione dell’Ente si è ridotto da 12 a 8 membri. Tra i componenti decaduti c’era anche il Presidente. Il fatto che in quattro si siano candidati alla sua successione ha di fatto determinato la ingovernabilità dell’Ente e ha fatto maturare in alcuni di noi la necessità di rassegnare le dimissioni.”

“Considero, pertanto, concluso il mandato di questo Consiglio di amministrazione e ritengo necessario ridare la parola ai sindaci affinché ne eleggano uno nuovo”, chiude Buonfiglio.

Continua a leggere

Attualità

Forum dei Giovani di Ariano-Al via la seconda edizione di Arianopoly

Pubblicato

-



Continua a leggere

Più letti