Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

ENRICO FRANZA SINDACO DI ARIANO IRPINO. VITTORIA SCHIACCIANTE CON IL 65,9% DELLE PREFERENZE. “COMINCIA UNA NUOVA ERA PER LA CITTA’”

Pubblicato

-

Il Primo Cittadino apre subito al dialogo con tutte le forze politiche
La percentuale è del 65,9%. Il numero dei voti 8249, quasi quattromila in più rispetto al candidato della coalizione di centrodestra Marco La Carità. Successo straordinario per Enrico Franza che viene eletto a larghissima maggioranza Sindaco di Ariano Irpino, incrementando le proprie preferenze di circa 2500 unità rispetto al primo turno, che lo aveva visto ottenere comunque un considerevole successo con il 39,9% delle preferenze. Il nuovo primo cittadino della città del Tricolle, espressione della coalizione di centrosinistra, è stato accolto da un caloroso applauso, quando, giunto in piazza Duomo, presso la sede del coordinamento elettorale, ha speso le prime parole di ringraziamento per la cittadinanza che ha riposto in lui una fiducia che giura di poter ripagare: “Sarò fedele agli impegni assunti in campagna elettorale – ha dichiarato – aprendo a quel dialogo politico che ho sempre sollecitato, e dal quale occorre partire per il bene della città”. La sua è una apertura alle forze politiche “anche di opposizione, perché si possa davvero operare in un’ottica di collaborazione volta a tutelare l’interesse pubblico”. Una vittoria larga, che fortifica l’idea che “la città deve ora rinascere, e per farlo occorrerà anche la partecipazione attiva al nostro programma amministrativo da parte di tutti i cittadini. Il loro consenso non si esaurisca in un voto di delega, ma sia l’inizio di una politica partecipata e viva, nella quale ognuno avrà il diritto ed il dovere di dare il proprio apporto”. La rinascita di Ariano è l’obiettivo primario, sorretto dalla voglia di mettersi subito al lavoro, per riprendere “un discorso che si era interrotto qualche mese fa e dal quale vogliamo ripartire, con una squadra forte, competente e coesa”. A tutti i candidati che lo hanno accompagnato in questa lunga tornata elettorale Franza ha rivolto il suo ringraziamento, evidenziando come la squadra sia rimasta coesa e compatta anche dopo il primo turno. La vittoria è dedicata a loro, ma anche a tutte le persone che si sono impegnate al suo fianco durante la campagna elettorale, ed in particolare “alla mia famiglia, che mi ha accompagnato durante il mio cammino, sostenuto nei momenti difficili, e non mi ha mai fatto mancare il suo apporto. Questa grande vittoria voglio dedicarla però, in particolare, a mio zio Luigi, che mi ha incoraggiato, consigliato e sostenuto sin dal primo momento”.

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti