Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Confesercenti, Marinelli: più investimenti per l’Irpinia con il Recovery fund, puntando su terziario e turismo

Pubblicato

-

“Occorre una presa di posizione netta e chiara delle istituzioni del territorio e della politica per garantire all’Irpinia adeguati investimenti per il rilancio economico e sociale, attraverso i finanziamenti del Recovery fund”. Così Giuseppe Marinelli, presidente provinciale di Confesercenti.

“Ancora una volta, purtroppo – ha proseguito il dirigente dell’associazione di categoria –, si palesa il rischio concreto che la provincia di Avellino ed in generale le aree interne ed il Mezzogiorno tutto vengano penalizzate dalle scelte che si compiono sul piano nazionale. Il Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, definito dal governo, non solo ha praticamente escluso l’Irpinia, salvo l’ipotesi progettuale avanzata dall’Asi per la piattaforma logistica Valle Ufita, ma ha distribuito in maniera iniqua le risorse, che avrebbero dovuto concentrarsi nelle aree che maggiormente richiedono interventi strutturali, in particolare nel Sud. Gli obiettivi individuati, poco lungimiranti e scarsamente innovativi, peraltro, rischiano di trasformare l’intera misura in un flop. Serve, invece, una visione di insieme che indirizzi gli interventi in direzione di un ammodernamento del Paese, a partire dai comprensori più fragili, valorizzando le specificità territoriali, in chiave di conversione e rigenerazione ecologica, di efficientamento e miglioramento qualitativo dei servizi e di avanzamento tecnologico”.

“E’ su queste premesse – ha concluso Marinelli – che sollecitiamo istituzioni e classe politica ad attivarsi in maniera coesa e concreta per invertire la rotta, al fine di cogliere l’opportunità rappresentata dal Recovery fund, per lo sviluppo e la crescita sociale dell’Irpinia e dell’intero Paese. Una scommessa che può essere colta riservando l’attenzione necessaria al turismo, alle produzioni tipiche, al commercio di vicinato, all’artigianato, per arrestare il processo di desertificazione in atto ed aprire nuove prospettive, investendo una quota significativa degli stanziamenti sulla tutela e promozione del patrimonio naturalistico, culturale ed artistico, su infrastrutture materiali ed immateriali, sull’innovazione digitale di aziende e pubblica amministrazione, sulla formazione professionale di cittadini, lavoratori ed imprenditori. La Confesercenti provinciale di Avellino, dal canto suo, è pronta a confrontarsi con tutti gli attori istituzionali, offrendo il proprio contributo in termini di idee e proposte”.

Attualità

Massimo Villone: “Bisogna contrapporsi nettamente all’autonomia differenziata”

Pubblicato

-

Bonaccini, presidente della regione Emilia Romagna, boccia la linea politica del PD, ritenuta troppo a sinistra. Il congresso è alle porte e Bonaccini scalda i motori ponendosi in pole position per essere eletto segretario. Il futuro condottiero del PD reputa indispensabile dare immediata attuazione al regionalismo differenziato che è parte integrante del programma di governo inserito nella legge di bilancio. Dimentica il Meridione che si avvia allo spopolamento, senza i giovani quest’area non avrà le braccia e le intelligenze per risollevarsi dal declino. Bonaccini insieme a Zaia e Fontana, quest’ultimi presidenti delle regioni Veneto e Lombardia, vogliono il regionalismo differenziato senza l’approvazione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni (LEP) che consentirebbero di riconoscere diritti minimi ed uguali a tutti i cittadini. Grave è il pericolo della balcanizzazione del paese, nessuna voce, in campagna elettorale, propone il rilancio del meridione privo di infrastrutture moderne che possano consentire le sfide commerciali con i competitor internazionali. Il regionalismo differenziato rompe il patto costituzionale dell’Unità e della coesione territoriale, sul tema i partiti, di maggioranza ed opposizione, hanno calato un vergognoso silenzio. Il pericolo è chiaro e imminente, il tema è stato ripreso da Massimo Villone, professore emerito di Diritto Costituzionale dell’Università Federico II di Napoli su “Il Manifesto” dell’8 agosto 2022: “Ora che l’autonomia è ufficialmente nel programma elettorale del centrodestra il silenzio non può continuare. Bisogna contrapporsi nettamente”.

Continua a leggere

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere
Advertisement

Più letti