Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Confesercenti Avellino: prestiti alle imprese irpine in netta flessione

Pubblicato

-

“Gli ultimi dati sul credito, che fanno segnare una netta flessione dei prestiti alle imprese, confermano le preoccupazioni relative alle difficotà di accesso ai canali bancari per le piccole attività, soprattutto in Irpinia e più in generale nel Mezzogiorno”. Ad affermarlo è Giuseppe Marinelli, presidente della Confesercenti provinciale di Avellino.

“I rapporti di Unione europea e Banca d’Italia – prosegue il dirigente dell’associazione di categoria –  rassegnano una situazione molto preoccupante, da tempo sollevata dagli operatori. Se l’Italia risulta essere la maglia nera d’Europa, per quel che riguarda la concessione di prestiti alle imprese, con una flessione media nel primo semestre del 2023 del 4,2%, che raggiunge il 6,5% per le ditte individuali, il Sud d’Italia rappresenta l’area geografica più fortemente penalizzata. Sull’ intero stock di prestiti concessi nel primo trimestre dell’anno corrente, le regioni del Sud continentale rappresentano soltanto una quota del 14% e la Campania, prima regione per popolazione del Mezzogiorno, meno del 5%, con un importo di 5,8 miliardi di crediti concessi, a fronte di 120,7 miliardi complessivamente destinati alle piccole imprese del Paese, nei vari comparti. Le aree interne della Campania sono quelle più marginali rispetto ai flussi di finanziamento. Il mercato industriale può però almeno attingere ai fondi dell’Ue per recuperare risorse per gli investimenti, opzione non praticabile per le microattività commerciali, i cui spazi di agibilità sono molto ristretti. 

Dopo gli effetti positivi delle garanzie statali sui prestiti bancari, registrati nella fase dell’emergenza Covid, si avverte una forte inversione di tendenza, determinata dalle critiche condizioni macroeconomiche e dall’aumento dei tassi imposto da Bruxelles, che hanno reso sempre più complicato l’accesso al credito bancario e più onerose le condizioni di restituzione dei capitali, con costi supplementari per l’Irpinia ed il Sud in generale, rispetto al Nord del Paese, una penalità aggiuntiva che da anni pesa sul sistema produttivo locale”.

“La drammatica situazione che abbiamo di fronte – ha concluso Marinelli – richiede quindi interventi a più livelli, a cominciare da una riorganizzazione del Fondo fi garanzia nazionale destinato alle Piccole e medie imprese, ad un ruolo attivo degli enti regionali, per aprire nuove opportunità per le attività maggiormente colpite da questo processo”.

Attualità

Suicidio nel carcere di Ariano – Detenuto di 34 anni si toglie la vita

Pubblicato

-

Un detenuto italiano di 34 anni si è tolto la vita all’interno del carcere di Ariano Irpino, in provincia di Avellino. Lo riferisce Aldo Di Giacomo, segretario nazionale del Sindacato di polizia penitenziaria. L’uomo era stato trasferito per motivi di ordine e sicurezza da Carinola, in provincia di Caserta, dove nei giorni scorsi – secondo quanto si apprende – aveva aggredito quattro agenti penitenziari.
Secondo quanto sostiene Aldo Di Giacomo, segretario generale del Sindacato di polizia penitenziaria Spp, si tratterebbe del “sesto suicidio in 8 giorni in Campania. Forse qualcuno pensa che non intervenendo si svuoteranno le carceri. Il governo e l’amministrazione penitenziaria non sono in grado di contrastare questo stillicidio di vite umane, nessun provvedimento concreto è stato messo in campo per evitare l’amplificarsi del fenomeno che oramai ha assunto livelli record con 42 suicidi dall’inizio dell’anno. Il cambio di rotta tanto auspicato non vi è stato con questo governo. E’ aumentata l’indifferenza ai problemi delle carceri”.

Continua a leggere

Attualità

Venerdì 14 giugno spettacolo teatrale “Noi siamo qui per uccidere la guerra” con la compagnia teatrale “La Fermata”

Pubblicato

-

Venerdì 14 giugno, ore 19:30, presso LA FERMATA TEATRO (via Intonti, Largo Sant’Angelo, Ariano Irpino) va in scena NOI SIAMO QUI PER UCCIDERE LA GUERRA (ingresso gratuito). Una performance totale, che cerca di combattere la brutalità dei conflitti con le uniche armi a disposizione per chi si occupa di cultura: la letteratura, il teatro, la musica, l’arte… la bellezza. La Compagnia Teatrale “La Fermata” incontra Annibale Cogliano, professore di Storia e Filosofia, e ragiona con lui su quale possa essere il modo migliore per parlare di guerra, in un periodo in cui la guerra non è solo un rischio (ma tangibilmente un fatto di cronaca reale); lo spettacolo parte da alcuni scritti dello studioso gesualdino, per poi dipanarsi in dinamiche simboliche e drammaturgiche – prendendo a piene mani da Brecht e Pinter – volte alla rappresentazione di un concetto che non può più essere ignorato o solo analizzato: viviamo giorni in cui la guerra va contrastata, ognuno come può, ognuno a modo suo. 

Con: Gilda Ciccarelli, Francesco Teselli, Vincenzo Ciardullo, Maddalena Piccolo, Carlo Uva, Luigi Petrillo e Francesco Piscitelli. E con la straordinaria partecipazione di Nicola Euplio Vitale.

Drammaturgia e regia di Francesco Teselli e Gilda Ciccarelli.

Testi storiografici di Annibale Cogliano. Adattamenti teatrali da Bertold Brecht e Harold Pinter.

Continua a leggere

Attualità

Cisl Fp Irpinia Sannio – Il nuovo Segretario è Natalino Giorgione

Pubblicato

-

Il Direttivo Aziendale Cisl Fp Irpinia Sannio si è riunito per nominare il nuovo assetto della segreteria aziendale. I componenti della neo segreteria sono stati eletti all’unanimità indicando in Natalino Giorgione il nuovo Segretario Aziendale insieme ai componenti della segreteria Filippo Grasso detto Stefano e Diego Balestrieri. Queste le prime dichiarazioni del neo segretario Giorgione:” “Voglio ringraziare la segreteria provinciale della Cisl fp e il direttivo – ha dichiarato Natalino Giorgione – per questo incarico così prestigioso. Lo spirito, la forma mentis con cui mi accingo a portare avanti questo nuovo impegno, in primis é quello di sapere ascoltare e cercherò di essere il più possibile diretto, pratico e operativo nella ricerca, nello studio e nella proposta di soluzioni da condividere con la segreteria.
L’unico obiettivo comune deve essere quello di fare bene sindacato. Credo che con il
direttore Mario Ferrante non avremo problemi a raggiungere obiettivi e richieste sindacali
a tutela dei lavoratori.”

Un ringraziamento viene rivolto alla segretaria generale Irpinia sannio Sonia Petrucciani
e al capo dipartimento sanità pubblica Walter Perillo

Continua a leggere
Advertisement

Più letti