Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Casalbore torna a camminare, successo per l’evento del 2 giugno

Pubblicato

-

Si chiude con ottimi risultati l’ultima tappa del progetto “I Cammini della Via Francigena del Sud”.

Si è conclusa la terza e ultima tappa del progetto “I Cammini della Via Francigena del Sud”, ospitata mercoledì 2 giugno presso il suggestivo borgo irpino di Casalbore. Oltre quaranta partecipanti, divisi in gruppi al fine di garanti re il rispetto di tutti i protocolli e disposizioni anti-COVID19 hanno camminato per più di tre ore alla scoperta dei tratturi e dei tratturelli presenti sul territorio del comune, con soste anche in ambito urbano per ammirare alcune delle maggiori evidenze storiche, artistiche e archeologiche presenti a Casalbore. Il Tempio Italico, al Grotta di San Michele e la Chiesa Rupestre di Santa Maria dei Bossi, sono stati così protagonisti di una giornata alla riscoperta dei segreti e delle bellezze della Valle del Miscano. Non è mancata la sosta alla Torre Normanna e la visita al Museo dei Castelli unico percorso didattico-espositivo dedicato alla scoperta delle fortificazioni della provincia di Avellino, dove i visitatori hanno avuto anche l’occasione di partecipare ad un laboratorio interattivo di degustazione degli oli locali. A chiudere il tutto, una ricca sosta ristoro presso l’ampia corte della Torre Normanna accompagnata da musica popolare. L’evento si è dimostrato un successo che testimonia la grande voglia di ripartenza delle aree interne della regione Campania. L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Casalbore e co-finanziata dal POC Campania 2014-2020. “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura. Programma regionale di eventi e iniziative promozionali”. Si ringrazia per il contributo dato all’organizzazione la ProLoco Pangea a tutti gli attori locali.

Attualità

Massimo Villone: “Bisogna contrapporsi nettamente all’autonomia differenziata”

Pubblicato

-

Bonaccini, presidente della regione Emilia Romagna, boccia la linea politica del PD, ritenuta troppo a sinistra. Il congresso è alle porte e Bonaccini scalda i motori ponendosi in pole position per essere eletto segretario. Il futuro condottiero del PD reputa indispensabile dare immediata attuazione al regionalismo differenziato che è parte integrante del programma di governo inserito nella legge di bilancio. Dimentica il Meridione che si avvia allo spopolamento, senza i giovani quest’area non avrà le braccia e le intelligenze per risollevarsi dal declino. Bonaccini insieme a Zaia e Fontana, quest’ultimi presidenti delle regioni Veneto e Lombardia, vogliono il regionalismo differenziato senza l’approvazione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni (LEP) che consentirebbero di riconoscere diritti minimi ed uguali a tutti i cittadini. Grave è il pericolo della balcanizzazione del paese, nessuna voce, in campagna elettorale, propone il rilancio del meridione privo di infrastrutture moderne che possano consentire le sfide commerciali con i competitor internazionali. Il regionalismo differenziato rompe il patto costituzionale dell’Unità e della coesione territoriale, sul tema i partiti, di maggioranza ed opposizione, hanno calato un vergognoso silenzio. Il pericolo è chiaro e imminente, il tema è stato ripreso da Massimo Villone, professore emerito di Diritto Costituzionale dell’Università Federico II di Napoli su “Il Manifesto” dell’8 agosto 2022: “Ora che l’autonomia è ufficialmente nel programma elettorale del centrodestra il silenzio non può continuare. Bisogna contrapporsi nettamente”.

Continua a leggere

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere
Advertisement

Più letti