Mettiti in comunicazione con noi

Politica

Amministrative 2014. Siamo già in clima elettorale.

Pubblicato

-

E’ iniziata la lunga volata della campagna elettorale per le prossime amministrative che si svolgeranno nella primavera del 2014. Il gruppo che fa capo all’on. Zecchino ha rotto il ghiaccio, mettendo sulla rampa di lancio come prossimo candidato sindaco della loro lista il giovane Alessandro Ciasullo, ed è bastata questa scintilla per scatenare sul tricolle un vero e proprio terremoto di candidati, che ha fatto saltar fuori una serie di nominativi alcuni dei quali già noti alle cronache politiche locali ed altri invece intenzionati a farsi largo insieme a nuove forze politiche che sono in via di definizione. Ma andiamo con ordine, come dicevamo i primi a dare un nome agli elettori sono stati i Popolari per Ariano, che hanno fatto ricadere la scelta su un giovane emergente, con una esperienza di campagna elettorale alle spalle nella passata tornata amministrativa e primo dei non eletti nella lista appunto dei Popolari per Ariano. Questa manovra ha subito surriscaldato gli animi ed il primo a far intendere che non saranno accettati nomi non condivisi è stato l’ex capogruppo in consiglio comunale di Liberi e Forti Pasqualino Santoro, il quale ha dichiarato ” che se il nominativo lo propone una forza soltanto, significa che lo stesso rappresenterà solo la forza politica che lo ha nominato”. Da qui in avanti si sono succeduti i nomi dei vari rappresentanti delle altre forze politiche che non vogliono restare indietro in questa fase di “riscaldamento dei motori” ed anche i quotidiani locali sembrano a caccia di nomi da proporre per alzare il livello dello “scontro elettorale” e magari per vendere qualche copia in più. E così vediamo apparire l’ex Assessore Provinciale Gino Cusano in pole per guidare la coalizione di centro-destra , seguito da un altro big della politica arianese già sindaco nel periodo 2004-2009 Domenico Gambacorta e di un sempreverde Avv.Giuseppe Lo Conte per gli amci “Pino”. Questi i nomi piu’ gettonati nel centro-destra, raggiunti nelle ultime ore da un candidato giovane che è stato lanciato dalle pagine di facebook e che risponde al nome di Marco Ciano già collaboratore in provincia dell’Assessore Cusano e che probabilmente dovrebbe, nella strategia di chi lo ha proposto, fare da contraltare alla candidatura di Alessandro Cisaullo per i Popolari arianesi. Mentre nel centro-destra si lavora speditamente, nel centro-sinistra vengono timidamente fatti i nomi dei soliti “noti” Antonio Ninfadoro,Giovanni La Vita,Carmine Peluso,Pasqualino Molinario e dell’avvocato Domenico Carchia. Il centro-sinistra sembra essere ancora alle prese con la decisione se effettuare o no le primarie per la scelta del candidato sindaco , cosa questa che al momento sembra piu’ un ostacolo che una risorsa per la coalizione che nei mesi scorsi aveva lanciato l’iniziativa e che ora sembra che nessuno voglia piu’ percorrere in attesa di sviluppi. Nel quadro generale che va costruendosi restano da inquadrare la figura del geometra Antonio Santosuosso, che negli ultimi tempi sembra sia diventato uno dei sicuri candidati di una lista civica e della lista che fa riferimento al movimento 5 stelle di Beppe Grillo chiamata “Ariano a 5 Stelle” e che nelle settimane scorse aveva portato a termine una serie di incontri per definire i nomi dei candidati da presentare nella lista e molto probabilmente indicare anche il nome del candidato sindaco. La campagna elettorale è iniziata con qualche mese di anticipo e vedremo cosa ci riserverà nelle prossime settimane.

Advertisement
11 Comments

Attualità

L’avvocato Giarnese nominato commissario politico di Forza Italia del Comune di Ariano

Pubblicato

-

Il coordinatore regionale di Forza Italia Fulvio Martusciello su proposta del coordinatore provinciale di Avellino Carmine De Angelis e del vicario Giovanni Puopolo , nomina quale commissario politico di Forza Italia del Comune di Ariano Irpino l’avvocato Giancarlo Giarnese. “Sono certo” afferma Martusciello “che otterremo importanti risultati costruendo un partito partecipato che si proporrà alla guida della città di Ariano”.

Continua a leggere

Attualità

ELEZIONI POLITICHE 2022 – Orario apertura Ufficio Elettorale per rilascio certificati

Pubblicato

-

In occasione delle Elezioni Politiche 2022 di domenica 25 settembre 2022, l’Ufficio Elettorale in Via Prolungamento Marconi, sarà aperto esclusivamente per il rilascio dei certificati di iscrizione alle liste elettorali, nei seguenti orari:

giovedì 18 agosto dalle ore 9,00 alle ore 11,30 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30

venerdì 19 agosto dalle ore 9,00 alle ore 11,30 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30

sabato 20 agosto dalle ore 9,00 alle ore 11,30 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30

domenica 21 agosto dalle ore 8,00 alle ore 20,00

lunedì 22 agosto dalle ore 8,00 alle ore 20,00.

Continua a leggere

Attualità

Massimo Villone: “Bisogna contrapporsi nettamente all’autonomia differenziata”

Pubblicato

-

Bonaccini, presidente della regione Emilia Romagna, boccia la linea politica del PD, ritenuta troppo a sinistra. Il congresso è alle porte e Bonaccini scalda i motori ponendosi in pole position per essere eletto segretario. Il futuro condottiero del PD reputa indispensabile dare immediata attuazione al regionalismo differenziato che è parte integrante del programma di governo inserito nella legge di bilancio. Dimentica il Meridione che si avvia allo spopolamento, senza i giovani quest’area non avrà le braccia e le intelligenze per risollevarsi dal declino. Bonaccini insieme a Zaia e Fontana, quest’ultimi presidenti delle regioni Veneto e Lombardia, vogliono il regionalismo differenziato senza l’approvazione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni (LEP) che consentirebbero di riconoscere diritti minimi ed uguali a tutti i cittadini. Grave è il pericolo della balcanizzazione del paese, nessuna voce, in campagna elettorale, propone il rilancio del meridione privo di infrastrutture moderne che possano consentire le sfide commerciali con i competitor internazionali. Il regionalismo differenziato rompe il patto costituzionale dell’Unità e della coesione territoriale, sul tema i partiti, di maggioranza ed opposizione, hanno calato un vergognoso silenzio. Il pericolo è chiaro e imminente, il tema è stato ripreso da Massimo Villone, professore emerito di Diritto Costituzionale dell’Università Federico II di Napoli su “Il Manifesto” dell’8 agosto 2022: “Ora che l’autonomia è ufficialmente nel programma elettorale del centrodestra il silenzio non può continuare. Bisogna contrapporsi nettamente”.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti