Mettiti in comunicazione con noi

Politica

Amministrative 2014 – Harambee:”La coalizione va avanti e si lavora all’unità”.

Pubblicato

-

Si è tenuto ieri l’incontro politico che Harambee ha organizzato presso la sua sede operativa con tutte le forze di cambiamento. Sono intervenute dieci sigle fra partiti, associazioni, gruppi e comitati e numerosi cittadini non appartenenti a nessuna organizzazione.

Presenti il PD, il Comitato secondo circolo PD, Arianize You, Giovanni la Vita, Procivitate per Prebenna, Cittadinanza Attiva, l’Associazione Vita, Ariano Cambia, Sel.Dopo l’introduzione del portavoce di Harambee Fabrizio Procopio, la discussione è stata aperta da Franco Grasso (SeL) che ha tenuto un intervento di dura condanna delle ultime amministrazioni di centro destra. Poi il dibattito ha visto una decina di interventi. In sintesi le primarie non sono state escluse da nessuno e quasi all’unanimità vengono indicate come soluzione ideale. I punti programmatici sono stati accettati come buona base di partenza da tutti gli intervenuti. Quanto all’esclusione dalle liste e dalle candidature alle primarie di chi ha già amministratore, qualche perplessità è emersa. Tuttavia nulla di impraticabile discussione. Procopio nelle conclusioni ha rinviato, col bene stare di tutti, al prossimo incontro che sarà convocato da Harambee già in questa settimana. Così Procopio portavoce di Harambee: nonostante alcuni momenti di frizione per vecchie ruggini ci sono comunque tutte le condizioni per proseguire il ragionamento, il cambiamento non può attendere, Harambee non si ferma, si va avanti a testa alta. Nel prossimo incontro sarà comunicato il nome e il simbolo della coalizione.
Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Rimpasto nella Giunta Comunale di Ariano Irpino. Sindaco Franza: “Abbiamo affrontato difficoltà, ma siamo uniti. Ora rilancio dell’azione amministrativa”

Pubblicato

-

Il sindaco di Ariano Irpino ha firmato in questi ultimi giorni i provvedimenti con i quali ha proceduto a una revisione delle deleghe assessorili e alla nomina di quattro nuovi assessori.
Ieri, l’ultimo ingresso in giunta della consigliera del Partito Democratico in Consiglio Comunale, la Prof.ssa Grazia Vallone, alla quale è stato conferito il ruolo di Vicesindaca in sostituzione del dimissionario Dr. Carmine Grasso e alla quale sono state assegnate le deleghe all’Istruzione e Politiche giovanili, Urbanistica e PNRR.
Il Sindaco, ringraziando ancora una volta gli assessori uscenti per l’impegno e la collaborazione profusi, ha portato a termine questa complessa fase di “rimpasto” che ha visto, al di là delle legittime e comprensibili perplessità da parte di qualcuno, ad un rinnovo della giunta in soli dieci giorni, riequilibrando le deleghe in base ad un criterio di omogeneità e operatività.
“Le note vicende dei giorni scorsi – afferma il sindaco Franza – ci hanno indotto a una riflessione e a una riorganizzazione della giunta. Una squadra di governo, è una vera squadra, se si misura con le difficoltà che incontra sul proprio cammino, compiendo scelte, prendendo decisioni, con la necessaria maturità e responsabilità. Io l’ho fatto, noi l’abbiamo fatto, non senza gravità, ma soltanto ed esclusivamente nell’interesse della comunità che abbiamo l’onore di rappresentare. In sostituzione del Dr. Carmine Grasso, è stata nominata assessora, con il ruolo anche di vicesindaca, la Prof.ssa e consigliera Grazia Vallone, alla quale ho ritenuto opportuno conferire la delega all’Istruzione e politiche giovanili, pienamente nelle sue competenze, e la delega all’Urbanistica e PNRR, conferita al

gruppo PD che saprà certamente coordinare, insieme con la maggioranza tutta, il complesso processo di trasformazione della visione della città e della gestione dei fondi PNRR che abbiamo già ricevuto e riceveremo. La neo assessora Maria Elena De Gruttola, rappresentante della componente socialista in coalizione, che ringrazio per aver già preso in carico la piena organizzazione degli eventi natalizi, assume la responsabilità della Cultura, della Promozione del territorio e turismo e dello sviluppo sostenibile, temi confacenti alla sua formazione e alla sua professione e che rappresentano un impegno certamente gravoso, ma che sono certo saprà onorare. Desidero, inoltre, ringraziare il consigliere Toni La Braca, del gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle, per averaccettatol’incaricodi assessore con delega all’Ambiente e al Patrimonio, un compito questo che richiede disponibilità, costanza e dedizione, oltre che responsabilità e ingegno, qualità queste che non mancano al neo assessore.
Ringrazio ancora la Dr.ssa e neo assessora al Bilancio e Contenzioso, Angela Perito, che rientra come rappresentante in giunta della lista civica “Ariano Futura”, insieme con il già assessore alle Politiche Sociali e Abitative, Dr. Pasqualino Molinario, per la grande disponibilità dimostrata nell’assunzione di incarichi così gravosi, in particolar modo, in questa fase così delicata dell’economia del nostroPaese. Ma il ringraziamento – prosegue Franza – lo estendo a tutta la giunta e a tutte le forze di maggioranza che hanno compreso perfettamente il momento, e nonostante delle frizioni evidenti, non lo nascondo, si è riusciti ad essere ancora squadra e far fronte comune. Tutti si sono messi a disposizione, ognuno per il proprio ruolo e per le proprie competenze, per rilanciare l’azione amministrativa, per troppo tempo, depotenziata e rallentata anche dalla mancanza di un adeguato numero di risorse umane impiegate e tali da far fronte con la massima efficienza alle molteplici problematiche della Città di Ariano. Oggi – conclude il sindaco – con la riorganizzazione degli uffici e con quella della nostra squadra vogliamo stabilire un nuovo punto di partenza, forti dei risultati raggiunti e delle esperienze compiute e pienamente consapevoli di quelle che ci attendono.Non siamo all’anno zero, tutt’altro, maper me, per noi,èquestoil momento giusto per dare nuova linfa al nostro operato, intensificando quel rapporto di fiducia con tutti i cittadini, con chi ci ha votato e con chi ha scelto altri, perché la città è una, la comunità è una e ne condividiamo il destino. Siamo uniti, consapevoli delle responsabilità, avvertiamo forte l’onere delle scelte da compiere e l’onere di doverle compiere. Al prossimo consiglio comunale, che verrà da qui a qualche giorno , vi presenterò i componenti della nuova giunta e la squadra rinnovata tra i banchi della maggioranza consiliare. Un caro abbraccio a tutti.”

Continua a leggere

Attualità

Autonomia Regionale Differenziata; Ponzio Pilato si lava le mani

Pubblicato

-

Il momento richiede scelte decise, siamo giocatori non spettatori. L’attacco portato dalla Lega e da Calderoli, ministro degli affari regionali e delle autonomie, con la proposta di Autonomia Regionale Differenziata (ARD), è funesta per l’unità della Repubblica. Oltre ad eliminare ogni barlume di Unità Nazionale, rende immodificabile la sperequazione socio economica tra le due macro aree del paese. La legge di iniziativa popolare di Modifica dell’articolo 116, comma 3 e 117 comma 1, 2, 3 messa in campo da Villone ed altri, condivisa dai sindacati della scuola, inclusi quelli di destra, crea le condizioni per il dibattito politico, nel parlamento e nel paese, sul tema dall’ARD, oscurato dai media. Si può non concordare con l’impianto complessivo della proposta di legge Villone, ma non si può non riconoscere che è l’unica proposta seria presente sul tappeto, che potrebbero acuire i silenti contrasti emersi nel governo. Né è sentore il fatto che, il ministro Calderoli, si è peritato di rispondere agli articoli del Prof. Villone considerando la legge di iniziativa popolare di modifica della Costituzione, una leva per far accantonare per il momento, la realizzazione dell’ARD. In questo contesto, così grave per la Repubblica, i partiti contrari al regionalismo differenziato, dovrebbero chiedere agli iscritti di predisporre i banchetti da Nord a Sud, isole incluse, per denunciare l’infamia dell’ARD. Non è più tempo di presentarsi come Ponzio Pilato che si lava le mani, non basta pubblicare proclami, bisogna scendere in campo. Il Meridione è l’area più povera dell’UE, non siamo in Africa, spetta a tutti i soggetti politici e sociali battersi per la dignità dei meridionali considerati stranieri in patria.

Continua a leggere

Attualità

Crisi Ariano. Maraia: “Si torni a mettere al centro l’interesse della città. Basta con l’indegno gioco di poltrone”

Pubblicato

-

Le beghe interne ai partiti quali PD e M5S non possono ripercuotersi sul presente e sul futuro di Ariano. Il teatrino che sta andando in scena è intollerabile perché non c’è di mezzo l’interesse della città ma solo quello personale di chi ricopre ruoli istituzionali come consigliere, presidente ,assessori. Quindi è un gioco di poltrone, indegno, che va fermato il prima possibile. Si torni a mettere al centro l’interesse della città: su questo vanno colte in maniera costruttiva anche le critiche delle opposizioni, in modo tale da creare con le stesse un dialogo in quanto ci sono sul tavolo miliardi del PnRR che rischiamo di mandare indietro se non progettiamo le opere da realizzare sul nostro territorio, soprattutto quelle riferite alla stazione Hyrpinia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti