Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

AIFF 10-Domenica 7 agosto si chiude con un red carpet indimenticabile

Pubblicato

-

La decima edizione dell’Ariano International Film Festival si avvia a chiudere i battenti, ma non senza prima offrire al suo pubblico una serata indimenticabile, domenica 7 agosto2022. Attesi infatti, sul red carpet della kermesse, allestito nella suggestiva Villa Comunale di Ariano Irpino, numerosi ospiti. Provenienti dal piccolo e dal grande schermo, personaggi con anni e anni di carriera alle spalle e giovani promesse dello star system, volti che hanno fatto e ancora fanno la storia del cinema e della televisione italiani.

Ad aprire le danze, uno dei nomi più celebri dell’universo hollywoodiano: Ron Moss. L’attore, noto per aver dato vita a Ridge Forrester nella soap Beautiful, presenta nella sala dell’Auditorium Comunale il suo ultimo lavoro, Viaggio a sorpresa. Scritto e diretto da Roberto Baeli, il film prende ispirazione dalla reale esperienza di Moss, che ha di recente acquistato una masseria in Puglia, rafforzando così il suolegame con il nostro Belpaese.

Altro gradito ospite e membro della giuria tecnica dell’AIFF 10 Marzio Honorato, che ha calcato le scene dei teatri d’avanguardia sin da ragazzo, guadagnandosi rispetto e fama. La grande occasione è arrivata con Eduardo De Filippo, e da lì non si è più fermato. L’attore napoletano è conosciuto dal grande pubblico per il ruolo di Renato Poggi nella soap Un posto al sole, di cui fa parte dal lontano 1996.

Attesa sul red carpet dell’Ariano International Film Festival anche Lorena Cesarini, che ha trovato la notorietà con una delle maggiori serie Netflix degli ultimi anni, Suburra. La sua Isabel buca lo schermo sin dalla primissima apparizione, lasciando un segno profondo nei cuori degli spettatori. L’attrice è stata una delle cinque co-conduttrici, sul palco dell’Ariston, durante la 72esima edizione di Sanremo.

Ancora dal piccolo schermo, provengono Matteo PaolilloArtem e Antonio Orefice, protagonisti dell’amata serie Rai Mare fuori, di cui sono in corso le riprese della terza e ultima stagione. Tra la televisione, il cinema e la musica, i tre ragazzi sono riusciti a ritagliarsi uno spazio ben preciso all’interno dello star system e a regalare grandi emozioni a chi li segue ormai da anni. Nello show che li ha resi famosi, vestono rispettivamente i panni di EdoardoPino e Totò.

Si chiude in bellezza la passerella di questa decima edizione, con uno degli interpreti più simpatici e ricercati della sua generazione: Cristiano Caccamo. Attualmente impegnato con il sequel della commedia Una famiglia mostruosa, l’attore è diplomato al Centro Sperimentale di cinematografia e ha al suo attivo opere di successo del piccolo e grande schermo, oltre a programmi televisivi di richiamo, quali Celebrity Hunted: Caccia all’uomo Alessandro Borghese – Celebrity Chef.

                                                                                                                                                                  *Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.
* Per maggiori dettagli, consultare il sito dell’AIFF.

Attualità

Camera di Commercio: Amalia Della Sala di Confesercenti eletta nella giunta dell’ente

Pubblicato

-

La Confesercenti provinciale di Avellino, guidata da Giuseppe Marinelli, esprime soddisfazione per l’elezione nella nuova giunta della Camera di Commercio Irpinia-Sannio di Amalia Della Sala, affermata imprenditrice nel settore dei servizi alle imprese, titolare dell’agenzia Dielle Servizi, che saprà ben rappresentare la posizione dell’associazione, nell’interesse della categoria e più in generale per il rilancio economico del territorio, forte delle sue competenze professionali e dell’esperienza maturata sul campo.Le province di Avellino e Benevento hanno bisogno, soprattutto in un quadro generale di grandi difficoltà che stanno attraversando le imprese e le famiglie, determinate prima dall’emergenza sanitaria Covid 19 e poi dall’aumento indiscriminato dei costi energetici e dal rialzo dell’inflazione, in un contesto internazionale particolarmente delicato, di una strategia di intervento a favore delle aree interne, che possa arginare, con un’azione sinergica di istituzioni centrali e locali,  la crisi ed in prospettiva creare condizioni per una ripresa duratura delle attività produttive e del terziario.La Confesercenti, da parte sua, rafforzerà il proprio impegno sul territorio, potenziando la rete organizzativa ed i servizi a supporto delle imprese, raccogliendo come sempre le istanze degli operatori e confrontandosi, con spirito collaborativo ed in piena autonomia, con le istituzioni pubbliche, avanzando proposte per la risoluzione dei problemi.

Continua a leggere

Attualità

Comitato SAT : “I Tecnici della Prevenzione della ASL: insufficienti e da incrementare”

Pubblicato

-

Il tecnico della prevenzione è la figura istituita dal Servizio Sanitario Nazionale, a cui competono tutte le attività di prevenzione, verifica e controllo, in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro. Il Servizio di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro (S.P.S.A.L.), viene spesso confuso con gli operatori dell’Ispettorato del Lavoro che però, rivestono competenze completamente diverse. Il personale della ASL deve verificare l’aspetto relativo alla sicurezza nelle operazioni mansionali svolte durante il lavoro e la salubrità dei luoghi in cui il lavoro si svolge, l’Ispettorato invece, verifica soprattutto l’aspetto amministrativo e la regolarità del lavoro (lavoro nero). La legge “Vangelo” per i tecnici della prevenzione è il D. Lgs. 81/08 (Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro) che, all’articolo 13 comma 1, sancisce le competenze del tecnico della prevenzione. L’articolo recita: “la vigilanza sull’applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è svolta dall’Azienda Sanitaria Locale competente per territorio e per quanto di specifica competenza…”. Il Servizio di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro fa parte del Dipartimento di Prevenzione della ASL di Avellino. Al momento dell’unificazione delle due ASL preesistenti, quella di Ariano e quella di Avellino (circa 10 anni fa), la dotazione di personale del Servizio di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro, era così composta: 1 funzionario responsabile, 11 tecnici della prevenzione, 3 impiegati amministrativi, per un territorio che comprende ben 118 Comuni dell’intera Provincia. Nel corso degli anni, a seguito del pensionamento dei dipendenti, il personale del servizio si è man mano ridotto, fino ad arrivare all’attuale situazione in cui sono rimasti soltanto 1 responsabile e 6 tecnici della prevenzione, mentre, e va sottolineato, l’area territoriale è rimasta invariata. Se ne deduce pertanto che in media, ogni tecnico attualmente deve occuparsi di ben 20 Comuni. Il luogo di lavoro è dove si svolge una qualsiasi attività lavorativa in cui è presente almeno un lavoratore, quindi il campo ispettivo, spazia dal commercio, all’agricoltura, all’edilizia e all’industria. I tecnici, oltre a quella ispettiva, in caso di infortuni nei luoghi di lavoro, rivestono anche la funzione di Ufficiale di Polizia Giudiziaria nelle indagini, che vengono svolte su delega della Procura. Nella prefissata ottica di collaborazione, anche evidenziando carenze ed esigenze, considerando che sul mercato del lavoro i tecnici non mancano, chiediamo al nuovo Direttore Generale della ASL di Avellino da poco insediatosi: “perché, anche per far diminuire le prestazioni sanitarie per chi si ammala o si infortuna nei luoghi di lavoro, non assume altri tecnici della prevenzione, attualmente in numero assai esiguo per controllare un territorio vasto e con molti fattori di rischio per la salute dei cittadini e dei lavoratori?”. Se si verificassero meno infortuni e meno malattie legate all’ambiente lavorativo, oltre alla salute della comunità, ne gioverebbe anche il bilancio della ASL.

Continua a leggere

Attualità

L’Alto Calore sospende l’erogazione idrica per rottura condotta adduttrice

Pubblicato

-

L’Alto Calore Servizi ha comunicato che, a causa di rottura delle condotte adduttrici in agro di Villamaina e Apice, in data odierna mercoledì 28 settembre, è sospesa l’erogazione idrica.
Sono in corso i lavori di riparazione, per i quali si prevede l’ultimazione in serata, pertanto potrebbero verificarsi disfunzioni all’erogazione idrica nel pomeriggio/sera.
Il presente comunicato stampa, viene predisposto dal Comune di Ariano Irpino a seguito di comunicazione ricevuta in data odierna, dall’Alto Calore Servizi, a mezzo pec.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti