Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Usura bancaria, Federitalia: da Avellino oltre 30 richieste di aiuto da parte di imprenditori

redazione

Pubblicato

-

Bonvicini: “L’usura bancaria viene accertata nel 99% dei casi che trattiamo”

‘Usura bancaria e di Equitalia – Come difendersi prima di essere aggrediti’, grande successo per il convegno organizzato dall’associazione Guida la tua vita in sinergia con Federitalia e con il patrocinio dell’ordine dei commercialisti e degli esperti contabili della provincia di Avellino e per la presentazione dello sportello arianese di Federitalia. L’evento, ideato da Alberto Scaperrotta, sarà replicato ad Avellino, a Benevento e a Salerno. Fioccano le richieste di analisi dei conti corrente da parte di cittadini e imprenditori da tutta la provincia di Avellino; in due giorni, il neonato sportello di Federitalia di Ariano Irpino è stato letteralmente sommerso di richieste di assistenza legale per problemi legati alle banche. “La provincia di Avellino sta adesso reagendo a fenomeni quali l’usura bancaria e l’anatocismo. Sono già oltre trenta le richieste di aiuto da parte di imprenditori avellinesi a Federitalia. Da questa provincia, inoltre, sono numerose le segnalazioni di assistenza per analizzare le cartelle di Equitalia, che presentano un difetto di trasparenza: il cittadino da solo non riesce a capire quale tasso paga e su quale capitale, spiega Wally Bonvicini, imprenditrice, presidente nazionale di Federitalia, giunta ad Ariano Irpino con il suo staff per il convegno organizzato da ‘Guida la tua vita’ e per l’inaugurazione dello sportello dell’associazione, che si occupa di fornire assistenza legale e tecnica alle persone in difficoltà con le banche e con Equitalia. In che modo Federitalia aiuta semplici cittadini ed imprenditori? Così Wally Bonvicini: “Attraverso perizie econometriche accertiamo l’usura bancaria, che viene riscontrata nel 99% dei casi che trattiamo. Dopo aver accertato l’usura, può scattare la procedura prevista dal fondo antiusura, che immediatamente blocca i termini di pagamento alle banche, consentendo alle persone di ripartire e di riprendere in mano la propria vita. In pratica, quando scatta la legge antiusura, i cittadini devono restituire alle banche soltanto il capitale mentre gli interessi non devono essere più pagati. Ciò che noi consigliamo sempre ai cittadini è di analizzare i conti e verificare quanto realmente hanno pagato il denaro; se viene superato il tasso soglia, calcolato ogni tre mesi, si è in usura. Inoltre, Federitalia assiste i cittadini relativamente alla scelta della forma giuridica più opportuna per ogni impresa”, conclude Bonvicini.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

MARAIA(M5S): INTERPELLANZA URGENTE SU AUTOSTRADE E PONTE MORANDI!

redazione

Pubblicato

-

Oggi ho presentato un’interpellanza urgente,insieme alla collega commissione Trasporti Carmela Grippa,al (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid in Irpinia-79 persone positive in provincia, 16 casi ad Avellino

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.337 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 79 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

“Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, una seduta di Consiglio Provinciale allargata alla presenza di tutti i sindaci”. L’iniziativa del presidente Biancardi

redazione

Pubblicato

-

L’attività dell’amministrazione provinciale per redigere una proposta complessiva dell’Irpinia per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza prosegue senza sosta. L’ente ha costituito un servizio specifico per le Politiche Europee. Dallo scorso 17 febbraio, sta raccogliendo l’adesione e i progetti dei singoli Comuni che sono stati invitati a partecipare. Questo percorso fa seguito alla fase d’ascolto promossa dal presidente Domenico Biancardi nei mesi scorsi. Agli uffici della Provincia sono anche arrivate proposte da parte di associazioni ed Enti Parco. Di pari passo, sta andando avanti il lavoro di approfondimento da parte dello stesso presidente Biancardi, con i consiglieri provinciali e i tecnici. (altro…)

Continua a leggere

Più letti