Mettiti in comunicazione con noi

Comune

Prorogati i termini per la regolarizzazione degli alloggi popolari abusivi.

redazione

Pubblicato

-

Il Sindaco Domenico Gambacorta e l’Assessore ai Servizi Sociali e Patrimonio comunicano la riapertura dei termini per la regolarizzazione delle occupazioni abusive degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

La Regione Campania, con la legge n. 16 del 7 agosto 2014 ha riaperto i termini per regolarizzare il rapporto locativo per coloro che, alla data del 31 dicembre 2010, occupano senza titolo alloggi comunali e di proprietà Iacp.

Possono accedere alla sanatoria tutti coloro che non sono titolari di decreti di assegnazione definitiva.

 

Entro il 30 novembre 2014 potranno presentare domanda per la regolarizzazione, utilizzando la modulistica allegata:

per gli alloggi di proprietà dell’Istituto Autonomo Case Popolari la domanda dovrà essere presentata agli uffici dell’Istituto Autonomo per le Case Popolari di Avellino;

per gli alloggi di proprietà del Comune la domanda dovrà essere presentata al Protocollo Generale in Piazza Plebiscito, 1 – II piano.

 

Le domande saranno esaminate subito dopo la chiusura del termine di presentazione.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio ERP, sito al Palazzo degli Uffici – IV piano – tel. 0825 875508.

 

 

 

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Emergenza Covid in Irpinia- 107 positivi in provincia, 23 casi ad Ariano

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 884 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID  107 persone:

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Comune- Per l’ 8 Marzo iniziative per contrastare in ogni ambiente di vita e di lavoro la violenza contro le donne e le discriminazioni di genere

redazione

Pubblicato

-

L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino in occasione dell’8 marzo, giornata (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Patto Civico – Il giallo dei fondi della “Zona Rossa”

redazione

Pubblicato

-

Comunicato Patto Civico
La vicenda dei 778 mila euro dei ristori zona rossa va diventando paradossale.
Stanziati a inizio ottobre 2020.
Nella disponibilità del Comune almeno dal 26/11/2020.
Materialmente accreditati il 17/12/2020.
Il 18/01/2021 ci hanno raccontato che per la loro erogazione era necessario confrontarsi con gli imprenditori, e che a tal fine era stata già Costituita la Consulta delle Attività produttive.
La Consulta è invece stata costituita l’11.02.2021.
Apprendiamo stamattina dalla stampa che quella Consulta non si è mai insediata, e che attende ancora di essere convocata..
In tutto questo i fondi giacciono comodamente nelle casse comunali, inutilizzati, molte famiglie sono allo stremo, da lunedì molte attività, già al tappeto, chiuderanno di nuovo per la nuova zona rossa. E nel Consiglio Comunale di lunedì si discuterà del Consiglio delle donne e della Commissione Toponomastica.
Tutto ciò non è più tollerabile.
Per favore datevi una mossa!
(altro…)

Continua a leggere

Più letti