Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Obiettivo inclusione sociale – La Diocesi di Ariano Irpino seleziona stranieri per 10 borse di lavoro.

Pubblicato

-

La Diocesi di Ariano Irpino seleziona stranieri per 10 borse di lavoro con l’obiettivo di riscattarli dal disagio sociale causato loro dalla mancanza di lavoro. L’iniziativa è promossa nelle ore in cui risuona ancora il monito del pontefice, che ha ribadito nel suo viaggio pastorale in Romania l’apertura della Chiesa alla massima inclusione e integrazione a prescindere dalle differenze di genere, cultura, confessione religiosa, etnia o provenienza.

Il Vescovo della Diocesi di Ariano Lacedonia Sergio Melillo

L’annuncio delle borse lavoro è arrivato direttamente dal Vescovo di Ariano Irpino, monsignor Sergio Melillo. “La diocesi di Ariano Irpino – Lacedonia, tramite Caritas, Pastorale sociale per il lavoro e Progetto Policoro, in collaborazione con la cooperativa sociale Artour, promuove il progetto ‘Tutti insieme per mano’, finanziato con i fondi 8×1000 della Chiesa Cattolica italiana grazie alla campagna ‘Liberi di partire, liberi di restare. Si tratta di una selezione pubblica per 10 borse lavoro-contributo al reddito destinate agli stranieri presenti nel territorio diocesano, per superare il disagio socio economico legato alla mancanza di lavoro e promuovere l’inclusione sociale degli individui“.

Le borse lavoro non sono figurative, ma impegnano i beneficiari a realizzare opere al servizio della Chiesa della Valle Ufita e del Calaggio. Nello specifico i soggetti beneficiari dovranno espletare, sotto la direzione della cooperativa, le seguenti attività : interventi di manutenzione volti al miglioramento/conservazione dell’arredo e del decoro urbano delle parrocchie e assistenza logistica nelle manifestazioni organizzate dalle parrocchie della Diocesi di Ariano Irpino – Lacedonia. Nell’impegno i dieci selezionati non saranno soli, il borsista sarà affiancato da un tutor di riferimento, opportunamente formato dal Corso di Mediatore Culturale, parte integrante del Progetto ‘Tutti insieme per mano’, il quale avrà la funzione di accompagnamento e sostegno del borsista nel contesto lavorativo, con particolare riferimento alla programmazione ed organizzazione dei compiti e delle mansioni previste nel progetto. Quanto all’impiego dello straniero, il borsista dovrà garantire la presenza di almeno 15 ore settimanali presso i luoghi interessati dall’attività progettuale. ll progetto nasce da una riflessione sulle parole più profonde e vere pronunciate da Papa Francesco, che in occasione della Giornata del Migrante e del Rifugiato, ha parlato delle paure che suscita l’immigrazione e sulla necessità di non permettere a queste paure di determinare le risposte, condizionare le scelte e compromettere rispetto e generosità.

Attualità

Inaugurata la nuova sede dell'”Associazione Vita”

Pubblicato

-

L’ Associazione Vita ha inaugurato questa mattina la nuova sede nel Centro Sociale di rione Martiri (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Guasto alla TAC del P.O. di Ariano. Da domani di nuovo operativa

Pubblicato

-

LAsl di Avellino, nello scusarsi con la cittadinanza per il disagio, comunica che da domani sarà di nuovo operativa la Tac presso il P.O. Frangipane di Ariano Irpino. La ditta manutentrice, con la quale è in vigore un contratto di manutenzione di tipo full-risk sullapparecchiatura in questione, sta provvedendo in queste ore aripristinare il suo regolare funzionamento. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Il “Down Tour” fa tappa ad Avellino

Pubblicato

-

L’Associazione Italiana Persone Down sta (altro…)

Continua a leggere

Più letti