Mettiti in comunicazione con noi

Cronaca

Nuovo furto ad Ariano in un’abitazione di contrada Ponnola.

redazione

Pubblicato

-

Torna l’incubo delle rapine nelle abitazioni ad Ariano, questa volta a farne le spese è stata una famiglia residente in contrada Ponnola che ha subito il furto di oro e contanti per un ammontare di circa 20.000€. Dalle prime indiscrezioni trapelate, sembra che i malviventi si siano intrufolati all’interno della villa approfittando dell’assenza dei proprietari recatisi al lavoro ed assenti per l’intera giornata. Nelle ultime settimane si sono succeduti episodi che hanno messo in allarme l’intera popolazione del tricolle e sopratutto le famiglie residenti nelle zone rurali. Gli agenti del commissariato di polizia, insieme ai carabinieri della stazione di Ariano invitano i residenti a fornire informazioni utili che potrebbero portare ad individuare i responsabili di queste azioni criminose.

Attualità

Guerino Gazzella, vicesegretario regionale Noi Campani:Solidarietà a Giuseppe, discriminato perché gay

redazione

Pubblicato

-

Giuseppe, un ragazzo di 17 anni di Grottaminarda, è stato vittima di un gravissimo episodio di discriminazione di natura omofoba.
Artefici di questo ignobile gesto un gruppo di suoi coetanei che hanno agito nell’indifferenza di quanti erano presenti.

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

GdF-Maxi truffa per oltre 7milioni di euro nel settore delle energie rinnovabili

redazione

Pubblicato

-

I finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Ariano Irpino hanno concluso una complessa e prolungata attività di indagine che ha portato all’esecuzione di un provvedimento di avviso di conclusione delle indagini, ex art. 415 bis c.p.p., nei confronti di (altro…)

Continua a leggere

Attualità

ONORANZE FUNEBRI: UECOOP, SOS CRIMINALITA’ BUSINESS VALE 2 MLD

redazione

Pubblicato

-

Con un giro d’affari che supera i 2 miliardi di euro a livello nazionale il business del caro estinto in Italia conta oltre diecimila realtà specializzate che ogni giorno offrono i propri servi alla comunità sulle quali pesa la minaccia di operatori disonesti, condotte delinquenziali e anche l’interesse illecito della stessa criminalità organizzata. E’ quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop), su dati Unioncamere in relazione all’inchiesta di Catania che ha portato all’arresto di 9 persone che depredavano le salme nelle camere mortuarie dell’ospedale di Caltagirone, sabotavano i concorrenti con minacce di morte e aggredivano il personale sanitario che per l’emergenza Covid aveva tentato di allontanarli dal pronto soccorso. (altro…)

Continua a leggere

Più letti