Mettiti in comunicazione con noi

Cronaca

Noto imprenditore di Ariano indagato con l’accusa di corruzione.

redazione

Pubblicato

-

Dopo un anno di indagini, la Procura di Bologna ha inviato a Massimiliano Parpiglia, tenente colonnello della Guardia di Finanza, e all’imprenditore Saverio Moschillo di

Ariano Irpino, l’avviso di conclusione delle indagini preliminari che di solito precede la richiesta di rinvio a giudizio. Le indagini, avviate nel 2012, riguardano una verifica fiscale eseguita da Parpiglia, che all’epoca dei fatti era il numero due del Nucleo di Polizia tributaria, sulla Falber Confezioni, l’azienda di Moschillo (ex vicepresidente vicario della Camera della moda di Milano) che produce noti marchi della moda: John Richmond e Husky solo per citarne alcuni. I reati contestati dai pm Antonio Gustapane e Antonella Scandellari, titolari delle indagini, sono corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e favoreggiamento personale. A Parpiglia viene contestato di aver ricevuto dall’imprenditore un Rolex e di essersi fatto pagare svariate cene in locali lussosi. In cambio il finanziere avrebbe compiuto azioni o omissione per aiutare Moschillo nelle fasi conclusive dell’attività di verifica, oltre che in quella successiva dell’accertamento eseguito dall’Agenzia delle Entrate di Forlì. A Moschillo, che deve rispondere dello stesso capo di imputazione di Parpiglia, viene anche contestato di aver ostacolato i militari della Guardia di finanza, durante una perquisizione, arrivando anche a minacciarli. Per quanto riguarda la vicenda di Rimini Yacht, del bolognese Giulio Lolli, secondo l’ipotesi degli inquirenti la verifica fiscale effettuata sull’azienda non solo fu pilotata, ma fu uno stratagemma escogitato da Lolli con la mediazione dell’ex generale della Gdf Angelo Cardile (che si è suicidato l’1 luglio durante una perquisizione per questa vicenda e molto amico di Parpiglia): una verifica positiva sarebbe stata infatti equivalente a una certificazione di una situazione finanziaria buona, quando in realtà la società era in dissesto.

 

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

GdF-Maxi truffa per oltre 7milioni di euro nel settore delle energie rinnovabili

redazione

Pubblicato

-

I finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Ariano Irpino hanno concluso una complessa e prolungata attività di indagine che ha portato all’esecuzione di un provvedimento di avviso di conclusione delle indagini, ex art. 415 bis c.p.p., nei confronti di (altro…)

Continua a leggere

Attualità

ONORANZE FUNEBRI: UECOOP, SOS CRIMINALITA’ BUSINESS VALE 2 MLD

redazione

Pubblicato

-

Con un giro d’affari che supera i 2 miliardi di euro a livello nazionale il business del caro estinto in Italia conta oltre diecimila realtà specializzate che ogni giorno offrono i propri servi alla comunità sulle quali pesa la minaccia di operatori disonesti, condotte delinquenziali e anche l’interesse illecito della stessa criminalità organizzata. E’ quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop), su dati Unioncamere in relazione all’inchiesta di Catania che ha portato all’arresto di 9 persone che depredavano le salme nelle camere mortuarie dell’ospedale di Caltagirone, sabotavano i concorrenti con minacce di morte e aggredivano il personale sanitario che per l’emergenza Covid aveva tentato di allontanarli dal pronto soccorso. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Scoperta autocarrozzeria abusiva,due persone denunciate

redazione

Pubblicato

-

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino, all’esito di controlli ad officine meccatroniche, hanno denunciato due uomini del posto ritenuti responsabili dei reati di “Ricettazione”, “Abusivo esercizio di una professione”, “Furto” e “Attività di gestione di rifiuti non autorizzata”. (altro…)

Continua a leggere

Più letti