Mettiti in comunicazione con noi

News

Lettera aperta alla candidata Carmela Grasso

redazione

Pubblicato

-

Dall’On. Aleandro Longhi, riceviamo e pubblichiamo:

“Gent.ma dr.ssa Grasso,

Lei è la candidata della destra nel collegio Ariano  Irpino – Alta Irpinia. Non si sente a disagio ad essere la candidata di Forza Italia, il cui leader indiscusso è l’ottantenne pregiudicato Silvio Berlusconi? È sostenuta da ex fascisti, razzisti, xenofobi, nonché dalla Lega, che giova ricordarlo, ha sempre considerato i Meridionali “esseri inferiori” rispetto ai “Padani”. Lei non può certo definirsi, come pure ama dire, il nuovo che avanza: fa politica con annunci improbabili. Tra i suoi slogan: “basta il gioco della vecchia politica”; “il 4 marzo sarà la data della liberazione dell’Irpinia dal giogo che la opprime, per tanto, troppo tempo”; “il territorio viene prima di tutto!”. Ma lei non ha le carte in regola per ergersi a paladina della nuova politica: è stata consigliera comunale, suo marito è stato assessore provinciale, chi meglio di voi rappresenta la vecchia politica?  Si rende conto che lei si presenta come paladina di un territorio martoriato, anche per sue responsabilità politiche, per quelle di suo marito e dell’attuale sindaco di Ariano Irpino, nonché presidente della Provincia di Avellino, Domenico Gambacorta, che, come vice coordinatore di Forza Italia ha presentato la sua candidatura?                                                                              Lei rifiuta il confronto con gli altri candidati, ha disertato finora per ben due volte le assemblee indette dalla CGIL per il confronto tra i vari candidati. I suoi avversari non sono certo quelli del PD, coi quali dopo le elezioni, Forza Italia potrebbe fare un inciucio, né quelli dei Cinque Stelle, che, come hanno annunciato, dopo le elezioni potrebbero fare un appello per un governo con chi ci sta e anche in questo caso, la destra e/o il PD, potrebbero essere disponibili. Il suo avversario naturale, è il candidato di Liberi e Uguali, Antonio Caggiano, che, contrariamente  a lei, non è mai stato candidato per nessun partito, viene dalla società civile ed è candidato come indipendente in LeU, che ha come leader l’ex magistrato Pietro Grasso e non il pregiudicato Silvio Berlusconi. Il dr. Caggiano è impegnato sui problemi del lavoro, del sociale, della salute, della cultura, della giustizia, é contro il clientelismo, a favore di tutto ciò che rende liberi dal bisogno. Si è fatto da solo, e dopo lunga gavetta, è diventato responsabile della comunicazione di Rai Uno. È un giornalista impegnato per rendere gli Irpini e gli Italiani, liberi e uguali. Se lei, egregia dr.ssa Grasso, in qualità di candidata della destra, non teme il confronto, perché non fa un dibattito pubblico col dr. Caggiano, della sinistra, per confrontarsi su come dovrebbe essere la buona politica?”

Attualità

Gestione illecita di rifiuti e truffa, denunciato un imprenditore

redazione

Pubblicato

-

I Carabinieri della Stazione Forestale di Ariano Iirpino, a seguito di attività di indagine inerente dei lavori pubblici relativi alla sistemazione di una strada di un comune della Valle del Miscano, hanno denunciato il titolare di un’impresa del beneventano. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

CAMPAGNA VACCINALE ANTI-COVID, OPEN DAY PER BIOLOGI, PSICOLOGI, OSTETRICHE

redazione

Pubblicato

-

Continua la Campagna Vaccinale anti-covid dell’Asl di Avellino con la somministrazione delle terze dosi per il personale sanitario. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Maraia (M5S)-Interpellanza urgente sull’Alto Calore:” Serve subito un tavolo di intervento al Ministero della Transizione Ecologica”

redazione

Pubblicato

-

Nella mattinata di oggi ho discusso alla Camera l’interpellanza urgente a mia prima firma al Ministero della Transizione Ecologica sulla questione relativa al fallimento dell’Alto Calore s.p.a. (altro…)

Continua a leggere

Più letti