Mettiti in comunicazione con noi

Cronaca

Infiltrazioni della camorra al mercato ittico – Il magistrato : “Lpa di Ariano estranea ad infiltrazioni camorristiche”

redazione

Pubblicato

-

Il magistrato : “Lpa di Ariano estranea ad infiltrazioni camorristiche”
La Procura – che ha messo sotto inchiesta 19 persone ipotizzando intestazioni fittizie in favore di clan di Castellammare e Torre Annunziata – ha ritirato la richiesta di arresto nei confronti di Raimondo Scauzillo, amministratore della Lpa. La decisione è stata assunta dopo che il sostituto procuratore Vincenzo Montemurro ha ascoltato l’imprenditore arianese, ricostruendo tutti i tasselli della vicenda“

A questo punto si fa definitivamente chiarezza e le accuse mosse nei confronti della ditta “Lpa” di Ariano sono risultate del tutto infondate. Esce dall’inchiesta sulle infiltrazioni della camorra al mercato ittico. La Procura – che ha messo sotto inchiesta 19 persone ipotizzando intestazioni fittizie in favore di clan di Castellammare e Torre Annunziata – ha ritirato la richiesta di arresto nei confronti di Raimondo Scauzillo, amministratore della Lpa. La decisione è stata assunta dopo che il sostituto procuratore Vincenzo Montemurro ha ascoltato l’imprenditore avellinese, ricostruendo tutti i tasselli della vicenda.

“L’organo inquirente ha accertato l’assoluta estraneità della Lpa e del signor Scauzillo alle contestate ipotesi di reato» si legge in una nota diramata dagli avvocati Giuseppe Della Monica e Raffaele Tecce.

Un sospiro di sollievo per i vertici della Lpa, tra le maggiori aziende di distribuzione di prodotti ittici a grossisti, ristoranti e industrie di lavorazione. «Il provvedimento del magistrato – sottolineano i legali – conferma, semmai ce ne fosse bisogno, che l’azienda ha sempre operato con la massima trasparenza e nell’assoluto rispetto della legge. La Lpa e Raimondo Scauzillo ritengono, fermamente, che solo il legame indissolubile tra legalità e passione possa alimentare la crescita di un’azienda che fa della sua credibilità un vanto di cui essere orgogliosi. Senza tali principi, fare impresa non avrebbe alcun senso”.

Per le altre persone coinvolte nell’inchiesta (esponenti della camorra stabiese e presunti prestanome) la decisione sulle richieste di arresto arriverà a gennaio.

 

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Concorso di”Primario di Chirurgia Generale all’ospedale di Ariano”-Il Tribunale di Benevento ha dichiarato illegittima la selezione

redazione

Pubblicato

-

Il tribunale di Benevento ha dichiarato illegittima la selezione del primario di chirurgia generale dell’Ospedale di Ariano Irpino indetta dalla Asl di Avellino nel 2018, accogliendo il ricorso presentato da uno dei candidati non selezionato, già primario facente funzioni di quel reparto, Carmine Grasso. La nomina del nuovo primario è avvenuta in via fiduciaria da parte del Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Avellino, Maria Morgante, sulla base del punteggio attribuito da una commissione di dirigenti su una rosa di tre candidati. Ma proprio l’assegnazione del punteggio è stata dichiarata dal giudice del lavoro “in contrasto con i principi di buona fede e correttezza“.

(altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid19 – Altri 15 casi in provincia di Avellino

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che sono risultati positivi al COVID 19 i tamponi effettuati su 15 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Noi Campani, giunta De Luca di alto profilo

redazione

Pubblicato

-

Noi Campani Avellino, il movimento di Mastella, si dichiara soddisfatto per la nomina di Felice Casucci, professore ordinario dell’Università degli Studi del Sannio, ad assessore regionale al turismo e alla semplificazione amministrativa.

(altro…)

Continua a leggere

Più letti