Mettiti in comunicazione con noi

Politica

Il commento di Lello Castagnozzi sulle primarie PD:”La calata del Renzi”.

redazione

Pubblicato

-

Riceviamo e pubblichiamo il commento sulle primarie, di Lello Castagnozzi, ex componente dell’assemblea provinciale del Partito Democratico:

20110610111927_Lello Castagnozzi Pd_320

“Con l’avvento di Renzi, cessa l’esistenza di una sinistra moderata o, se vogliamo, la visione di una società da costruire secondo principi basati sulla presenza di uno stato forte ma discreto e con un occhio rivolto alle classi più disagiate. Termina qui il processo di formazione e di rinnovamento di quel nucleo di centro sinistra che aveva l’ambizione, cara a questa parte, di realizzare un modello di nazione in cui l’elemento principe doveva essere la solidarietà e una crescita equilibrata, attenta a non lasciare indietro nessuno. La “Leopolda”, d’altronde, ne aveva anticipato ampiamente gli elementi concettuali. I quei giorni noi tutti abbiamo sorvolato, sugli aggiustamenti, sui passi indietro, sulle rettifiche, sui dietrofront di convenienza, ma chi leggeva attentamente fra le righe, si è accorto subito del pericolo rappresentato dal parolaio di Firenze. Suggerimenti culturali flebili, come la rottamazione, su cui ha innescato gran parte del suo battage mediatico, per arrivare attraverso proposte pifferate, al grande nodo della riforma del lavoro in cui le differenze con l’Alfaniano pensiero, rubate al Thatcherismo e al Reaganismo figli, entrambi, della scuola economica di Chicago, collimano in maniera imbarazzante. D’altra parte, chi si è formato ed è cresciuto attraverso le lotte operaie e la garanzia del sindacato, riesce a stento a comprendere la cancellazione della mediazione e l’affermazione della contrattazione diretta tra operaio, impiegato o dipendente che dir si voglia e datore di lavoro. Forse, se il dibattito si fosse svolto in Svezia o in Germania, non staremmo qui a scandalizzarci ma, riuscite a immaginare in un’Italia in cui l’evasione fiscale è a 150 miliardi di € l’anno, un datore di lavoro che tratta “con equità” le condizioni lavorative e salariali di un dipendente? Riuscite a immaginare un’Italia , oggi, con il lemma “sfruttamento” cancellato dai vocabolari? È un’Italia che non esiste quella inventata da Renzi. Un’Italia senza sub strato culturale, leggera anzi volatile, senza un occhio al sud: non a caso la furbata di aprire la campagna elettorale per le ultime primarie a Bari. Ma il tutto si è risolto solo in uno show all’americana: nessun progetto, nessuna idea pratica per il Mezzogiorno, quasi bastasse solo la sua presenza a risolvere il dramma che come un macigno pesa da quelle parti d’Italia. Una forma di Berlusconismo aggiornato e corretto infatti, su tutti i palcoscenici in cui si esibisce è sempre più solo, al centro del proscenio, novello idolo delle folle: è un caso? Denigra il Porcellum ma contemporaneamente lo usa come scudo per far piazza pulita della dirigenza storica del PD: la direzione nazionale e la segreteria gli appartengono e così la possibilità di comporre le liste a suo piacimento, questo, almeno, fino alla sentenza della Corte Costituzionale ma, pensate che il parolaio non abbia già previsto anche come aggirare l’ostacolo? Modifica i suoi modelli di riferimento. Prima era il contratto di lavoro di Ichino, poi, diventa un modello flessibile. A chi gli contesta questi dietrofront non esita bacchettate sull’evoluzione del pensiero e sulla stupidità della coerenza. Come l’idea della creazione di una “super Equitalia” poi subodorato il flop non si è più riproposto il tema. La gente sente temi cari come la scuola, la sanità, servizi pubblici e li interpreta come vorrebbe ma non come li vuole Renzi. Andatevi a leggere la sua proposta in merito alle risorse dello stato da liquidare in modo obbligatorio, o la proposta per finanziare il lavoro precario prendendo la bisogna dalle pensioni. Restano i tagli. Il cavallo di battaglia di Renzi. Solo che arriva per ultimo e in ritardo dato che anche il “Telegraph” che notoriamente non è di sinistra mette l’accento sul circolo: tagli – depressione economica – nuovi tagli che, fatalmente, darebbe il colpo di grazia all’Italia”.

Advertisement
3 Comments

Attualità

Vincenzo Ciampi consigliere regionale M5S: Psr agricoltura . Progetto integrato giovani, troppi ritardi nell’assegnazione dei fondi

redazione

Pubblicato

-

Da Vincenzo Ciampi, consigliere regionale M5S, riceviamo e pubblichiamo (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Incontro con l’Assessore Regionale Casucci:” Non è tempo di piangerci addosso”

redazione

Pubblicato

-

Il giorno lunedì 2 agosto si è tenuto presso il Palazzetto dello Sport di Ariano Irpino l’incontro “Programma di percorsi turistico-culturali, naturalistici ed enogastronomici per la promozione turistica della Campania – POC Campania 2014/2020” alla presenza dell’Assessore al Turismo della Regione Campania Prof. Felice Casucci. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

“Un’opportunità per l’Irpinia. L’ Assessore al Turismo della Regione Campania Prof. Felice Casucci incontra amministratori, operatori del settore, professionisti e associazioni” – lunedì 2 agosto ore 18:00 presso il Palazzetto dello sport di Ariano

redazione

Pubblicato

-

Con delibera n. 298 del 07/07/2021 la Giunta della Regione Campania ha
approvato il “Programma di percorsi turistico-culturali, naturalistici
ed enogastronomici per la promozione turistica della Campania. Periodo
ottobre 2021 – settembre 2022”, in data 19/07/2021 è stato pubblicato il
relativo avviso pubblico.
Ritengo sia un’importante opportunità per i comuni e per i nostri
territori e domani, lunedì 2 agosto, l’assessore regionale Prof. Felice
Casucci incontrerà sindaci, amministratori, operatori del settore,
professionisti e associazioni.
L’incontro pubblico, dal titolo “Un’opportunità per l’Irpinia. POC
Campania 2014/2020. Programma di percorsi turistico-culturali,
naturalistici ed enogastronomici per la promozione turistica della
Campania. Periodo ottobre 2021 – settembre 2022. L’Assessore al Turismo
della Regione Campania Prof. Felice Casucci incontra amministratori,
operatori del settore, professionisti e associazioni”, si terrà alle ore
18:00 presso il Palazzetto dello Sport di Ariano Irpino (AV).

Continua a leggere

Più letti