Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Emergenza Sanitaria – La ripresa del Nord con i soldi destinati al Sud

redazione

Pubblicato

-

Dal Comitato Meridionalista “Gaetano Salvemini”, riceviamo e pubblichiamo

Con il Def ed il Decreto Rilancio è proseguita l’azione di spoliazione di risorse finanziarie riservate al Meridione. Il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC), destinato per l’80% alle zone sottosviluppate del Meridione, con l’avallo dell’U.E. sarà impiegato, in tutto o in parte, per i territori devastati dall’emergenza sanitaria e non vi sarà il cofinanziamento del Governo. Il tutto è disciplinato dal Decreto Rilancio dagli articoli 241 e 242. La clausola inserita nel Def (che destina il 34% dei fondi alle opere da realizzare in conto capitale nel Mezzogiorno), inoltre, non prevede i programmi di spesa né gli enti che dovranno portarli a compimento, opere indispensabili al rilancio delle infrastrutture di questi territori.

La ripresa del Nord non la paga il Sud, le forze democratiche del Paese non si arrendono alla politica dei due pesi e delle due misure. La società civile, gli intellettuali, gli accademici, la rete dei Comitati, il Partito della Rifondazione Comunista, il Partito del Sud, Sinistra Italiana si oppongono allo scippo perpetrato nei confronti del Sud dai Governi sino ad oggi in carica. Risponderemo con ogni mezzo lecito all’azione predatoria (flash mob, comunicati stampa locali e Nazionali, incontri in streaming) e sosterremo la presentazione in Parlamento di una mozione di indirizzo che impegni il Governo a modificare il decreto Rilancio ed aggiornare entro, settembre, il Def inserendovi la dotazione finanziaria a favore delle Regioni depresse del Mezzogiorno.

Attualità

La scuola è un organo costituzionale, disse Calamandrei: ma cos’è oggi la scuola?

Grazia Vallone

Pubblicato

-

Nella festa del 2 giugno, non possiamo non ricordare Piero Calamandrei, chiamato spesso in causa come Padre costituente della Repubblica italiana, che pronunciò parole indimenticabili nel discorso di Roma dell’11 febbraio del 1950: “La scuola è un organo costituzionale”. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Quelle madri della Repubblica, che intendevano la politica come missione

Floriana Mastandrea

Pubblicato

-

Il 2 giugno 1946, uscita devastata dalla guerra, l’Italia con il referendum istituzionale e a suffragio universale, che consentì per la prima volta il voto alle donne, fu chiamata a scegliere tra Monarchia o Repubblica e per eleggere l’Assemblea costituente. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Mastella lancia il suo progetto politico con Gazzella coordinatore

redazione

Pubblicato

-

Le nostre radici, il nostro Sud. Un progetto politico che parte dalla Campania, dall’esperienza e la guida dell’On.le

(altro…)

Continua a leggere

Più letti