Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Emergenza Covid Frangipane – Vaccini e caos

Federico Barbieri

Pubblicato

-

I selfie in ambiente ospedaliero da qualche settimana si susseguono, si rincorrono. Ci vengono propinate a ogni scatto sospinto..
Non i selfie salveranno gli ultra 80enni, i 70enni e giù fino ai fatidici 16 anni.
Il sindaco di Calitri lamenta la mancata individuazione del suo Comune quale punto vaccinale.
Ariano Irpino, invece..
Il P.O. “O.Frangipane” trasformato quasi del tutto in ospedale Covid. Nell’immaginario collettivo lo è da tempo.
Pur di aumentarne la frequentazione da parte dei cittadini , si sono ingegnati l’esclusiva di centro focale per la vaccinazione.
La confusione, il caos, presenza contemporanea di decine e decine di persone, personale insufficiente e disorganizzato.
A questo si aggiunge la guerra dei vaccini (da noi anticipata da tempo), la comunicazione da parte della filiera gestionale sanitaria.
La più che mai colpevole mancanza di un direttore sanitario aziendale (senza distinguo di genere), presente a compenso, non fisicamente, scarica sulle gentili spalle del Direttore Generale. Forse la meno colpevole. Forse. In quanto esecutrice di indicazioni politiche da Napoli e Irpinia ha le sue responsabilità.
Lavoratori della sanità, da Avellino, sono stati e vengono indirizzati al Frangipane!
La struttura ospedaliera che fungeva da succursale, il Criscuoli, oggi ‘clinica accorpata’ alla Don Gnocchi ha visto il flusso della vaccinazione al personale interno senza intoppi. Si dirà: “pochi soggetti da vaccinare”. Sarà, l’organizzazione però ha funzionato.
Rammentiamo che il Criscuoli fu destinatario di ‘doni in dispositivi di protezione ‘, di soldini. Di un ridotto reparto di T. Intensiva e sub. Si sbandiero’ il miracolo. Nessuno ne parla più. Invece, tanti selfie che ritraggono infermiere e medici che vengono vaccinati. Il Criscuoli riceve in P.S. persone, senza pre-triage esterno, alle quali si somministra tampone per la verifica Covid.
Tutto bello?
Si. Personale sanitario gentile, senza protezione che ha cura di queste persone. Le ricovera in stanze in compagnia si altri ricoverati. Tutto bello, ben fatto. Encomiabile. Se l’esito del tampone non fosse giunto dopo 5/6 ore. Ha un nome tutto questo?
Le decine di persone che ancora oggi 17 febbraio stazionano da ore e per ore dinanzi al “punto vaccinale anti-covid19” rappresentano purtroppo la confusione in cui versa la Sanità Irpina.
Ma tant’è!

Attualità

Covid in Irpinia-24 persone positive in provincia, 18 casi ad Avella

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 416 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 24 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Reddito di Cittadinanza – All’opera i percettori della misura di politica attiva del lavoro

redazione

Pubblicato

-

Sono all’opera i ragazzi percettori del reddito di cittadinanza. Questa mattina presso il Palazzo degli Uffici gli ultimi interventi destinati alla piena restituzione dei locali alla comunità.Grazie al prezioso lavoro del Consorzio Sociale e i Servizi Sociali comunali partono i PUC, progetti utili alla collettività da parte dei percettori del reddito di cittadinanza. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Covid in Irpinia-Oggi 11 persone positive in provincia

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 439 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID  11 persone:

(altro…)

Continua a leggere

Più letti