Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Difesa Grande – Giovanni La Vita:” In questo paese c’e’ la memoria corta”

redazione

Pubblicato

-

Difesa Grande è una storia di lotta e sofferenze, di studi e sacrifici estremi, non aspettavamo certo loro (la maggioranza di governo cittadino) per scrivere la parola fine sulla“chiusura della discarica”in quanto era già stata scritta con legge dello Stato. Il procedimento di caratterizzazione ambientale che si è sviluppato con  un errore genetico con cui si è consentito di escludere clamorosamente la certificazione ex D.M.471/99 di sito contaminato( da noi consegnata agli uffici preposti), deve ora concludersi con la copertura di terreno vegetale (e basta!) nei limiti della superficie accertata,tenendo in considerazione la precaria stabilità dei versanti, peraltro giàrisalente all’ epoca del sequestro penale convalidato dal Tribunale di Avellino il 18.10.2006. E’ una falsità (questa sì che lo è) che vi sia una statuizione (ordine, precetto) del TAR che imponeva una soluzione di copertura superficiale con il compost biostabilizzato, dal momento che la normativa vigente contempla delle opzioni praticabili  tra cui quest’ultima, ma non obbliga affatto, usando formule imperative, a seguire la proposta della ricorrente ASI DEV Ecologia s.r.l., anzi il contrario.

Subire questa soluzione dell’ utilizzo del rifiuto biostabilizzatoè una scelta che rientra nella discrezionalità amministrativa, anche in termini di compatibilità ambientale del prodotto, non è affatto un’ imposizione, come si intende far credere. Meraviglia, invece, che l’Amministrazione comunale in carica, parte civile nel processo penale contro i gestori ASI DEV sin dal 2006, abbia trascurato di consultare il difensore dell’Ente che pure avrebbe potuto chiarire la rilevanza e la gravità dei reati ambientali con i conseguenti  irreparabili effetti nell’ambiente circostante. Il nostro osservatorio ci induce a difendere la nostra storia e a rassicurare la città, perché siamo in grado di farlo; a Difesa Grande arriverà solo terreno vegetale perché il biostabilizzato è un’opzione che respingiamoed anche perché dalle  nostre parti non esiste il biostabilizzatose non in termini di rifiuto speciale.

Attualità

Covid in Irpinia-11 persone positive in provincia

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 518 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 11 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Confesercenti, Marinelli: puntare sulla campagna vaccinale, per evitare nuove chiusure

redazione

Pubblicato

-

Il commercio, in Irpinia come nel resto del Paese, sta cercando di risalire la china, dopo la difficile fase di emergenza. E’ necessario però che non vengano meno gli aiuti delle istituzioni e che si scongiurino nuove chiusure. Per queste ragioni,  bisogna accelerare sulla campagna di vaccinazione, confidando sul senso di responsabilità dei cittadini. Non escludiamo l’ipotesi Green pass, anche se rischia di avere effetti negativi per le attività”. Ad affermarlo è Giuseppe Marinelli, presidente provinciale di Confesercenti. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Nasce il primo gruppo di sostenitori del bollino blu. Le e I “Custodi del bollino blu”

redazione

Pubblicato

-

Le e i custodi del bollino blu sono messaggeri di un principio reso concreto attraverso l’adozione gratuita del bollino blu. (altro…)

Continua a leggere

Più letti