Mettiti in comunicazione con noi

Comune

Consiglio Comunale – Daniele Tiso lascia l’UDC e soluzione della crisi rinviata a prima di capodanno

redazione

Pubblicato

-

L’elemento nuovo emerso dall’ultimo consiglio comunale, è l’uscita dal gruppo UDC del consigliere Daniele Tiso, il quale nel suo intervento all’inizio della seduta consiliare, ha voluto spiegare le ragioni della sua decisione e con tono polemico, rivolto al suo capogruppo Federico Puorro, ha dichiarato :”E’ un gruppo che da stasera non mi sento piu di rappresentare per diverse ragioni, quella che piu mi crea imbarazzo è proprio il fatto che si professa il cambiamento, ma di fatto si continua sulla linea dei giochetti e degli inciuci. Parto dalla votazione della presidenza del consiglio dove io ho votato scheda bianca perché non c’era un accordo politico, invece il mio capogruppo ha votato non per il cambiamento ma sempre per questi giochetti sottobanco, per non parlare della votazione nello scorso consiglio sulla Fondazione Mainieri, dove non entro nel giudizio delle persone, ma nel merito della questione. Anziché parlare di quello che è stato fatto durante questi cinque anni nel Centro Mainieri, se delle tante problematiche che sta vivendo la struttura e anche i cittadini coinvolti e sono state trovate soluzioni, non è corretto che durante la relazione con le relative osservazioni da parte del consigliere Iuorio, che in questi mesi ha dato reale dimostrazione e i fatti gli danno ragione, per il suo atteggiamento serio, trasparente dove ha prevalso il buonsenso nelle azioni, rispetto alle scelte politiche, scelte volte al cambiamento e con l’intento di trovare realmente una soluzione ai problemi, si era proceduto già alla votazione, dove il mio capogruppo ha continuato con gli accordi sottobanco in quanto, io ho votato un nominativo e lui ne ha votato un altro peraltro un nominativo che non rappresentava  il mio gruppo tantomeno il cambiamento. Queste sono cose che non mi piacciono caro Federico, ci vuole serietà prima tra noi rappresentanti e quindi tu da oggi non mi rappresenti piu e andrai avanti da solo. Concludo con un appello al sindaco e dico che da questo istante se si continuano a trattare gli argomenti in consiglio comunale senza una maggioranza organizzata da lei, sulle questioni che porterà all’attenzione di questa assise preannuncio il mio voto contrario. Anche perché le responsabilità non gravano solo su di noi consiglieri ma anche sul sindaco che come un buon padre di famiglia deve essere capace di costruire. Anche lei, pertanto è chiamato responsabilmente a prendere la decisione giusta che consentirà di creare quel giusto equilibrio che serve per amministrare la nostra Bella città “.

Clima piu’ disteso in consiglio dove il sindaco Franza e il capo dell’opposizione Gambacorta hanno di comune accordo deciso di trasferire alla prossima seduta, la discussione sulle variazioni di bilancio, cosa che ha trovato d’accordo quasi tutti i consiglieri tranne Luca Orsogna del M5S.

Poi si è passati alla votazione dei debiti fuori bilancio, dove ha relazionato l’assessore Laura Cervinaro,  dove si è sciorinato una sequela di sentenze che vedevano il comune soccombente e dove c’è stata anche un’accesa discussione tra i vari gruppi. Importante passaggio quello dell’Istituzione della Consulta Comunale delle Associazioni di Volontariato e di Promozione Sociale dove ha relazionato la consigliera Raffaela Manduzio e l’approvazione del regolamento della Consulta Comunale delle Attività Produttive.

Attualità

Domani 1° dicembre 2020 è convocato il Consiglio Comunale in diretta streaming

redazione

Pubblicato

-

Il Presidente del Consiglio Comunale di Ariano Irpino, Luca Orsogna, ha convocato il Civico Consesso per domani, martedì 1° dicembre alle ore 17,00, con il seguente Ordine del Giorno: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Prolungamento sospensione delle attività educative e didattiche in presenza della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado fino al 5 dicembre

redazione

Pubblicato

-

Il Sindaco Enrico Franza , con l’ordinanza n.5 del 27 novembre 2020,ha disposto di prolungare la sospensione delle attività educative e didattiche in presenza della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado dal 29 novembre e  fino al 5 dicembre 2020, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Marco La Carità:” Il metodo assunto dall’ufficio di presidenza è altamente discutibile”

redazione

Pubblicato

-

Fa specie apprendere dai social che sia stato travisato il fine ultimo della conferenza stampa indetta dalla minoranza oggi pomeriggio. (altro…)

Continua a leggere

Più letti