Mettiti in comunicazione con noi

Così non va

Bidoni per la raccolta differenziata porta a porta sparsi in città.

Pubblicato

-

Da qualche settimana è partita la raccolta differenziata porta a porta e quello che si sta verificando per alcune strade del centro storico e non solo, è davvero poco edificante.Diverse segnalazioni hanno invaso la nostra redazione, ed i cittadini puntano il dito sopratutto contro le attività commerciali che incuranti del fastidio che creano alla popolazione ed anche alla circolazione, hanno pensato bene di posizionare in maniera permanente, i bidoni loro affidati per la raccolta porta a porta, al di fuori delle proprie attività, e quasi sempre su suolo pubblico. Questo modo di agire, oseremo aggiungere insolente, deriva dal fatto che nessun ufficio comunale vigila e verifica se chi espone in bella mostra i contenitori per la raccolta siano autorizzati o meno ad occupare il suolo. Qualche cittadino ci fa notare che in alcuni casi i bidoni, sopratutto la sera, sono stracolmi e qualcuno ha pensato bene di mettere i rifiuti oltre che negli appositi contenitori anche ai piedi dei bidoni, come dimostrano le immagini che un solerte cittadino ci ha inviato. Lo scopo della raccolta porta a porta, oltre quello di differenziare i rifiuti, è anche di eliminare dalle strade i cassonetti della raccolta, che oltre all’aspetto estetico riveste un’importanza igienico-sanitaria. Quindi si è passati al paradosso, che vede eliminare da una parte gli anacronistici cassonetti della raccolta dei rifiuti nei punti previsti della città, e dall’altra spuntare in maniera assolutamente abusiva, una serie infinita di bidoni per la raccolta differenziata. Invitiamo pertanto il Commissario Prefettizio ad occuparsi anche di questa questione, attivando gli uffici comunali preposti al controllo ed eventualmente far rimuovere tutti i bidoni posizionati all’esterno sia delle attività commerciali che delle abitazioni.

IMG_0456IMG_0454IMG_0447

Clicca per commentare

Così non va

Protesta dalle contrade Trave e Cariello per l’isolamento delle linee telefoniche.

Pubblicato

-

Da giovedì 11 dicembre, abbiamo le linee telefoniche completamente fuori servizio l’appello arriva da una residente nella zona che abbraccia le contrade Cariello e Trave . «Sono oltre 60 le utenze che lamentano questo problema” aggiunge la donna, che  non si capacita del fatto che “alle soglie del 2015 dove quasi in tutt ‘Italia è presente la fibra ottica da noi sembra di essere in un paese del terzo mondo e  questa zona viene ricordata solo per gli scioperi del 2004. Da queste parti il comune non esiste, siamo abbandonati da tutti, e pensare che  siamo tutte brave persone ma forse elettori di serie b. I disservizi possono capitare, ma per un servizio pubblico essenziale di interesse generale non è possibile che, con tutte le bollette che paghiamo, occorra attendere così tanto tempo prima che qualcuno venga ad accertarsi di cosa sia successo“.

Dalla mancanza della linea telefonica possono derivare anche danni dal punto di vista lavorativo.”Chi svolge attività lavorative — aggiunge la donna— e deve garantire la propria reperibilità telefonica come può essere messo in condizione di adempiere alle proprie prestazioni professionali se non può essere raggiungibile? Non funziona nemmeno la connessione internet, siamo completamente isolati. Poniamo il caso che un anziano o chiunque sprovvisto di cellulare, che non è assolutamente un obbligo dover possedere, abbia bisogno di contattare per un’emergenza un’autoambulanza per chiedere soccorso in caso di un malore, come potrebbe riuscire a cavarsela in tempi rapidi?.Questo lo sfoga dei reisdenti delle contrade Cariello e Trave.Dal canto nostro auspichiamo una rapida soluzione del problema da chi è preposto a vigilare su queste questioni.  (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Giovanni Maraia : “Utilizzo anomalo dei fondi regionali per lavori di forestazione da parte della Comunità Montana Ufita di Ariano Irpino

Pubblicato

-

La Regione Campania ha , recentemente , accreditato alla Comunità Montana Ufita di Ariano la somma di € 2.000.000 per il pagamento delle mensilità arretrate ai lavoratori idraulici forestali
Con questa somma possono essere pagati ben 10 mensilità arretrate (altro…)

Continua a leggere

Attualità

ArianizeYou e Buena Onda chiedono chiarimenti sul Bando “EX MACELLO”

Pubblicato

-

Ariano Irpino, 08/01/2014

 

c.a. Arch. Giancarlo Corsano

Dirigente Area Tecnica

Comune di Ariano Irpino

 

e p.c.

Dott.ssa Elvira Nuzzolo

Commissario Prefettizio

Comune di Ariano Irpino

 

e p.c.

Dott.ssa Monica Cinque

Segretario Comunale

Comune di Ariano Irpino

 

 

Oggetto: Sollecito e Richiesta chiarimenti Bando “EX MACELLO” (altro…)

Continua a leggere

Più letti