Mettiti in comunicazione con noi

Così non va

Bidoni per la raccolta differenziata porta a porta sparsi in città.

redazione

Pubblicato

-

Da qualche settimana è partita la raccolta differenziata porta a porta e quello che si sta verificando per alcune strade del centro storico e non solo, è davvero poco edificante.Diverse segnalazioni hanno invaso la nostra redazione, ed i cittadini puntano il dito sopratutto contro le attività commerciali che incuranti del fastidio che creano alla popolazione ed anche alla circolazione, hanno pensato bene di posizionare in maniera permanente, i bidoni loro affidati per la raccolta porta a porta, al di fuori delle proprie attività, e quasi sempre su suolo pubblico. Questo modo di agire, oseremo aggiungere insolente, deriva dal fatto che nessun ufficio comunale vigila e verifica se chi espone in bella mostra i contenitori per la raccolta siano autorizzati o meno ad occupare il suolo. Qualche cittadino ci fa notare che in alcuni casi i bidoni, sopratutto la sera, sono stracolmi e qualcuno ha pensato bene di mettere i rifiuti oltre che negli appositi contenitori anche ai piedi dei bidoni, come dimostrano le immagini che un solerte cittadino ci ha inviato. Lo scopo della raccolta porta a porta, oltre quello di differenziare i rifiuti, è anche di eliminare dalle strade i cassonetti della raccolta, che oltre all’aspetto estetico riveste un’importanza igienico-sanitaria. Quindi si è passati al paradosso, che vede eliminare da una parte gli anacronistici cassonetti della raccolta dei rifiuti nei punti previsti della città, e dall’altra spuntare in maniera assolutamente abusiva, una serie infinita di bidoni per la raccolta differenziata. Invitiamo pertanto il Commissario Prefettizio ad occuparsi anche di questa questione, attivando gli uffici comunali preposti al controllo ed eventualmente far rimuovere tutti i bidoni posizionati all’esterno sia delle attività commerciali che delle abitazioni.

IMG_0456IMG_0454IMG_0447

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Moderati per Ariano sul Frangipane:”Lacune di programmazione sanitaria della Regione e della direzione ASL”

redazione

Pubblicato

-

Il documento unitario sull’Ospedale Frangipane, approvato in consiglio comunale, contiene anche l’integrazione proposta dai Moderati (altro…)

Continua a leggere

Attualità

CINGHIALI: LA PROVINCIA DI AVELLINO AL FIANCO DI COLDIRETTI

redazione

Pubblicato

-

IL CONSIGLIO DELIBERA UNA RICHIESTA DI INTERVENTO ALLA REGIONE  (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Frangipane, Maraia(M5S):”Collaborazione tra istituzioni, ognuno si assuma le proprie responsabilità”

redazione

Pubblicato

-

Nella giornata di lunedì ho avuto un proficuo colloquio telefonico con la Direttrice Generale dell’ASL di Avellino, Maria Morgante, alla quale ho ribadito la gravità della situazione in atto presso il P.O. “Frangipane” di Ariano Irpino. La Direttrice, alla quale si dà atto degli sforzi compiuti, ha ripercorso i vari tentativi dell’ASL, tramite avvisi pubblici, di inquadrare nuovo personale sanitario per l’Ospedale. Ebbene, in tutti questi tentativi, a detta della Morgante, vi è stata assenza di adesioni. Da qui, però, sorge la legittima considerazione che la condizione economica-contrattuale prospettata dall’ASL non sia stata finora ritenuta adeguata dal personale medico, e ribadisco che la garanzia di un adeguato trattamento economico-contrattuale per i nuovi medici è fondamentale. (altro…)

Continua a leggere

Più letti