Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

ASL Avellino – Quale emergenza aspettarsi?

Federico Barbieri

Pubblicato

-

L’Ordine dei Medici della Provincia di Avellino sottolinea e contesta apertamente la decisione dell’ASL di Avellino di praticare presso la propria sede la vaccinazione contro l’influenza stagionale.

Esautorando i Pediatri di Famiglia. E i Medici di base?

Evidente che il rischio degli assembramenti, il disagio delle famiglie non sono stati considerati.

Evidente il numero insufficiente di personale per vaccinare, per due tornate, 16.000 bambini da 6 mesi a 6 anni (quindi 32.000 vaccinazioni) entro il 15 dicembre.

Mentre i Medici lanciano questo allarme, l’Asl di Avellino precisa che sta procedendo a trasformare l’Ospedale Frangipane di Ariano Irpino.

Perché questa riflessione?

Perché l’Asl eseguirà il disposto dell’Unità di Crisi regionale Prot.2763 del 18/10/2020 con la quale la Regione Campania sospende, sino a nuova ordinanza/disposizione, i ricoveri programmati presso gli Ospedali Pubblici. Possibili solo ricoveri urgenti ‘non differibili’.

Fatti salvi i ricoveri programmati per i pazienti oncologici (medici e chirurgici).

L’Asl Avellino ‘’deve’’ recuperare 58 posti letto COVID (tanti ne pretende la Regione).

Quindi sono programmati presso l’Ospedale di Ariano Irpino 14 posti di Terapia Intensiva (7 già attivi), 10 di Sub Intensiva e 30 di Medicina COVID, 6 posti di Sub Intensiva in corso di attivazione presso il ‘’Criscuoli’’ di Sant’Angelo dei Lombardi. La somma non fa il totale (Principe De Curtis..)

Potenziare, contro la Covid, Ariano Irpino equivale a decongestionare il Moscati ma la specialità del momento fa scalare in subordine altre patologie.

Proprio come nella fase primaverile del contagio.

I reparti riconvertiti in locali Covid verranno dirottati a S. Angelo dei Lombardi?

I posti previsti/programmati al Presidio Ospedaliero di S. Angelo sono abbinati a Pronto Soccorso adeguato in termini di specializzazione del personale?

La Dirigenza non ha tenuta nascosta la penuria di anestesisti, specialisti per la gestione della T.I. e sub intensiva.

Si chiede lo sforzo del territorio: qualche giorno fa una ventina di Sindaci del territorio altirpino hanno gridato a gran voce le lacune che il sistema sanitario offre alla vista.

Immaginare di spostare in un territorio, quello altirpino, ancora non ‘’invaso’’ dal contagio come la provincia napoletana, è programmazione?

Attualità

Rifiuti – i cittadini arianesi attraverso l’App IrpiniApp, possono avere tutte le informazioni

redazione

Pubblicato

-

L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino promuove   la diffusione dell’app, messa in campo da Irpiniambiente spa. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Piano vaccinazioni Covid-19, Cittadinanzattiva Ariano:”Ad oggi ancora non vaccinati gli ultra settantenni”

redazione

Pubblicato

-

Il piano vaccinale predisposto dall’ASL sta (altro…)

Continua a leggere

Attualità

MANCATA RIAPERTURA REPARTO DI GERIATRIA. AL MOSCATI A RISCHIO IL DIRITTO ALLA SALUTE DEI PAZIENTI

redazione

Pubblicato

-

Da circa due mesi il reparto di Geriatria dell’Azienda Moscati è chiuso; convertito ad inizio marzo in unità operativa Covid a causa dell’aggravarsi dell’emergenza pandemica nella nostra provincia, ad oggi non ancora riattivato poiché sembra   manchino in Azienda Dirigenti Medici Geriatri. (altro…)

Continua a leggere

Più letti