Mettiti in comunicazione con noi

Politica

Ariano – Opposizione all’attacco dell’amministrazione Gambacorta.

redazione

Pubblicato

-

Ieri mattina nella sala conferenze del comune di Ariano Irpino, il gruppo della minoranza in consiglio comunale composto da Giovanni La Vita, Michele Caso e Carmine Grasso per il PD oltre al segretario cittadino Domenico Carchia, Alessandro Ciasullo di Svolta Popolare, Guido Riccio in rappresentanza del Psi e componenti di Sel e del Psi, ha tenuto una conferenza stampa per evidenziare le numerose lacune della giunta Gambacorta. L’opposizione si è mostrata compatta e sopratutto infastidita dalla pubblicazione di un opuscolo che riportava gli obiettivi raggiunti dall’amministrazione Gambacorta in questi primi mesi di vita. Carmine Grasso ha evidenziato l’attività ordinaria dell’amministrazione comunale e l’unica azione degna di nota dell’attuale giunta è quella riferita all’aumento della Tari a danno dei cittadini arianesi. Altre questioni messe sul tavolo dall’opposizione sono quelle relative alla questione cimiteriale che tanti problemi causò alla giunta Mainiero e al progressivo ridimensionamento della struttura ospedaliera arianese oltre all’ormai annoso problema dell’Alto Calore, tema caldo questo, che sarà discusso domani in consiglio comunale e che vedrà Giovanni La Vita come relatore.Infine Guido Riccio ha dicharato che il sen.Psi Buemi ha proposto una legge che prevede la istituzione di un secondo tribunale in provincia di Avellino per vedere soddisfatte le esigenze sia dell’intera comunità arianese che di quella di S.Angelo dei Lombardi.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Documento Hirpinia – L’Area Vasta segue la linea del Sindaco Franza

redazione

Pubblicato

-

L’Assemblea dei Comuni  in data 16/04/2021 ha approvatoall’unanimità il Documento Hirpinia avanzato dal Sindaco Franza, che sintetizza il percorso di lavoro e i contenuti generali che i Comuni interessati dalla realizzazione del lotto Apice-Orsara della linea ad Alta Velocità di Rete (AVR) Napoli-Bari, intendono intraprendere congiuntamente. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

La Carfagna gioca con i numeri trecento sindaci Meridionali scenderanno in piazza il 25aprile a Napoli per rivendicare il 68% del Recovery Fund

Antonio Bianco

Pubblicato

-

Il governo Draghi senza sosta snocciola le percentuali del Recovery Fund da assegnare al Sud. La memoria è corta, dimenticano che l’Europa ha attribuito al Meridione, quale area sottosviluppata, almeno il 68% dei 209 miliardi destinati all’Italia. In questa amnesia generalizzata è caduta per sino la ministra per il Sud e la coesione sociale Mara Carfagna, di origine salernitana, la quale durante l’intervento nel question time al senato, con tono trionfante annunciava che il Meridione avrà in dote non il 34% ma il 40% dei fondi del Recovery Fund. La Carfagna snocciola solo numeri senza che vi siano nuovi progetti da mettere in campo per il Sud e, si ripete, dimentica che l’UE ha assegnato al Meridione il 68% del Recovery Fund. Fra le infrastrutture da finanziare, con il 40% dei fondi del Recovery Fund, include opere già in parte iniziate e pure finanziate come la tratta ferroviaria ad alta capacità tra Napoli e Bari. Mentre l’alta velocità da Salerno a Reggio Calabria e sino a Palermo è solo un sogno, in egual misura è la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina, il quale consentirebbe il completamento del corridoio dell’alta velocità da Palermo sino a Berlino. Indubbi sarebbero i vantaggi che si arrecherebbero all’occupazione ed all’aumento del PIL dell’area meridionale che vedrebbe intensificare il traffico dei containers dei porti di Augusta e di Gioia Tauro provenienti dall’Asia, facendo concorrenza al porto di Tangeri in Marocco, oggi un hub in continua espansione nella movimentazione dei containers. Inoltre il significativo aumento del traffico passeggeri migliorerebbe la mobilità, ridurrebbe l’inquinamento prodotto dalle automobili ed i tempi di percorrenza sino a 3 ore tra Reggio Calabria e Roma. Non possiamo stare zitti, il Meridione è parte integrante del Paese, se il governo e la Carfagna continuano a dare i numeri al lotto si rischia la balcanizzazione del Paese.

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid in Irpinia – 73 persone positive in provincia, 8 casi ad Ariano

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.142 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID  73 persone:

(altro…)

Continua a leggere

Più letti