Mettiti in comunicazione con noi

News

Antonio Volpe Segretario Provinciale NPSI :”Il grande bluff delle liste civiche”

redazione

Pubblicato

-

Da Antonio Volpe, Segretario Provinciale NPSI, riceviamo e pubblichiamo:

Perché nelle elezioni amministrative si ricorre all’uso delle liste civiche? Credo che il ragionamento sia soprattutto numerico, più liste uguale più candidati più probabilità di avere maggiore consenso.

Abilità, riconosciuta ai politici più navigati, di prendere due piccioni con una fava liste civiche con il trucco di far candidare soprattutto giovani, che portano il giusto consenso, per consentire ai veterani delle candidature a essere eletti consiglieri comunali e a formare nuovi delusi e i quali verranno illusi di avere qualche incarico in altre istituzioni.

Risolvendo più problemi con una sola mossa.

Tuttavia è mio convincimento che il ricorso alle liste civiche sia anche la dimostrazione di non volersi confrontare con altre forze politiche ma trattare il voto favorevole del singolo consigliere, in cambio di un lavoro richiesto da parte di un cittadino, il classico diritto fatto passare come piacere.

Per una solida democrazia, per garantire ai cittadini di potere concorrere alla determinazione della politica nazionale così come paventato nell’articolo 49 della costituzione gli attuali partiti sono funzionali? Io credo di no, una democrazia rappresentativa ha bisogno di partiti di massa, guidati da regole interne democratiche, radicati sul territorio e soprattutto in grado di selezionare dei gruppi dirigenti.

Selezionare vuole anche dire formare.

Oggi tutto ciò è estremamente limitato ed i risultati in negativo sono evidenti. E certamente la risposta non può essere quella di sostituire la democrazia rappresentativa a quella di affidarsi all’uomo solo al comando che non ha mai portato bene.

Nel prossimo mese ci troveremo ad affrontare importanti appuntamenti elettorali con diversi sistemi, alle elezioni europee i partiti si confronteranno con un sistema elettorale proporzionale dove ognuno potrà misurare la propria dose di consenso mentre nelle elezioni comunali si dovranno confrontare con un sistema più propriamente legato alle coalizioni e alle liste civiche.

Certo le liste civiche possono avere una loro funzione quando sono davvero espressione di una realtà, e quando affiancano partiti tradizionali, ma un insieme di liste civiche sono solo uno strumento per aumentare il consenso per favorire l’uomo solo al comando e nella maggioranza dei casi spariscono il giorno dopo dell’elezioni.

Noi oggi abbiamo bisogno di partiti che sappiano guardare agli interessi della propria comunità che siano capaci di andare oltre il legittimo essere di parte.

Solo una politica che abbia come riferimento l’interesse generale, che sia capace di ispirarsi ai valori e principi della nostra costituzione può riavvicinare i cittadini alle istituzioni, ridare credibilità ai partiti che sono e rimangono uno degli strumenti più validi per permettere ai cittadini di concorrere a determinare la politica locale e nazionale.

Per queste ragioni il Nuovo Partito Socialista Italiano della Provincia di Avellino, riconosce la Lega, i Fratelli d’Italia e Forza Italia come lo schieramento a cui affidarsi per portare avanti delle progettualità politiche al servizio della Comunità, cosa molto difficile per le liste civiche almeno che non camuffano sotto il civismo altre appartenenze.

Attualità

Emergenza Covid – Un altro decesso nel reparto Covid del Frangipane

redazione

Pubblicato

-

Presso il P.O. “Frangipane” di Ariano Irpino risultano ricoverati:  (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Vendevano carburante a basso prezzo. La GdF di Avellino arresta 8 persone

redazione

Pubblicato

-

Alle prime luci dell’alba, militari della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Economico- Finanziaria della Guardia di Finanza di Avellino hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di 8 soggetti e ad un decreto di
sequestro preventivo per equivalente, per un ammontare complessivo pari ad euro 8.982.018,12. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

“Sistema Irpinia”- Confronto in Regione tra l’assessore Filippelli e il presidente Biancardi

redazione

Pubblicato

-

Confronto questo pomeriggio tra il presidente della Provincia, Domenico Biancardi e l’assessore regionale alla Formazione Professionale, Armida Filippelli. Nel corso dell’incontro presso gli uffici dell’Assessorato, il presidente Biancardi ha illustrato il percorso e gli obiettivi della programmazione “Sistema Irpinia”, tra cui le attività previste per i 50 giovani che andranno a formarsi e a operare presso i Poli Culturali-Centri di Coordinamento del territorio irpino. “L’assessore Filippelli, a cui va il ringraziamento per la disponibilità, ha mostrato grande interesse per il nostro progetto. Si è detta entusiasta di questa strategia. Infatti, è in previsione la costituzione di un tavolo permanente per approfondire la ‘visione irpina’ in chiave regionale, al fine di poterla allargare a tutte le province – dichiara il presidente Biancardi – A breve incontreremo anche l’assessore al Turismo, Felice Casucci, per approfondire l’argomento e per nuove ipotesi di collaborazione per la promozione e la valorizzazione del patrimonio che custodisce l’Irpinia. Non nascondiamo la soddisfazione per gli apprezzamenti ricevuti per questa nostra programmazione, che abbiamo promosso sin dall’inizio del nostro mandato a Palazzo Caracciolo”. (altro…)

Continua a leggere

Più letti