Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Alto Calore, Sibilia chiede maggiore trasparenza

redazione

Pubblicato

-

Sulla variazione delle tariffe delle utenze domestiche posta in essere dall’Alto Calore Servizi dal 1 giugno 2013 interviene il deputato Carlo Sibilia, che, in qualità di portavoce, chiede di fare luce su alcune anomalie segnalate da molti cittadini.

«In merito alla decisione assunta dal CdA dell’Alto Calore Servizi con verbale n. 56 del 29/04/2013 sull’abbandono del “minimo impegnato” per le utenze domestiche – dichiara Sibilia – la prima cosa che ha suscitato il malumore degli utenti è stata la mancata campagna di informazione preventiva sul nuovo sistema. A questa assenza di comunicazione, fatto di per sè grave, si aggiunge anche la discutibile gestione nella fase di passaggio dal vecchio al nuovo modo di determinare le tariffe in quanto ad oggi risulta non sia mai avvenuta una lettura dei contatori o quantomeno un avviso di autolettura per determinare in modo preciso i nuovi consumi. In effetti, l’Alto Calore, ha sempre addebitato in fattura importi secondo letture stimate che, in tanti casi, si rivelano superiori o inferiori ai mc realmente utilizzati. Ora, come si determinano gli importi nei casi di mc in eccedenza? In base alle nuove tariffe? Molti cittadini, inoltre, lamentano la scarsa trasparenza nella descrizione delle voci in fattura, come nel caso di “tariffa primo supero acconto” e “tariffa secondo supero acconto”, per non parlare, poi, del deposito cauzionale che non si capisce bene in base a quale principio venga addebitato».

«Ricordo ai vertici dell’Alto Calore Servizi che l’acqua è ancora un bene pubblico e che in nessun modo può essere trattata come prodotto commerciale» – aggiunge Sibilia, che auspica l’avvio di una fase di approfondimento delle decisioni prese tenendo in debito conto le numerose osservazioni avanzate in questi mesi dalle associazioni di categoria.

Da ultimo, il deputato del Movimento 5 Stelle sollecita la presidenza a dare quanto prima risposta alla sua richiesta di accesso ai bilanci dell’Ente , inviata il 21 ottobre scorso, e a ristrutturare il sito on line nel rispetto della vigente normativa in materia e a garanzia della trasparenza e della completezza dell’informazione.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Covid in Irpinia-18 positivi oggi in provincia, ecco dove

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 633 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 18 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Apertura straordinaria cimitero 31 ottobre 1 e 2 novembre

redazione

Pubblicato

-

Continua a leggere

Attualità

Ordinanza traffico in occasione della Commemorazione dei defunti e della Fiera di Ognissanti

redazione

Pubblicato

-

L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino informa che è stata predisposta dal Comando di Polizia Municipale una apposita Ordinanza in vigore da venerdì 29 ottobre e fino a mercoledì 3 novembre 2021, in considerazione del notevole afflusso di cittadini che visiteranno il Cimitero in occasione della Commemorazione dei defunti e della consueta Fiera di Ognissanti del 1° novembre, lungo le strade normalmente interessate dal mercato settimanale.

L’Ordinanza, a salvaguardia della pubblica e privata incolumità, vieta la sosta dei veicoli lungo la Strada Provinciale 414 – zona cimitero, nei tratti: bivio Montecalvo intersezione Mogna lato destro; bivio Montecalvo-lavaggio-lato sinistro.

L’Ordinanza, dispone inoltre, per lunedì 1° novembre dalle ore 6.30 alle ore 14.00 in occasione dello svolgimento della Fiera, il divieto di sosta e di circolazione dei veicoli nell’area del mercato settimanale comprendente le seguenti strade e piazze: Piazza Mazzini, Via Vitale, Via San Leonardo, Via Nazionale con l’estensione del tratto compreso tra il civico n. 75 e l’attività commerciale Paglialonga Angelo.

I mezzi AMU ed AIR effettueranno percorso alternativo.

Sono ovviamente esclusi dal rispetto dell’Ordinanza i veicoli della Forze dell’Ordine e i mezzi di soccorso.

Continua a leggere

Più letti