Mettiti in comunicazione con noi

Comune

Tornano i laboratori di lettura presso la Biblioteca Comunale.

Pubblicato

-

Tre nuovi appuntamenti con “Le favole a voce alta” presso la Biblioteca“P.S.Mancini” . Il 27 marzo, il 19 aprile ed il 16 maggio laboratori di lettura per i bambini delle scuole elementari a cura di Antrocom Onlus Campania, della Biblioteca comunale e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ariano Irpino. Un progetto promosso dal Consigliere Mario Manganiello il quale ha rinunciato al gettone previsto dalla sua carica per finanziare le letture. Tra i temi trattati l’emancipazione femminile, l’importanza della scrittura, il mondo dei burattini.

Le scuole che intendono aderire devono contattare la biblioteca Mancini al numero 0825/875410 per comunicare a quale dei tre appuntamenti vogliono partecipare e il numero di bambini.

Questo ciclo di laboratori di lettura nasce dall’impegno nella promozione della lettura ma soprattutto da una passione per la letteratura per l’infanzia e dalla ferma convinzione che essa sia altamente formativa e stimolante, per le capacità cognitive del bambino ma anche per le sue capacità di interazione sociale. Per capire cioè come va il mondo ma in primo luogo per capire che ciascuno è fatto di emozioni, di sentimenti, che non sempre è facile riconoscere, interpretare, esprimere. Le fiabe non raccontano un mondo fantastico ma sono la trasposizione fantastica di un mondo reale, e il bambino (ma anche l’adulto) può riconoscersi nei diversi archetipi che la fiaba presenta. Trasmettere ai bambini l’amore per la lettura è dovere di ogni adulto, e il modo migliore per farlo è leggere ai bambini.

Il primo laboratorio del 27 marzo, alle ore 10,00, vede quali destinatari i bambini a partire dagli 8 anni di età. L’attività è basata sul libro di Cecilia D’Elia e Rachele Lo Piano, “Nina e i diritti delle donne”, Sinnos, 2011. Oggi i bambini e le bambine posso scegliere cosa fare da grandi. Ma in Italia, solo 45 anni fa, alcune professioni erano vietate alle donne: come la magistratura e altre ancora nei pubblici uffici.

Attraverso la voce di Nina, la piccola protagonista, e la storia della sua famiglia, il libro racconta come è cresciuta l’Italia, l’evoluzione dei costumi, delle donne e della società intera: per mostrare ai giovani lettori e lettrici che niente si può dare per scontato e che tanti diritti, che oggi sembrano ovvi, sono in realtà frutto di grandi battaglie avvenute pochi anni fa e che non vanno dimenticate. Oltre alla lettura non mancherà il momento di gioco e di approfondimento. Col supporto di tavole e disegni alle bambine e ai bambini verrà proposta una serie di mestieri/professioni concreti ma anche fantasiosi, su cui dibattere se si tratta di lavori che le donne possono fare o meno. L’intento è quello di evitare che già nei piccoli possano attecchire pregiudizi e stereotipi, che alimentino le disuguaglianze.

La seconda lettura “Le favole a voce alta”, prevista il 19 aprile, sempre alle ore 10,00 è destinata ai bambini dai 6 ai 10 anni di età. Il laboratorio prevede due momenti: la lettura di un testo e lo svolgimento di un’attività da parte dei bambini.

L’attività si basa sul libro realizzato in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ela Soprintendenzaai Beni Librari, Archivistici e Archeologici della Provincia autonoma di Trento, scritto da Roberto Piumini, Adriana Paolini, Monica Zani, dal titolo: “L’invenzione di Kuta. La scrittura e la storia del libro manoscritto”, Carthusia, 2009. Attraverso otto brevi racconti il volume propone un viaggio alla scoperta della scrittura e del libro manoscritto, fino all’invenzione della stampa a caratteri mobili. I bambini sono, così, invitati a riflettere sull’importanza della scrittura (che i bambini della classe prima cominciano ad imparare), sulle differenze tra oralità e scrittura e sui vantaggi di quest’ultima (gioco del telefono senza fili, distorsione dei messaggi). Impareranno come sono nati i primi libri, con quali materiali e con quali tecniche venivano realizzati, dove e come venivano conservati.

I bambini, inoltre, ispirandosi alla lettura dovranno realizzare il proprio manoscritto, scriveranno a matita o con l’inchiostro un testo a loro piacimento, su carta pergamena o carta riciclata, realizzeranno con gli acquerelli la lettera capitale e rilegheranno la propria piccola opera.

Anche l’ultimo laboratorio del 16 maggio, sempre alle ore 10,00, è destinato ai bambini dai 6 ai 10 anni. L’attività proposta consiste in uno spettacolo di burattini intitolatoE’ un libro!”, liberamente ispirato all’omonimo libro di Lane Smith, edito da Rizzoli, con l’obiettivo preciso di suscitare nei bambini curiosità verso il libro, le biblioteche e il mondo di avventure, che racchiudono quasi magicamente, dietro la loro estrema semplicità rispetto alle nuove tecnologie. Lo spettacolo nella sua seconda parte si trasforma in un gioco, che coinvolge i piccoli spettatori, i bambini, infatti, devono scoprire quali personaggi si nascondono dietro i racconti proposti loro dai burattini. Saranno i personaggi della letteratura per l’infanzia: Pinocchio, Peter Pan, Alice nel paese delle meraviglie, La fabbrica di cioccolato, Il libro della giungla e tanti altri.

 

 

 

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

I Consiglieri Comunali Capozzi,La Braca e Orsogna insieme all’ass. Monaco confermano il proprio impegno nel M5S

Pubblicato

-

I Consiglieri Comunali Giovambattista Capozzi, Luca Orsogna, Toni La Braca e l’assessore Lucia Monaco confermano il proprio impegno nel Movimento 5 Stelle ed il sostegno a Giuseppe Conte. 

Il Movimento ad Ariano Irpino è protagonista di un laboratorio progressista che rappresenta un’assoluta novità nel panorama politico provinciale.

Occorre rafforzare a tutti i livelli questo progetto seguendo il modello che sullo scenario nazionale ha trovato la propria sintesi nel Governo Conte due.

Continua a leggere

Attualità

Fidapa Ariano-Ieri l’incontro”Women for Women”

Pubblicato

-

L’incontro di ieri organizzato dalla Fidapa, sezione di Ariano, dal titolo “Women for Women” ha visto la partecipazione attiva della platea in un momento di confronto che aveva l’obiettivo di analizzare le difficoltà che la donna incontra nel proprio percorso di crescita professionale e lavorativa. Nel corso dell’incontro, la Presidente, Sara Sebastiano, organizzatrice dell’evento con Gilda Ciccarelli, prima attrice della Compagnia Teatrale “La Fermata”, hanno letto i messaggi di incoraggiamento pervenuti dalla Presidente Nazionale Fiammetta Perrone, dalla Presidente Distrettuale Pina Genua, e dalla Presidente Distrettuale Young Ludovica Zoccali. Da sottolineare che alla riuscita dell’evento hanno collaborato anche la Presidente e la socia Young della sezione Fidapa di Grottaminarda. Sono intervenute:

Cara L. Reichel, diretttrice artistica Prospect Theater Company (NYC), è promotrice di un “nuovo”  teatro musicale inteso come opportunità per le giovani donne che si affacciano al mondo teatrale. Cara ha parlato dell’impegno teatrale della sua Compagnia con le donne dell’esercito USA le quali, pur avendo gli stessi obblighi degli uomini, hanno visto riconosciuti i loro diritti di veterane dopo oltre  60 anni. Ha inoltre accennato al prossimo impegno teatrale di Gilda Ciccarelli, lo “Cunto de li cunti” che è diventato per le culture europee una delle fonti di ispirazione del racconto fiabesco e la più antica e organica lettura del racconto popolare, che influenzò il lavoro di favolisti come Perrault, Gozzi, Wieland e altri, che ripresero molte delle fiabe create dal Basile. Questo capolavoro di Giambattista Basile (1600) è stato divulgato da Adriana sua sorella cantante e musicista, la cui figura sarà interpretata da Gilda Ciccarelli nel suo prossimo lavoro teatrale (22-23-24 Luglio presso Palazzo Pisapia di Gesualdo).

Veronica Tarantino ha parlato della sua esperienza in qualità di assessore presso l’amministrazione comunale di Ariano che, superando tutti i pregiudizi,  sostiene e incoraggia le giovani donne che si affacciano alla politica,

Infine Annamaria Tranfaglia e Roberta Musto, coreografe e ballerine arianesi, hanno parlato, con commozione,  delle difficoltà che hanno incontrato nel corso della loro carriera artistica superate grazie alla disciplina e alla forza di volontà.

Al termine della Manifestazione la nostra Presidente, dopo aver ringraziato tutte per la collaborazione,  ha consegnato a Cara Reichel il gagliardetto della Fidapa che verrà esposto nella sede teatrale di New York.

Continua a leggere

Attualità

Ad Ariano è possibile chiedere il rilascio dei certificati anagrafici e di stato civile anche presso le Edicole

Pubblicato

-

L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino, con delibera n. 94 del 10 maggio 2022, ha aderito all’iniziativa “Certificati in Edicola”, sottoscrivendo una Convenzione con SNAG Campania (Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai).

Certificati in edicola è il servizio del Comune di Ariano Irpino che, in collaborazione con la rete delle edicole cittadine, consente ai cittadini residenti, senza doversi recare agli sportelli dell’Anagrafe, di ottenere presso le edicole aderenti, il rilascio delle stesse certificazioni anagrafiche e di stato civile attualmente comprese nella modalità di rilascio online, intestate a cittadini residenti ed iscritti all’Anagrafe italiani residenti all’estero (A.I.R.E).

E’ sufficiente presentare un documento di riconoscimento e codice fiscale presso una delle edicole aderenti ed ottenere la stampa del certificato (Stato di famiglia, Residenza, Matrimonio, Nascita, ecc) al costo di 2,00 euro, oltre al pagamento dell’imposta di bollo ove dovuta.

Le Edicole che hanno aderito, sono:

Edicola Voglia di Caffè di Emilio D‘Avella – Via D’Afflitto, 99

EMME Cartolibreria Edicola di Lucarelli Fulvia – Piazza Mazzini, n. 1

Edicola Punto e Virgola – CONTRADA TORANA, 135/136/137

Edicola “Cocca” di Caggiano Dionigi – VIA MARTIRI, 76

Continua a leggere
Advertisement

Più letti