Mettiti in comunicazione con noi

Cronaca

Ladri di rame in azione al cimitero di Ariano.

Pubblicato

-

Torna a colpire la banda del rame e questa volta a farne le spese sono i box dei venditori di ceri e fiori nel piazzale antistante il cimitero. I ladri tornati in azione hanno preso di mira le canaline delle strutture coperte di proprietà delle ditte che commerciano nei pressi del cimitero comunale.Le stesse sono state letteralmente spogliate delle canaline di raccolta delle acque sia lateralmente che nella parte anteriore dei box.La banda ha agito di notte indisturbata,potendo operare con calma utilizzando anche degli arnesi adatti allo smontaggio dei pezzi asportati e molto probabilmente si sono serviti anche di un furgone per trasportare la refurtiva. Al momento della scoperta del furto gli interessati hanno subito allertato la polizia municipale che si è recata sul posto per effettuare le verifiche del caso. Gli stessi agenti hanno poi effettuato un sopralluogo all’interno della struttura cimiteriale per assicurarsi che i ladri non avessero asportato anche i materiali in rame che fanno da ornamento ai loculi, visto che in passato si era verificato questo problema all’interno del cimitero stesso. Al momento gli inquirenti stanno valutando l’ammontare del furto, che da una prima stima dovrebbe aggirarsi intorno ai mille euro. Sembra che la zona dell’arianese sia stata presa di mira da una vera e propria banda dedita al furto del rame, visto che qualche mese fa lo stesso episodio si era verificato all’interno del cimitero, dove erano stati asportati portafiori ed altri arredi funebri per un danno molto piu’ ingente ed un’azione simile è stata fatta nei giorni scorsi nel cimitero di Grottaminarda, dove anche li sono stati asportati oggetti in rame per u valore di qualche migliaia di euro. Intanto le forze dell’ordine hanno aumentato il servizio di controllo per prevenire altri episodi simili.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Furto d’acqua ad Ariano, denunciato dai carabinieri

Pubblicato

-

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino hanno denunciato un uomo della Città del Tricolle, ritenuto responsabile di furto aggravato. Lo stesso aveva trovato il modo per “risparmiare” sulla bolletta dell’acqua.

Il sopralluogo eseguito con l’ausilio di personale specializzato della società fornitrice del servizio idrico, ha permesso di accertare che era stato rimosso il sigillo posto sul contatore dell’abitazione ed effettuato un allaccio abusivo al fine di collegare l’impianto domestico direttamente alla rete pubblica dell’acqua potabile. 

Veniva così guadagnata illecitamente la fornitura di acqua ed eluso il pagamento delle bollette. In considerazione delle evidenze emerse, il 60enne è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento.

Continua a leggere

Attualità

Denunciato 54enne di Ariano per minacce e diffusione di video

Pubblicato

-



A seguito di una mirata ed articolata attività (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Uomo travolto da un’auto, muore sul colpo

Pubblicato

-



È’ successo questa sera in località Cerreto di (altro…)

Continua a leggere

Più letti