Mettiti in comunicazione con noi

Comune

Domenica 30 aprile 2017, appuntamento al Museo Civico con Classicariano.

Pubblicato

-

Ad Ariano Irpino domenica 30 aprile 2017 alle ore 19,15 presso il Museo Civico, nuovo appuntamento di Classicariano, con KARL EICHINGER al pianoforte, con il seguente programma:

Franz Joseph Haydn (1732-1809)

Sonata in Do Maggiore Hob.XVI/35

I -Allegro con brio II– Adagio III– FinaleAllegro

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Sonata in La bemolle Maggiore op.110

I – Moderato cantabile, molto espressivo II – Molto allegro

III – Adagio, ma non troppo. Fuga: Allegro ma non troppo

Franz Schubert (1797-1828)

Improvviso in La bemolle Maggiore D899/4

Allegretto

Improvviso in La bemolle Maggiore D935/2

Allegretto

Improvviso in Si bemolle Maggiore D935/3

Thema.Andante – Variazioni I-V

Theodor Hassek (1929-2009)

Toccata in Si bemolle Maggiore

Karl Eichinger è nato a Zwettl, nella Bassa Austria. Dopo aver terminato la sua maturità, ha studiato e si è laureato in pianoforte all’Università di Musica e Arte Drammatica di Vienna. Ha poi completato gli studi di pianoforte al Conservatorio di Vienna con Franz Zettl, oltre a frequentare corsi di perfezionamento con Oleg Maisenberg e Rudolf Kehrer.

Nel corso degli anni ha maturato una notevole esperienza come solista e musicista da camera: è leader e pianista dell’ensemble “Wiener Instrumentalsolisten” (Vienna Symphony Virtuosi).

Collabora con orchestre come la Tonkünstler Orchestra, Radio-Tv albanese Orchestra, Sarajevska Filharmonia, Dornbirner Jugendsinfonieorchester, Ensemble Contra, Sinfonietta da Camera Salzburg, e musicisti come Elisabeth Linhart, Ildiko Raimondi, Hans Gansch, Irene Suchy, Josef Steinböck, Alfred Gaal, Sigi Bergmann, Peter WesenAuer, Peter Matic, Karl Merkatz, Zwettler Big Band, Guntram Simma, Maria Hauser.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Osservatorio Permanente sulla Sanità-Direzione ASL assente

Pubblicato

-

Quest’oggi l’Osservatorio della Sanità ha inviato al Direttore Generale della ASL Avellino, al Presidente della Commissione Sanità della Regione Campania ed al Comitato di rappresentanza dei Sindaci dell’ambito territoriale della ASL di Avellino il seguente documento.

Fin dal suo insediamento nello scorso mese di settembre l’Osservatorio permanente della Sanità istituito presso il Comune di Ariano Irpino ha tentato, dapprima informalmente e poi ufficialmente, di avere un confronto con la direzione della ASL di Avellino, necessaria interlocutrice nella problematica affrontata.

Soltanto lo scorso 30 novembre, a seguito dell’ennesima richiesta del Sindaco, detta direzione comunicò di essere disponibile ad un incontro, che veniva fissato – come da disponibilità data – per oggi 7 dicembre.

Nella tarda mattinata di ieri la disponibilità è stata ritirata per una convocazione presso la Regione, senza alcuna indicazione di nuove date possibili.

Questo atteggiamento che sembra di totale chiusura della Direzione della ASL non può considerarsi rivolto contro l’Osservatorio; esso colpirebbe l’intera Città di Ariano e le sue rappresentanze istituzionali, nonché il Presidente della Commissione Sanità della Regione Campania e Comitato di rappresentanza dei Sindaci, pure invitati all’incontro.

La Direzione ASL sa bene che la Città è preoccupata dello stato della gestione sanitaria sul territorio e, in particolare, della situazione dell’ospedale, sfiancato dalla gestione dell’emergenza Covid fatta pesare esclusivamente sul nosocomio arianese nell’ambito della ASL territoriale, nonché sul Moscati di Avellino che fa capo ad autonoma Azienda Ospedaliera.

Si vorrebbe sapere quali sono i programmi, visto che all’attribuzione della classificazione di DEA di primo livello, ormai risalente a più di tre anni fa, non ha mai fatto seguito il doveroso aggiornamento dell’atto aziendale, né è mai stata convocata la conferenza dei servizi, benché a cadenza annuale obbligatoria per legge.

Si vorrebbe sapere quale è il programma di assunzioni in relazione al Piano approvato che prevede 272 nuove unità entro il corrente anno, mentre invece alcune professionalità già da tempo utilizzate precariamente vedranno interrotto il loro rapporto a fine anno; quando si procederà all’aggiornamento delle strutture esistenti e si porrà mano all’istituzione dei nuovi reparti corrispondenti alla qualificazione dell’ospedale; quali tempi sono previsti per radioterapia, risonanza magnetica, seconda Tac, ecc.; stendiamo un velo di pietoso silenzio sulla questione delle vaccinazioni, tanto discussa in questi giorni, così come ci riserviamo di approfondire la situazione di sbando della medicina territoriale.

Sono solo esempi di argomenti di primario interesse per la tutela della salute della collettività, arianese e dell’intero comprensorio, che chi è preposto istituzionalmente a quella tutela – al servizio delle comunità e da esse congruamente remunerata – ha il dovere di affrontare, senza più sfuggire a qualsiasi confronto: se ne assume la responsabilità giuridica e politica.

Auspichiamo che al più presto si concretizzi effettivamente la volontà, finora soltanto manifestata, di attivare il confronto nell’esclusivo interesse della collettività stessa.

Continua a leggere

Attualità

Ad Ariano Irpino il mercato di mercoledì 8 dicembre, si svolgerà regolarmente

Pubblicato

-

Il Comune di Ariano Irpino informa la cittadinanza che mercoledì 8 dicembre 2021, il mercato settimanale si svolgerà regolarmente, come è consuetudine ogni mercoledì.

Continua a leggere

Attualità

Covid in Irpinia-14 positivi in provincia, 3 casi a Serino

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 168 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 14 persone:

– 1, residente nel comune di Ariano Irpino;
– 1, residente nel comune di Atripalda;
– 1, residente nel comune di Avella;
–  4, residenti nel comune di Avellino;
– 1, residente nel comune di Cervinara;
– 1, residente nel comune di Montefredane;
– 1, residente nel comune di Santo Stefano del Sole;
– 3, residenti nel comune di Serino;
– 1, residente nel comune di Solofra.
L’Azienda Sanitaria Locale ha avviato indagine epidemiologica sui contatti dei casi positivi.
 

Continua a leggere

Più letti