Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

CONVERSIONE DI MARCIA – ARIANO RIPARTE

Pubblicato

-

I languidi occhi ha in lei conversi (ARIOSTO Orlando Furioso)

Dal latino m (=con)vertĕre (=volgere): convertere cioè orientarsi verso qualcuno o qualcosa.

La città di Ariano scopre, grazie all’Associazione D:N:A: nata per costruire percorsi, tra la gente, rivolti alla gente.

La vulcanica Barbara Maraio, portavoce dell’Associazione, ha presentato il programma che vedrà il via domani 1 agosto, a partire dalle ore 17:00 presso il CineOasi, a seguire il Museo Diocesano.

Gli eventi messi in cantiere, come ha dichiarato Barbara, ‘’portano la religione e il soggettivo viverla, a confrontarsi, ad arricchirsi e a dare.

Non è, non vuole essere, una processione preconfezionata bensì un volgere il proprio percorso a intercettare, grazie a pittori, artisti, (che offriranno originali formazione ad aspiranti che vorranno mettersi in gioco)’’.

‘’La santità dell’uomo nella sua imperfezione che può mirare al Creatore riconoscendo i propri limiti’’ ha sottolineato Don Antonio.

Conversione di marcia vede frammenti del Musical ‘’San Francesco’’ della Compagnia Teatrale in Cammino, opere murali, incontri letterari.

Il Centro Storico di Ariano Irpino verrà investito da un vento straordinario: arte, religione, umanità.

In fondo, ogni essere umano è un unicum che non vive da solo, resta unico partecipando alla vita stessa della Comunità in cui espleta la sua esistenza’’ ha dichiarato il Sindaco Enrico Franza. Particolarmente partecipe al senso dell’offerta proposta dall’Associazione.

Lo spostamento del centro intorno a cui la vita, la nostra, si aggira: essa è (la vita) cioè il passaggio dell’uomo dall’animalità alla spiritualità, per cui il bene proprio si subordina al bene universale.

Nella filosofia dei Greci la conversione consisteva nell’acquisto della conoscenza di ciò che è nostro vero bene, e quindi nella fuga di ciò che è bene solo apparente.

‘’Spero che non resti unica come esperienza ma che venga riproposta. Costituisce un momento catartico per tutti, accrescendo il senso di Comunità’’ ha aggiunto il Sindaco.

Sebbene la stampa locale abbia snobbato la presentazione, i destinatari del messaggio culturale inviato dall’Associazione movimenterà i vicoli, le piazze, i Musei e le strutture esistenti.

Presso il Museo Civico esporrà opere di Gaspare Mutolo, pentito di mafia, che ha ‘’convertito’’ la sua anima e dunque la sua vita con e nella pittura. L’AccompagnAttore EmarOrante sarà la guida nei percorsi previsti, tra cui la tavola rotonda presso l’Ospedale San Giacomo e l’incontro con l’Archeologo Francesco A. Cuteri.

Partecipare comporterà un arricchimento generale, in termini spirituali e culturali.

Dal 1 al 7 agosto l’umanità e l’arte, l’arte e la santità, la santità e l’essere umano

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere

Attualità

Bella!Ariano 2022! L’Estate Arianese prosegue con la “Rievocazione Storica del Dono delle Sacre Spine”

Pubblicato

-

L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino, in collaborazione con l’Associazione Sante Spine, ricorda l’appuntamento con la XXVI Edizione della “Rievocazione Storica del Dono delle Sacre Spine”, la Manifestazione che continua a rappresentare un appuntamento a cui nessun arianese può rinunciare, specie quelli che vivono lontano, e che quindi attrae un pubblico vastissimo proveniente da ogni dove. Dall’ 11 agosto al 13 agosto, l’evento si rinnova.

Tre i momenti salienti, con la rappresentazione:

giovedì 11 agosto – intera giornataVilla Comunale villaggio medioevale e sbandieratori per le vie del Centro Storico

venerdì 12 agosto – ore 18,00 Villa Comunale – Piazza Plebiscito, Corteo Storico

sabato 13 agosto – Villa Comunale villaggio medioevale e sbandieratori per le vie del Centro Storico – ore 23,00 – giochi pirotecnici Villa Comunale.

Ricordiamo anche gli appuntamenti religiosi dell’evento:

giovedì 11 agosto ore 10,00 Celebrazione Eucaristica – ore 19,00 Celebrazione Eucaristica e processione in onore di Sant’Ottone Frangipane

venerdì 12 agosto ore 10,00 Celebrazione Eucaristica – ore 19,30 Consegna delle Sacre Spine in Piazza Duomo e liturgia

sabato 13 agosto ore 10,00 Celebrazione Eucaristica – ore 19,00 Celebrazione Eucaristica e processione con le Sacre Spine.

Insomma una “tre giorni”, in cui dalla mattina fino alla sera, le vie e le piazze del Centro Storico Cittadino, la Villa Comunale, come d’incanto si proiettano in atmosfere e sonorità medioevali, Falconieri, armigeri, Giullari, sbandieratori, artigiani, banchi e giochi medievali.

Si allega programma dettagliato delle tre giornate.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti