Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

ANCI Campania – Governi Locali e Politiche Europee: European Trainings & Trends

Pubblicato

-

Giunge al suo ultimo appuntamento la scuola ANCI per la formazione di amministratori provenienti da tutta Italia. Venerdì 20 e sabato 21 novembre, presso la Mostra d’Oltremare, i ragazzi del “Training Camp – Governi Locali e Politiche Europee”, si confronteranno sui temi delle politiche europee declinati nella prospettiva della loro applicazione concreta, su scala anche locale. In particolare, si approfondiranno gli aspetti connessi al concetto di “cittadinanza europea”, gli ambiti di cooperazione – partecipazione tra enti locali, Regioni e UE e il contesto delle politiche e delle esperienze europee sulle Smart Cities.

Durante la due giorni, numerosi gli ospiti che interverranno: si dà il via con la relazione di Clara Degni, responsabile del Servizio Cooperazione Decentrata Legalità e Pace – Comune di Napoli, seguirà il rapporto di Paolo Testa sugli obiettivi dell’Osservatorio Nazionale Smart Cities – ANCI. A Felicia Pelagalli di #Innovafiducia, il compito di promuovere la cultura della fiducia tra le persone, nei rapporti tra i cittadini, le istituzioni e le imprese, nella percezione collettiva di futuro e nello sviluppo della cultura digitale del Paese. Nella mattinata è previsto un intervento del Parlamentare Europeo, Andrea Cozzolino e concluderà i lavori Gennaro Migliore della Commissione Parlamentare di Inchiesta sul Sistema di Accoglienza e di Identificazione.

La scuola di formazione nazionale organizzata dal Comune di Napoli, ANCI Campania e l’Università degli Studi di Napoli Federico II, ha sviluppato nel corso di questi mesi un approccio didattico strutturato con simulazioni, role playing e best practices utilizzati per favorire l’apprendimento dei contenuti in una logica applicativa.

I 34 giovani amministratori coinvolti in questo periodo sono riusciti non solo a sviluppare il proprio bagaglio di conoscenze sul tema dell’Europa, ma anche ad applicarle nello specifico di un’attività, di un progetto, che intendono sostenere nell’ambito dei rispettivi enti.

Il Direttore dell’ANCI Campania, il Dott. Pasquale Granata, si è detto entusiasta di come sia andata l’iniziativa – abbiamo raggiunto notevoli risultati con le edizioni passate del Training Camp in Campania e siamo certi, che il nostro know-how possa tornare utile a tutto il territorio nazionale – ha poi continuato – la sfida era quella di formare nuove leve di amministratori in grado di saper cogliere le possibilità del territorio sfruttando a pieno e in maniera razionale i diversi livelli di programmazione dei fondi messi a disposizione del programma UE FESR 2014 –

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Coordinamento Provinciale di Forza Italia Avellino:”Quella di Gambacorta e’ una non notizia”

Pubblicato

-

Quella di Gambacorta e’ una non notizia. Gambacorta essendo stato consigliere politico della Carfagna, non ha fatto altro che seguire le orme della stessa. Non vi è alcuna strategia in termini politici di un ipotetico polo moderato in questa scelta. Anche perché l’unica area moderata nella scena politica nazionale, è rappresentata da Forza Italia.
Una scelta, quindi, non dettata da valori, ma semplicemente da tatticismi inutili privi di coerenza.

Continua a leggere

Attualità

Servizi micronido e integrativi al nido-L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali pubblica i bandi

Pubblicato

-

L’Azienda Consortile per le Politiche Sociali ha pubblicato gli Avvisi Pubblici per accedere ai Servizi di “Micro Nido” e ai Servizi Integrativi al Nido “Spazio Bambini e Bambine”, per l’anno educativo 2022/2023.

Le singole domande vanno inoltrate tramite la compilazione dello specifico Modulo ON-LINE https://ava1.retedelsociale.it entro le ore 12:00 del 26 Agosto 2022.

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare:

rossella.schiavo@pianosociale-a1.it

0825872441 – 08251930654

Continua a leggere

Attualità

Nel sessantesimo anniversario un libro racconta il terremoto dell’Irpinia e del Sannio del 21 agosto 1962

Pubblicato

-

Raccontare la storia di un terremoto dimenticato a sessant’anni dagli eventi che lo caratterizzarono. È questo l’obiettivo di “21 agosto 1962. Storia e memoria di un terremoto dimenticato”, opera del giornalista Alessandro Mazzaro e dello scrittore Angelo Coscia che punta a ricostruire le vicende che interessarono il sisma che nel 1962 colpì Irpinia e Sannio provocando 20 vittime e oltre 16mila sfollati.

Il libro, edito da Albatros Edizioni, prova a ricostruire quella storia utilizzando un doppio registro: storico e narrativo. In parallelo al racconto cronachistico di quei giorni, curato da Alessandro Mazzaro, corre infatti la narrazione di un ragazzo di quelle zone, narrata da Angelo Coscia. A curare la prefazione, invece, è Costantino Vassallo, ingegnere e storico dell’arte.

Quello del 21 agosto 1962 è un terremoto che smitizza la retorica del “miracolo economico”, riportando coi piedi per terra coloro che credevano che il modello di sviluppo del boom si fosse diffuso a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale.

Il primo di una lunga serie di risvegli dagli inebrianti ed ottimistici sogni dell’epoca. C’è un filo sottile che collega, non solo dal punto di vista geologico, i terremoti del 1930 (oltre mille morti), quello del 1962 e quello del 1980: partendo da una tale consapevolezza il volume punta a ricostruire la complessità in cui operano i vari elementi di sviluppo e di arretratezza in Campania ed in parte del Sud Italia.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti