Mettiti in comunicazione con noi

Politica

Amministrative 2014 – Harambee precisa :”Chiarezza sulla natura della coalizione a cui Harambee lavora”.

Pubblicato

-

A seguito di alcuni comunicati delle forze che aderiscono al percorso che stiamo costruendo per arrivare a una coalizione di cambiamento per la città di Ariano Irpino, sentiamo di dover fare chiarezza poiché è evidente che la confusione ha un po’ preso piede, ed essa se strumentalizzata diventa un’arma micidiale per le cose buone che stanno per nascere.

Facciamo presente in maniera inequivocabile che, come si evince dal nostro documento di proposta, la coalizione a cui stiamo lavorando NON È IL CENTRO-SINISTRA.

La coalizione è un contenitore aperto alle varie esperienze, in particolar modo civiche e di movimento, e di tutta la politica esercitata al di fuori dei partiti. La fase storica che stiamo attraversando in Italia, se la si comprende a fondo, ci impone di coinvolgere politicamente la cittadinanza nei modi e nei luoghi dove essa agisce.

Impuntarsi sul primato dei partiti in questa fase significa due cose ben precise: l’allontanamento del consenso necessario per governare i processi politici e soprattutto la morte dei parititi stessi.

La coalizione di cui oggi annunceremo il nome potrà ospitare ANCHE il centro-sinistra o pezzi ad esso riconducibili ma sia ben chiaro che essa è una TAVOLA ROTONDA e nella coalizione non ci sono posti di capo-tavola.

Chi condivide il documento, i suoi principi e i suoi valori, fa parte paritariamente della coalizione indipendentemente da etichette e preconfezionamenti ideologici precostituiti.

Questa sarà la coalizione per i cambiamento e non altro.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Pnrr, Aquino (Noi di Centro): “Governo faccia chiarezza su assunzioni personale a tempo determinato piccoli comuni”

Pubblicato

-

“La senatrice Lonardo ha provveduto a presentare una interrogazione parlamentare”

Avellino, 18 gen. – “Ringraziamo la senatrice di Noi di Centro, Sandra Lonardo, che ha ricevuto la nostra sollecitazione ed ha provveduto a presentare un’interrogazione parlamentare rivolta al Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, al Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, al Ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta, e al Ministro dell’economia e delle finanze, Daniele Franco, in merito alle procedure da seguire per le assunzioni di personale a tempo determinato per il potenziamento amministrativo dei Comuni con meno di 5.000 abitanti, coinvolti nell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose”. Lo dichiara in una nota il segretario provinciale di Noi di Centro Avellino, Ciro Aquino.

“È opportuno – spiega il segretario provinciale del partito di Mastella – che il Governo chiarisca, quanto prima, ai piccoli Enti locali l’accesso al Fondo dedicato alle assunzioni a tempo determinato previste dall’articolo 31-bis comma 5 D.L. n. 152/2021, come convertito dalla Legge n. 233/2021. Nello  stato di  previsione  del  Ministero  dell’interno  al  fine  del concorso alla copertura dell’onere sostenuto dai Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti  per le  richiamate  assunzioni a  tempo determinato, con una dotazione di 30 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2022 al 2026. Le predette risorse saranno ripartite tra i Comuni attuatori dei progetti previsti dal PNRR, sulla base del monitoraggio delle esigenze assunzionali. A tal fine, i comuni interessati devono comunicare al Dipartimento della funzione pubblica, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione (quindi entro il 31 gennaio 2022), le esigenze di personale connesse alla carenza delle professionalità strettamente necessarie all’attuazione dei predetti progetti, il cui costo non è sostenibile a valere sulle risorse disponibili nel bilancio degli enti. Il comune beneficiario è tenuto a riversare, ad apposito capitolo di entrata del bilancio dello Stato, l’importo del contributo non utilizzato nell’esercizio finanziario”.

“Lo scopo dell’atto parlamentare, pertanto, è rivolto a comprendere se e quali iniziative di competenza i ministri ritengano di intraprendere al fine di consentire alle Amministrazioni Comunali la trasmissione dei dati (che dovrà avvenire entro il 31 gennaio 2022) afferenti le esigenze di personale, connesse alla carenza delle professionalità strettamente necessarie all’attuazione dei predetti progetti, atteso che i comuni ne sono impossibilitati in questa fase, sia perché alcuni bandi del PNRR sono in fase di pubblicazione sia perché alcuni non sono stati ancora pubblicati. Si chiede ancora ai ministri se ritengano di attivarsi, anche con un decreto legge, per chiarire se in questa fase possono fare richiesta di detto contributo esclusivamente i comuni che hanno già avuto progetti finanziati dal PNRR, oppure, i comuni che hanno soltanto candidato i relativi progetti senza ancora aver ottenuto il relativo finanziamento, o infine i comuni che hanno predisposto un progetto da candidare a finanziamento nel momento in cui verrà pubblicato il relativo bando a valere sul PNRR. Agli stessi, inoltre, viene richiesto se sarà assicurata ai piccoli comuni la concreta possibilità di poter procedere all’assunzione a tempo determinato delle idonee professionalità per la partecipazione ai bandi del Pnrr e quali iniziative i ministri, in indirizzo, ritengano di assumere con urgenza”, conclude il sindaco di Montefredane.

Continua a leggere

Attualità

Maraia (M5S):”Azzeriamo l’IVA 2022 sugli aumenti delle bollette luce e gas”

Pubblicato

-

Il deputato del Movimento 5 Stelle, è intervenuto sul grave problema del rincaro delle bollette luce e gas, che hanno visto una notevole impennata dei costi dall’inizio del nuovo anno. Queste le dichiarzioni dell’onorevole pentastellato arianese:”Il nostro Paese sta fronteggiando un’altra emergenza, oltre quella sanitaria, si trattta di quella energetica dovuta ai rincari delle bollette che rischia di colpire pesantemente famiglie, imprese ed enti locali. Tali rincari sono dovuti anche alla eccessiva dipendenza dalle fonti fossili e come M5S abbiamo fatto adottare numerose misure, ma non sono sufficienti. Dobbiamo fare di più. Nel pacchetto di proposte elaborato dal M5S c’è l’azzeramento dell’IVA 2022: va cancellato l’aumento delle bollette di gas ed elettricità rispetto ai prezzi medi del 2021, perché lo Stato non può guadagnare dai rincari delle tariffe a danno della popolazione. Oggi servono più che mai scelte coraggiose”. Ha concluso così il deputato Generoso Maraia

Continua a leggere

Attualità

Politica-Noi di Centro, avvieremo in Irpinia confronto con Italia Viva e Cambiamo

Pubblicato

-

Mastella e Bosco affidano la segretaria provinciale di Avellino al sindaco di Montefredane
Avellino, 15 gen. – “Ringrazio i vertici regionali e nazionali di Noi di Centro per la fiducia che hanno voluto accordarmi nel tentativo di organizzare questa nuova esperienza politica in provincia di Avellino. Ritengo necessario avviare immediatamente un dialogo intelligente sulle questioni dello sviluppo e della crescita dell’Irpinia, per questo è fondamentale insediare una cabina di regia sul Pnrr guidata dall’Amministrazione provinciale nella quale coinvolgere docenti universitari, manager e rappresentanti degli ordini professionali”. Così in una nota Ciro Aquino, nominato stamani, da Clemente Mastella e Luigi Bosco, segretario provinciale di Noi di Centro Avellino.”Alla luce della interlocuzione nazionale avviata con Cambiamo e Italia Viva, non possiamo che immaginare anche in Irpinia un cammino comune con queste forze politiche. Lavoriamo, dunque, per ricomporre un’area di centro che gode già di un’ampia rappresentanza nel Consiglio regionale della Campania, e che sui territori può ambire ad assumere sempre più una posizione di leadership autonoma o che determina le maggioranze”, conclude il sindaco di Montefredane.

Continua a leggere
Advertisement

Più letti