Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Vittorio Melito:”E adesso i programmi ( ricordando l’emergenza…)

redazione

Pubblicato

-

Oramai i giochi sono in gran parte fatti. Tra poco gli schieramenti saranno completati, si potrà finalmente cominciare a parlare delle cose da fare.

La campagna elettorale per elezioni amministrative, che si svolgono subito dopo l’emergenza sanitaria e rinviate proprio a causa di essa, deve essere la sede per un confronto ad alto livello fra le diverse analisi dei problemi vissuti e le diverse proposte per evitare di doverli affrontare nuovamente.

Io credo che la cittadinanza aspetti di sapere cosa pensano i diversi candidati delle cause della “zona rossa”, delle modalità con cui è stata affrontata, delle condizioni di sicurezza eventualmente riconquistate, delle iniziative per scongiurare il pericolo di ricadere. Nella valutazione delle proposte da votare sarà più che mai importante – molto di più della collocazione partitica – conoscere, ad esempio, se ciascun candidato ritiene che il dramma arianese sia addebitabile a sfortunate coincidenze che hanno coinvolto qualche concittadino, oppure se ha pesato la gestione della sanità sul territorio; se l’ospedale fu sconvolto solo da qualche atto inconsulto, oppure se fu costretto a stare in prima fila senza sostegno; ecc. ecc.- Le responsabilità, politiche e giuridiche, sono ancora tutte da verificare.

Qual è la situazione attuale e cosa garantisce che la famigerata “seconda ondata”, se malauguratamente dovesse esserci, non ci troverà ancora impreparati? Partendo dalle piccole cose: mi giunge voce che alcuni ricoveri vengono ritardati o impediti dalla mancanza di tamponi; non va affatto bene.

Gli aspiranti sindaci dicano presto cosa pensano della crisi passata e quale è la loro prospettiva di politica sanitaria. Come dicevo qualche tempo fa, senza salute non c’è economia; e l’economia locale, a mio avviso, può risollevarsi soltanto partendo da investimenti per la salute.

Ovviamente i problemi sono tanti, non c’è solo la sanità; ma mi sembra corretto trarre il primo spunto da ciò che ci ha tanto preoccupati ed impegnati in questa primavera.

Si presume che tutti i candidati siano in buona fede quando sostengono di voler perseguire il bene di Ariano. Se chiarissero subito cosa pensano delle ragioni del dramma che abbiamo vissuto localmente in maniera tanto più acuta che nelle zone circostanti, sarebbe più agevole comprendere le loro idee per uscirne ed evitare che si ripresenti.

Auguro a tutti di poter davvero fare il bene della Città, nei diversi ruoli che i cittadini attribuiranno con i loro consensi. Nel mio piccolo, continuerò ad osservare con attenzione.

 

Attualità

Emergenza Covid in Irpinia-126 positivi in provincia, 4 casi ad Ariano

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.170 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 126 persone: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Provincia-“Tutti per la parità”, lunedì 8 marzo l’iniziativa della Consigliera di Parità della Provincia con i Comuni

redazione

Pubblicato

-

Tutti per la parità”, è il titolo dell’iniziativa promossa dalla Consigliera di parità della Provincia di Avellino, Vincenza Luciano, per celebrare la Giornata internazionale dei diritti della donna. Lunedì 8 marzo, alle ore 12.00, appuntamento on-line, sui canali facebook della Provincia di Avellino, Museo Irpino, Biblioteca Provinciale e Consigliera di Parità: (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Comune- Per l’ 8 Marzo iniziative per contrastare in ogni ambiente di vita e di lavoro la violenza contro le donne e le discriminazioni di genere

redazione

Pubblicato

-

L’Amministrazione Comunale di Ariano Irpino in occasione dell’8 marzo, giornata (altro…)

Continua a leggere

Più letti