Mettiti in comunicazione con noi

News

Sport Volley Seconda Divisione Femminile – Successo del GSA Pallavolo contro la S.G.Volley

redazione

Pubblicato

-

GSA PALLAVOLO ARIANO ASD – S.G. VOLLEY 3-1 gara del 16.02. 2020

(25-19; 18-25; 25-21; 25-21)

FORMAZIONE GSA: C. CARUSO, M. CIANO, A. DEL GROSSO, C. GAROFALO, E. GRAZIOSI, A. LO CONTE , B. MACCHIA, B. PERRINA, C. PERRINA, L. PEZZULLO, M. VIGILANTE.

Coach: G. FILOMENA, Assistant coach C.BARBIERI, Dirigente N. MEDICI

SUCCESSO PER 3-1 DEL GSA

Una prova convincente per il GSA PALLAVOLO ARIANO asd con una affermazione che alimenta speranze di conquistare i play –off.

Una vittoria ottenuta ai danni della quotata formazione del S. GIORGIO del SANNIO che si presenta come candidata per le prime posizioni della classifica.

Successo sudato dopo quasi due ore di un match molto combattuto che le arianesi hanno gestito in modo esemplare con una sola difficoltà nella seconda frazione di gioco.

Inizio gara con il GSA che schiera: C. PERRINA in regia e A. LO CONTE opposta, B. PERRINA – E. GRAZIOSI centrali, C. GAROFALO e M. CIANO schiacciatrici, B. MACCHIA libero.

La partita si rivela subito interessante, le atlete di casa, ben organizzate, contengono la forza del servizio sannita, conquistano un break di vantaggio che conservano sino al 18-16.

Un time out del S.GIORGIO frena la corsa verso la conclusione del parziale, le ospiti rientrano in gioco riuscendo a passare sul 19-18 a loro favore.

Tra le fila ufitane, intanto, si ristabilisce il controllo delle competenze nel cambio palla che insieme ad una buona distribuzione permette alle attaccanti di mettere a terra i palloni necessari per chiudere il primo set 25-19.

Seconda parte con il GSA distratto e con poca attenzione nelle azioni di seconda linea, le beneventane producono trame di gioco a centro che risultano efficaci e vincenti. Nonostante una condotta altalenante le pallavoliste del Tricolle sono nel match ma devono cedere il parziale 18-25.

Nel terzo e quarto set il GSA ritrova vigore e dinamismo, servizio tattico e buona correlazione muro-difesa sono gli elementi che fanno la differenza.

L’ingresso di A. DEL GROSSO in posto 4 aumenta il potenziale offensivo e la possibilità per C.PERRINA di avere maggiori opportunità nella costruzione.

L’apporto di B.MACCHIA in ricezione innalza la positività del cambio palla, la squadra offre una prestazione veramente efficiente sul piano collettivo e le valide sannite devono arrendersi per 3-1.

Per il coach G Filomena ( che ha sostituito solo per l’occasione mister Checa), la squadra ha fornito una positiva performance, da tempo non si vedeva il gruppo motivato e determinato a far bene. Sul parterre ha convinto la sicurezza in regia di C. Perrina che è riuscita a coordinare tutte le schiacciatrici tra le quali è emersa per lucidità e rendimento A. Lo Conte .

Molto attive le centrali con la gioventù di B. Perrina e l’esperienza di E. Graziosi che con i suoi trascorsi in serie D rappresenta un valore aggiunto insieme ad A. Del Grosso E M. Ciano. In evidenza anche l a quattordicenne C. Garofalo che necessita di acquisire solo maggiore fiducia per essere punto di riferimento del team. Nella gara di domenica non c’è stata possibilità di vedere all’opera la linea verde della panchina, ma il campionato è lungo e sicuramente ci sarà spazio per tutte sia nella regular season che nei play-off. In settimana ( venerdi 21) il GSA sarà impegnato nel derby dell’UFITA a Sturno, il confronto è delicato ma le ragazze sono pronte a dimostrare la loro forza tecnica ed agonistica.

Attualità

La scuola è un organo costituzionale, disse Calamandrei: ma cos’è oggi la scuola?

Grazia Vallone

Pubblicato

-

Nella festa del 2 giugno, non possiamo non ricordare Piero Calamandrei, chiamato spesso in causa come Padre costituente della Repubblica italiana, che pronunciò parole indimenticabili nel discorso di Roma dell’11 febbraio del 1950: “La scuola è un organo costituzionale”. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Quelle madri della Repubblica, che intendevano la politica come missione

Floriana Mastandrea

Pubblicato

-

Il 2 giugno 1946, uscita devastata dalla guerra, l’Italia con il referendum istituzionale e a suffragio universale, che consentì per la prima volta il voto alle donne, fu chiamata a scegliere tra Monarchia o Repubblica e per eleggere l’Assemblea costituente. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Mastella lancia il suo progetto politico con Gazzella coordinatore

redazione

Pubblicato

-

Le nostre radici, il nostro Sud. Un progetto politico che parte dalla Campania, dall’esperienza e la guida dell’On.le

(altro…)

Continua a leggere

Più letti