Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Severino Nappi, il napoletano che da Forza Italia sale sul carroccio

Aleandro Longhi

Pubblicato

-

Ho letto sul Mattino del 5 giugno 2020, che Severino Nappi, già vice coordinatore regionale di Forza Italia e assessore regionale della giunta guidata da Stefano Caldoro, ha fatto il salto della quaglia ed è passato alla Lega, non più Nord, guidata da Matteo Salvini. Il nostro Natti aveva persino fondato l’associazione “Campania il nostro posto”, tanto pareva tenere alla sua terra, ma ancor oggi ritiene di essere un riformista, che è passato alla Lega soltanto perché Salvini, a parer suo, “è il leader che si è speso di più per il Sud”. Forse qualcuno dovrebbe ricordare a Nappi chi è il suo leader, che come lui dice, è quello che “cita la nostra regione più volte di qualsiasi altro politico” e in questo bisogna sicuramente dargli ragione. Infatti il consigliere del Comune di Milano, Matteo Salvini, era quello che più citava i napoletani che portavano la spazzatura al Nord, al grido: “Non vogliamo la spazzatura dei terroni del Sud”, ed era anche, giova ricordarlo, quello che cantava la canzoncina sui napoletani che puzzavano. Ma per il nostro riformista Nappi, queste sono quisquiglie. L’ormai legaiolo Nappi polemizza poi con De Luca, che vorrebbe votare a luglio e dichiara: “sotto l’ombrellone vuole votare solo chi teme che passata l’emergenza si smascherano le palle che racconta”. Il povero Nappi, involontariamente, per pura ignoranza, non si rende conto che non sta polemizzando con De Luca, ma con Toti, il Presidente filoleghista della Liguria: è lui che vuole votare a luglio, nonostante la Liguria sia ai primi posti per contagi e morti, rispetto al numero degli abitanti e con lui, il leghista Zaia del Veneto. Il povero Nappi si è accorto soltanto adesso, che nelle altre “case” che ha frequentato, si parlava soltanto di difendere i territori, ma concretamente non si faceva nulla: mentre invece con la Lega?… Qualche malevolo, potrebbe pensare che Nappi sia un saltimbanco della politica, che salta sulla Lega che potrebbe avere il vento in poppa, ma a suo dire, lo fa per “puro ideale e per essere realmente vicino ai bisogni della gente”: giammai penserebbe di occupare una nuova poltrona! Ma il Nappi, che è da tempo in politica, ci deve allora spiegare perché, come lui stesso ammette, non è mai stato vicino ai bisogni della gente. La casa in cui il Nappi ha dimorato negli ultimi 10 anni, era Forza Italia, ma saremmo curiosi di sapere quali altre case abbia frequentato in precedenza. Salvini lo ha finalmente accolto nella sua Lega, ma non si sa se prima lo abbia annusato per sentire l’odore dei napoletani. Persone malevoli sospettano che il nostro Nappi sia passato alla Lega non per un ideale, bensì per una poltrona sicura, visto che Forza Italia sta perdendo consensi in favore della Lega, ma queste sono sicuramente maldicenze: Nappi ha scelto Salvini soltanto per i suoi alti ideali! Post scriptum: chi scrive è del Nord e conosce la Lega fin dai primi anni 90.

Attualità

Comune – Giovedì 13 agosto intervento di disinfestazione

redazione

Pubblicato

-

Il Comune di Ariano Irpino informa la cittadinanza che giovedì 13 agosto 2020, è previsto un intervento di disinfestazione  su tutto il territorio  comunale. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Verso le Amministrative – Questa sera il Patto Civico presenta il cadidato sindaco, domani la conferenza stampa

redazione

Pubblicato

-

Questa sera alle ore 20,00 in diretta sulla pagina facebook del Patto Civico, ci sarà la presentazione del candidato (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Dopo Savignano Irpino “I Cammini della Via Francigena del Sud” arrivano a Greci

redazione

Pubblicato

-

Successo per la prima tappa dell’evento che, il 22 agosto, sarà ospitato presso l’unica comunità arbëreshë della Campania. (altro…)

Continua a leggere

Più letti