Mettiti in comunicazione con noi

Comune

Raccolta Oli Esausti nei giorni 7, 8 e 9 luglio

redazione

Pubblicato

-

Il Comune di Ariano Irpino ricorda che nei giorni 7, 8 e 9 luglio 2020, verrà effettuato il ritiro a domicilio dell’olio vegetale esausto di provenienza domestica.

Si inizia martedì 7 luglio con il Centro Storico e zona Piazza Mazzini.

Mercoledì 8 luglio verrà effettuato il ritiro nel Rione Martiri, nelle seguenti strade:

Via Variante limitatamente lungo la SS 90, Via Martiri, Rione Martiri, Villa Caracciolo, Via e c/da Cannelle, Via Vinciguerra S. P. per Ariano Scalo utenze entrambi i lati fino ad abitazione Moschillo Alessandro.

Giovedì 9 luglio verrà effettuato il ritiro nel Rione Cardito, nelle seguenti strade:

Via e C/da Cardito;

Via e C/da Torana;

Rione Piano di Zona;

Via IV novembre;

Via e c/da Viggiano; Casa Circondariale a salire; Via Virgilio; Rione Rodegher; Rione Cappelluzzo; Rione San Pietro; Parco Maddalena (sottostante distributore); Via San Tommaso; Via Brecceto.

E’ importante lasciare la tanichetta piena, a partire dalle ore 7,00 in modo visibile sulla strada in corrispondenza delle proprie abitazioni. Gli operatori passeranno per il ritiro dell’olio esausto e lasceranno la tanichetta svuotata nello stesso posto, in modo da poter riutilizzare il contenitore.

Il Servizio è a costo zero, ed è effettuato dalla Società Ecopan.

Per maggiori dettagli ed ulteriori informazioni, è possibile consultare la pagina principale del sito istituzionale dell’Ente www.comunediariano.it

Attualità

Arena Mennea – Il commissario D’Agstino affida all’ASD Sporting Ariano la gestione temporanea dell’impianto

redazione

Pubblicato

-

L’Arena Mennea è stata affidata all’A.S.D. Sporting Ariano in maniera provvisoria e sperimentale per la durata di sei mesi, prorogabili di altri sei mesi  nelle more della definizione di nuove modalità di gestione.  L’apertura al pubblico osserverà i seguenti orari:

  • dal lunedì al sabato, dalle ore 16:00 alle ore 21:00 (orario estivo) e dalle ore 15:00 alle ore 20:00 (orario invernale). Disponibilità ad aperture mattutine e domenicali previa richiesta da parte del comune o altri soggetti interessati;
  • le tariffe di utilizzo dell’impianto saranno pari a 2 (due) euro ad ingresso con esonero per i minorenni e i disabili;
  • I costi delle utenze saranno a carico del Comune, così come la manutenzione straordinaria; viceversa, la
    manutenzione ordinaria sarà a carico dell’affidatario;
  • L’utenza potrà usufruire solo della pista per attività sportiva di corsa, con esclusione dell’attrezzistica
    propedeutica all’atletica leggera (ostacoli, pesi, dischi, pedane salti in lungo, alto e asta, ecc…) e della
    possibilità di svolgere le altre discipline sportive per cui l’impianto è omologato (calcio e rugby);
  • Divieto di uso delle docce da parte degli utenti, il quale sarà eventualmente soggetto a variazione in base
    all’evolversi della normativa nazionale e/o regionale in materia, con pulizia giornaliera dei servizi igienici e
    relativa sanificazione con cadenza settimanale.

Il commissario D’Agostino, ha ritenuto opportuno affidare l’impianto all’associazione arianese, in quanto da diversi mesi la struttura era sotto utilizzata a causa della mancanza di personale del comune ed era aperta solo due giorni a settimana
 

Continua a leggere

Attualità

L’Alto Calore a seguito di una rottura sulla condotta, sospende la fornitura idrica.

redazione

Pubblicato

-

L’Alto Calore Servizi in data odierna 20 luglio, ha comunicato che, a causa di una rottura sulla condotta adduttrice sul territorio comunale, l’erogazione idrica è sospesa. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

TARSU – La Cassazione bacchetta il comune di Ariano Irpino

redazione

Pubblicato

-

L’Amministrazione Comunale, nell’anno 2013, al fine di coprire un incontrollato incremento dei costi di gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani, ha aumentato la distanza dal cassonetto, per usufruire della riduzione della TARSU del 60%, da 400 metri a 5 chilometri, facendo così gravare i costi solo sulle zone periferiche.
La biasimevole scelta attuata dall’allora Amministrazione era vietata dalla legge. A confermarlo è la Corte di Cassazione che, con Sentenza n. 6566 pubblicata il 09/03/2020, ha sancito che “La rideterminazione dei presupposti per beneficiare dell’agevolazione dipendente dalla distanza dal punto di raccolta, venendo a modificare uno dei criteri per l’applicazione dell’imposta, non era, dunque, consentita dalla norma”. (altro…)

Continua a leggere

Più letti