Lettera aperta al Commissario Prefettizio dei 5 Stelle contro il commercio itinerante abusivo. Reviewed by Momizat on . da "Ariano a 5 Stelle" riceviamo e pubblichiamo:     Commercio itinerante abusivo: ottimi proclami, eccellenti propositi, giusta attività di preavviso da "Ariano a 5 Stelle" riceviamo e pubblichiamo:     Commercio itinerante abusivo: ottimi proclami, eccellenti propositi, giusta attività di preavviso Rating: 0
You Are Here: Home » Attualità » Lettera aperta al Commissario Prefettizio dei 5 Stelle contro il commercio itinerante abusivo.

Lettera aperta al Commissario Prefettizio dei 5 Stelle contro il commercio itinerante abusivo.

Lettera aperta al Commissario Prefettizio dei 5 Stelle contro il commercio itinerante abusivo.

da “Ariano a 5 Stelle” riceviamo e pubblichiamo:

 

 

Commercio itinerante abusivo: ottimi proclami, eccellenti propositi, giusta attività di preavviso e….TOLLERANZA ZERO.

Tolleranza ZERO a partire da 15 giorni fa.

ZERO, invece, è il risultato di tanta pianificazione, portata avanti con operatori, commercianti, autorità, uffici comunali, responsabili dei Servizi.

ZERO è quanto hanno prodotto le direttive, gli indirizzi forniti dal Commissario Prefettizio.

Gli ambulanti continuano bellamente a disporre a proprio piacimento, con la compiacenza e la complicità di chi dovrebbe “vigilare”, del territorio comunale, facendone ABUSO sotto gli occhi di tutti.

Noi di Ariano a 5 Stelle lo sappiamo che la colpa non è del Commissario. La Dott.ssa Nuzzolo ha “richiamato” al rispetto delle regole tutti i soggetti interessati. Ma gli uffici, i dirigenti, i responsabili dei Servizi interessati…. evidentemente prendono per i fondelli il Commissario.

Davanti tanta disponibilità e rispetto, mentre da dietro consegnano al Commissario un risultato pari, appunto, allo ZERO. Ignorandola completamente. Tutto funziona come “una volta”. E’ chiaro che la malagestione non ha abbondonato tanti uffici comunali.

Ecco quindi, per parlare di solo commercio itinerante, gli ABUSIVI restare perfettamente al proprio posto, in zone vietate, fare “bancarella” a proprio piacimento, in barba ai commercianti in regola, in barba al Commissario.

Noi di Ariano a 5 Stelle ci sentiamo di fare un appello forte, allora, al nostro Commissario affinchè mostri la Sua autorità e metta fine a questo scempio ed oltraggio ai cittadini ed ai lavoratori onesti.

* la foto è stata scattata questa mattina, 22 novembre 2013.

 

  • Antonio Marsalis

    Speriamo che il Commissario vigili su questa situazione e anche su altre direi a questo punto.

  • lello castagnozzi

    La foto mostra due venditori ambulanti: da cosa si evince che sono abusivi?

  • Tacco di Dio

    lello da come scrivi sembri intelligente, quindi se ti sforzi un pochino puoi capire perchè sono abusivi. La motivazione è proprio davanti ai tuoi occhi e ti dirò di più: se non fossero abusivi sono fuorilegge. Lapalissiano caro Watson e indovina tu il perchè.

    • Lello Castagnozzi

      Ti ringrazio moltissimo per “sembri” che denota, invece, tutta la tua intelligenza, acume e capacità di giudizio ma, siccome non siamo tutti degli Sherlock Holmes come te, l’umile Watson ti rinnova il quesito: perché a te risultano abusivi e addirittura fuorilegge, forse perché non hanno l’insegna luminosa?

      • Tacco di Dio

        http://www.comune.ariano-irpino.av.it/sap/vademecum_commercio_itinerente.pdf

        Zone vietate: è vietato esercitare l’attività di commercio su aree pubbliche nelle piazze, vie e zone indicate all’articolo 5, comma 1, del Regolamento Comunale (Centro storico, asse viario SS.90 delle Puglie, etc) e comunque in tutti i casi dove è vietata la sosta (articoli 7 e 158 del Codice della Strada, ad esempio: vicinanze di rotatorie ed incroci, in prossimità e in corrispondenza di segnali stradali verticali e semaforici in modo da occultarne la vista, nonché in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione ecc.)

        A parte ciò che dice il regolamento, a me sembra logico che si possa sostare e vendere in prossimità di un incrocio.

        • lello castagnozzi

          Quindi, tu presumi, che, siccome gli ambulanti in oggetto non esercitano su un’area (a tuo giudizio) regolare, sono abusivi e fuorilegge. Si deduce che se tu parcheggi in una zona vietata sei sprovvisto di bollo, di assicurazione e sei lì per rapinare una banca. Secondo me il tacco ti è caduto su un ciglio della testa.

  • Socrates

    Secondo me il problema vero è che questi grillini più che occuparsi di politica e fare proposte risolutive, vorrebbero, in realtà, diventare Vigili urbani o Poliziotti o Finanzieri.

    Anche se quelli in foto fossero (è probabile) reali venditori abusivi, non sono certo loro il problema VERO dei commercianti arianesi. L’indignazione mi sembra un po’ esagerata, sopratutto perchè avrebbero potuto, da buoni “cittadini”, denunciare la loro presenza alla polizia municipale per verificare se fossero abusivi o meno, invece che scrivere articoli di dubbia utilità.

    • Tacco di Dio

      a voi l’astio contro i grillini “a prescindere” vi annebbia il cervello. in quel punto non si può sostare, è prossimità di incrocio, figurarsi poi mettere la merce a terra e fare attività di ambulante….. poi se hanno la licenza, registratore di cassa ecc. (e secondo me non sono in regola) sono cose che passano in secondo piano. dici articoli di dubbia utilità? intanto stamattina una pattuglia dei vigili “magicamente” era li a fare verbale. che forse in questo schifo di paese di m… abitato da tanta gente di m… forse si comincia a fare tornare la “legalità” di moda? trent’anni di politica (quella di cui ho memoria per averla subita) fatta da gente che ha pensato solo ai cazzi propri e non allo sviluppo di questo paese di m…. imbrogli, ricatti, raccomandazioni…

      • Socrates

        @taccodidio:disqus Ma quale astio? Questi grillini sono delle pecore ignoranti, guidate da pastori fomentatori d’odio. E’ un dato di fatto questo. Finora non hanno fatto nessuna proposta politica, nessuna soluzione ad alcun problema e nessun programma elettorale. Cosa hanno fatto? Buttato fango su tutti e tutto senza spiegare il perchè, hanno fatto segnalazioni ai giornali e online di eventuali illegalità banali e poi solo offese. Non hanno detto una parola concreta sull’ occupazione, trasporti, tasse, etc

        L’articolo fatto su una foto di 2 camioncini è inutile, potevano semplicemente chiamare le autorità per accertarsi dell’illegalità. Vogliono fare i vigili urbani? Chiedessero al comune un posto di lavoro, invece di rompere i coglioni in politica (della quale ignorano il significato). Gente di merda? Mah…

        Il resto non lo commento, anche perchè stai sproloquiando proprio come fanno i grillini.
        Solo una domanda: in questi 30 anni quali sono state le illegalità? Quali sono stati i ricatti, gl’imbrogli e le raccomandazioni? Se non parli per slogan, saprai rispondere precisamente.

        • Lello Castagnozzi

          Giovedì mattina sono andato all’Alto Calore e non ho potuto fare a meno di fermarmi e chiedere a uno dei due ambulanti se era in regola con i permessi: mi ha mostrato la licenza, bilancia, e registratore di cassa. Qual è il problema? Inventarsi qualcosa per imbastire una protesta strumentale contro persone che, in ogni caso, cercano di portare il pane a casa. Sono questi i problemi di Ariano che volete risolvere? Se non è la licenza è la posizione all’incrocio se verrà meno questo pretesto che cosa inventerete. A pochi metri, ogni giorno e a ogni ora, anche sulle strisce pedonali, davanti al bar vi sono decine e decine di auto in sosta o in fermata, di gente che va a prendere il caffè o le sigarette. Volete chiudere anche il bar? Focalizzate i problemi, fatevi uno schema, la gente non è tanto stupida da credere a tutte le corbellerie che vi inventate. Le questioni vere di Ariano sono altre.

          • Tacco di Dio

            Forse sono io che parlo arabo. Voglio credere al fatto che erano in regola come ambulanti, ma rimane il fatto che: NON POSSONO SOSTARE E VENDERE IN PROSSIMITA’ DI UN INCROCIO. In più avevo messo un link e lo rimetto qui: http://www.comune.ariano-irpino.av.it/sap/vademecum_commercio_itinerente.pdf leggetevi la parte relativa alle zone vietate. No vabbè, avete ragione voi, i problemi di ariano sono altri, il rispetto delle regole non è importante, meglio vivere come nel far west. AGGHIACCIANTI queste tue dichiarazioni.

          • Lello Castagnozzi

            Probabilmente parli arabo e non credo di aver scritto cose così orripilanti da agghiacciarti. La questione che hai posto era quella dell’abusivismo. Ti ho dimostrato che non sono abusivi, anzi ti invito a fare la stessa cosa che ho fatto io così ti sinceri. Visto che non sono abusivi hai tirato fuori il rispetto delle regole: va bene ti accontento. In tutta la Città di Ariano vi sono persone che parcheggiano fuori dalle strisce, in zone vietate, molti non pagano il ticket, la villa comunale è diventata un’autostrada, ogni sabato vengono rotti i lampioncini per l’illuminazione, il piazzale Pasteni, Piazza Mazzini, è impraticabile sia per i bus che per le persone che devono recarsi alla guardia medica ecc potrei continuare all’infinito. La cosa, secondo me stonata, è criminalizzare chi lavora o non accettare le regole del mercato. NON SONO ABUSIVI, se pensi invece alla concorrenza devi attrezzarti perché non esistono più i pedaggi come nel medioevo.

          • funny

            Le questioni vere sono altre? Quali? quelle che hanno risolto i politici al potere da tanti anni.. Questioni risolte? tante ma a scapito nostro..a me sembra che fino ad ora hanno risolto solo ed esclusivamente i loro di problemi!

          • Lello Castagnozzi

            Mi metti in bocca delle cose che non ho detto. La classe politica arianese ha delle colpe gravissime e se ci troviamo in queste condizioni il 50% delle responsabilità sono da addebitarsi a tutte le gestioni amministrative succedutesi finora non esclusa l’ultima che probabilmente le batte tutte in fatto di implicazioni. Manca un 50% di responsabilità che certamente sono da attribuire ai cittadini arianesi che non danno nessuna speranza di cambiamento o di voler scegliere dei galantuomini per l’amministrazione della propria Città.

Scroll to top
ArianoNews (note legali) Testata giornalistica Registrata presso il Tribunale di Ariano Irpino al n°01/13 del Registro Stampa in data 27/02/2013.
© Copyright 2013 - Il materiale pubblicato, pure essendo di dominio pubblico, non può essere utilizzato in nessun modo.
Developing by MarcoDedo.it