Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

Il gruppo di Scelta Civica di Ariano Irpino chiede al sindaco Gambacorta di restituire le somme del tributo TARES 2013.

redazione

Pubblicato

-

Dal gruppo di  Scelta Civica di Ariano Irpino, riceviamo e pubblichiamo:

“Il gruppo di Scelta Civica di Ariano Irpino di cui fanno parte, tra l’altro, Vincenzo Cirillo, Luciano
Leone e Crescenzo Pratola, INTIMA al Sindaco di Ariano a restituire le somme del tributo
TARSU (oggi TARES) per l’anno 2013, pagate dai cittadini, indebitamente incassate.
IL TAR Campania sezione Salerno, con la sentenza n. 1466/14, ha accolto il ricorso di alcuni
Comuni della Provincia di Avellino, che hanno impugnato il provvedimento della soc.
IRPINIAMBIENTE che aumentava il costo per il conferimento dei Rifiuti.
Il gruppo di Scelta Civica, aveva già invitato il Sindaco Gambacorta, a rivedere la
deliberazione n. 14 del 14/11/2013 con cui quasi tutti i cittadini delle zone rurali, che non hanno
servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, hanno corrisposto la tariffa per intero, alla pari di altri
cittadini che usufruiscono dell’intero servizio.
Infatti, nella nota trasmessa il 7 luglio 2014 a cui, purtroppo, non è stato dato riscontro, venivano
richiamate:
la comunicazione già trasmessa al Commissario Prefettizio del Comune di Ariano, nel novembre 2013,
avente ad oggetto: TARSU pesante;
la nota trasmessa successivamente, nel dicembre 2013, avente ad oggetto: PETIZIONE con
sottoscrizione per rivisitazione delibera del Commissario Prefettizio n. 14 del 14.11.2013;
la richiesta fatta, nel mese di febbraio 2014, da un componente del gruppo di Scelta Civica avente ad
oggetto: RICHIESTA RIMBORSO tassa rifiuti 2013;
il successivo ricorso fatto dallo stesso componente, nel mese di maggio 2014, avverso il silenzio rifiuto di
restituire il tributo pagato, presso la Commissione Tributaria provinciale di Avellino.
Con la sentenza del TAR, sopra citata, è evidente che il Comune di Ariano ha incassato,
dai cittadini, una somma maggiore rispetto al costo del servizio.
Infatti, nella deliberazione n.14/2013 del Comune di Ariano, l’aumento dei costi del servizio
RIFIUTI, rispetto al 2012, di € 627.000,00 viene giustificato, quasi esclusivamente, (per circa €
575.000,00) ad un aumento del costo, del conferimento dei RSU in discarica, stabilito, proprio,
con la delibera della Provincia di Avellino n. 142.
Risulta evidente, dopo la sentenza del TAR, che il Comune di Ariano, che, per l’anno 2013,
ha deciso di coprire il totale del gettito TARSU, ha fatto pagare, ai cittadini, in più rispetto al
costo del servizio.
Il Comune di Ariano DEVE RICHIEDERE, immediatamente, alla soc. IRPINIAMBIENTE, la
restituzione di somme non dovute, troppo frettolosamente pagate e caricate sui cittadini
che, rebus sic stantibus, hanno diritto a RIMBORSO, da subito, indipendentemente da
quando avvenga la restituzione da parte della soc. IRPINIAMBIENTE”.

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

Non solo numeri ma diritti negati ai Meridionali

Antonio Bianco

Pubblicato

-

I diritti dei disabili, dei bambini e degli anziani sono messi sotto i piedi. Il report 2018 dell’ISTAT annota l’aumento della spesa sociali dei Comuni che è arrivata a 7 miliardi e 742 milioni. La spesa media italiana si è attestata su 124 euro per abitante mentre al Sud è di 58 euro pro capite ed al Nord-Est di 177 euro. I calabresi ed i campani sono all’ultimo posto con 22 e 56 euro pro capite. Bolzano conduce la classifica con 540 euro.  Solitamente le risorse a disposizione dei Comuni crescono all’aumentare della popolazione. Infatti quelli con più di 50 mila abitanti hanno una spesa media di 165 euro l’anno pro capite mentre quelli con meno di 10 mila abitanti spendono 100 euro. Nel Mezzogiorno i Comuni più grandi impegnano in media 96 euro, importo nettamente inferiore alla spesa media per persona dei piccoli Comuni del Nord che è pari a 119 euro. Disuguaglianze che si aggravano e rendono sempre più stridente le differenze socio-economiche tra Nord e Sud senza che alcun ponga il freno al deteriore trattamento dei cittadini meridionali. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid in Campania-De Luca chiude le scuole dal 1 marzo

redazione

Pubblicato

-

Vincenzo De Luca ha annunciato la (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Emergenza Covid in Irpinia-Sale il numero dei contagiati in provincia, 7 casi ad Ariano

redazione

Pubblicato

-

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.221 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 104 persone:

– 3, residente nel comune di Aiello del Sabato;

– 2, residente nel comune di Andretta;

– 7, residente nel comune di Ariano Irpino;

–  5, residenti nel comune di Atripalda;

– 5, residenti nel comune di Avella;

–  10, residenti nel comune di Avellino;

–  2, residenti nel comune di Bisaccia;

– 3, residenti nel comune di Bonito;

–  4, residenti nel comune di Calitri;

– 1, residente nel comune di Capriglia Irpina;

–  2, residenti nel comune di Castel Baronia;

– 1, residente nel comune di Castelfranci;

– 3, residenti nel comune di Contrada;

–  3, residenti nel comune di Lapio;

–  4, residenti nel comune di Lioni;

– 2, residenti nel comune di Mercogliano;

– 7, residenti nel comune di Montefalcione;

– 2, residenti nel comune di Monteforte Irpino;

–  4, residenti nel comune di Montefredane;

– 2, residenti nel comune di Montella;

– 4, residenti nel comune di Montemiletto;

– 8, residenti nel comune di Montoro;

– 2, residenti nel comune di Mugnano del Cardinale;

– 3, residenti nel comune di Prata P.U.;

– 1, residenti nel comune di Pratola Serra;

– 1, residente nel comune di Roccabascerana;

– 1, residente nel comune di Sant’Angelo dei Lombardi;

– 8, residenti nel comune di Solofra;

–  1, residente nel comune di Sperone;

– 1, residente nel comune di Torre Le Nocelle;

– 2, residenti nel comune di Vallata.

L’Azienda Sanitaria Locale ha avviato indagine epidemiologica sui contatti dei casi positivi.

(altro…)

Continua a leggere

Più letti