Mettiti in comunicazione con noi

Attualità

GENIO CIVILE, CERAMICA E DISTRETTI RURALI, ETTORE ZECCCHINO: “BUONE NOTIZIE PER LE AREE INTERNE”

redazione

Pubblicato

-

Il consigliere Ettore Zecchino giudica in maniera positiva i provvedimenti contenuti nel collegato al bilancio regionale approvato dall’assemblea del centro direzionale. “Abbiamo lavorato molto per la permanenza e il potenziamento in Valle Ufita degli uffici del Genio Civile. E’ un risultato importante – commenta l’esponente irpino del gruppo Caldoro che, negli ultimi quattro anni, ha seguito la vicenda da molto vicino. “Ariano e  tutto il comprensorio – aggiunge Zecchino – conservano un presidio istituzionale fondamentale su un territorio ad alta sismicità ed instabilità idrogeologica; una struttura che ha inoltre concrete ricadute sui servizi, la quotidianità e l’economia locale”.

Dall’Aula del Consiglio Regionale è giunto anche il sì alla legge sui percorsi della ceramica, “una legge alla quale per tradizione, vocazione e creatività – osserva Ettore Zecchino – realtà come Ariano Irpino, Calitri, San Lorenzello, Cerreto Sannita sono fortemente interessate. La ceramica artistica per l’entroterra campano  può essere un potente attrattore. La maiolica arianese, in particolare, con i suoi maestri e il suo indotto, potrà proiettarsi verso i giovani e il turismo, entrando a far parte degli itinerari regionali, lungo le rotte di una piena valorizzazione”. Le nuove norme prevedono la possibilità di accedere a contributi finanziari per la creazione dei percorsi della ceramica di qualità, per la realizzazione e la manutenzione della segnaletica, la diffusione di materiale informativo, promozionale e culturale.

Tutto questo proprio mentre, dopo 34 anni, la Regione Campania si è dotata di una legge quadro sul turismo, riconoscendo ufficialmente il comparto del “turismo rurale” che ingloba in sé l’offerta degli agriturismi, del turismo verde, della scoperta della natura a piedi o cavallo: una svolta per i Comuni virtuosi che punteranno sull’ecosostenibilità, le identità storiche e il paesaggio.  “Elementi, questi, che assumono una strategicità ancora più forte anche alla luce dell’approvazione della legge sui “distretti rurali e agroalimentari di qualità” e i cosiddetti “distretti di filiera”. Si concretizza così  – ha concluso il consigliere regionale Ettore Zecchino, che ha lavorato sul testo legislativo in commissione Agricoltura – una vera occasione di rilancio che parte del basso, dal sistema delle imprese locali, dalle associazioni di categoria, dai consumatori per un’agricoltura che si riscopre solido ponte tra passato e futuro per l’Irpinia e le aree interne della Campania

Advertisement
Clicca per commentare

Attualità

COVID: UECOOP, SALTO IN ZONA BIANCA VALE 1 MLN POSTI DI LAVORO

redazione

Pubblicato

-

Da matrimoni a spettacoli, da palestre a centri wellness la ripartenza dopo il crack (altro…)

Continua a leggere

Attualità

COLDIRETTI AVELLINO, AL VIA VACCINI TRA AGRITURISMI E CANTINE

redazione

Pubblicato

-

Irpini pronti a vaccinarsi in centri realizzati all’interno delle strutture agricole. Oggi il taglio del nastro a Montoro, presso l’azienda multifunzionale GB Agricola, che produce l’apprezzatissima cipolla ramata, prodotto agroalimentare di eccellenza e fiore all’occhiello del territorio. Il centro vaccinale, nato grazie alla disponibilità dell’ASL di Avellino, è stato ubicato all’interno dell’agriturismo dell’azienda guidata da Nicola Barbato. Da martedì apertura di un altro centro vaccinale presso il Radici Resort della storica azienda vitivinicola Mastroberardino a Mirabella Eclano, per poi proseguire – compatibilmente con la disponibilità di personale sanitario e vaccini – in altre strutture che la Coldiretti Avellino ha già messo a disposizione. (altro…)

Continua a leggere

Attualità

Consiglio Comunale del 12 giugno. Il punto di Federico Barbieri

Federico Barbieri

Pubblicato

-

Il “documento unico di programmazione” è previsto nel corpo dell’art. 150 del TUEL, all’interno della parte II dedicata all’ordinamento finanziario e nell’articolo 151, che reca nella rubrica “principi generali”. Quest’ultimo articolo afferma: “1. Gli enti locali ispirano la propria gestione al principio della programmazione. A tal fine presentano il Documento unico di programmazione entro il 31 luglio di ogni anno. […] Le previsioni del bilancio sono elaborate sulla base delle linee strategiche contenute nel documento unico di programmazione”.
Dal tenore della disposizione si intende che il DUP precede (non solo temporalmente) il bilancio di previsione. Possiamo affermare (come accadeva per la relazione previsionale e programmatica) che il DUP contiene la visione complessiva dell’amministrazione, espressa attraverso le “politiche” e i progetti, mentre il bilancio di previsione è “soltanto” la rappresentazione dei flussi finanziari in entrata e in uscita.
(altro…)

Continua a leggere

Più letti